Ghirlanda di biscotti

Ghirlanda di biscotti

Mi piace il profumo di biscotti per casa, penetra ovunque, ti mette pace, di dona il buonumore e quando rientri e lo riconosci subito hai una conferma di quanto sia piacevole tornare a casa e rimanerci.

Ci sono alcuni momenti dell’anno in cui questo profumo pervade costantemente, il Natale è uno di questi, già, io ho iniziato alla grande a sfornare pani di Natale (la ricetta la prossima volta) e biscotti da mangiare e regalare.
Non mi allontano molto dalle mie ricette originali perché adoro mantenere le tradizioni, almeno in questi giorni, voglio mantenere ben saldi i miei legami con la mia famiglia, ricordarmi del mio passato e di tutte quelle persone che hanno contribuito a “fare” la persona che sono.

Non c’è molto tempo per fare esperimenti, si va di corsa perché le cose da preparare sono sempre tante, così rispolvero la ricetta di pasta frolla regalatami da Cristiana aggiungo solo un po’ di spezie che fanno Natale (cannella, zenzero e chiodi di garofano) e preparo panetti di pasta da tener pronta in frigorifero e da cuocere man mano a seconda dei progetti che voglio realizzare.

Ecco cosa ho fatto con un po’ di questa frolla : una ghirlanda di biscotti da regalare!
Veramente poi ne ho fatte più di una, ho trovato delle belle scatole piatte così le ho confezionate coprendole con la carta trasparente infiocchettate e le prime sono già andate a destinazione.
Si possono naturalmente preparare fin da ora, la pasta frolla si mantiene bene per questi giorni di festa e le note speziate contribuiranno all’atmosfera natalizia!

Per le famiglie di Pinerolo e Collegno, Lorenzo ed io vi aspettiamo con allegria per cucinare insieme Sabato a Pinerolo al Centro Commerciale Le Due Valli, e Domenica a Collegno al Centro Commerciale Piazza Paradiso sempre alle 16,30, ci scambieremo gli auguri di Natale e trascorreremo un momento di divertimento e gioia!

Ghirlanda di biscotti

Ghirlanda di biscotti

2 Ghirlande
Media
30 minuti
30 minuti

Ingredienti

  • 600 g di farina 0 o 00
  • 250 g di burro
  • 200 g di zucchero
  • 2 uova intere
  • 2 tuorli
  • una puntina di un cucchiaino di lievito per dolci
  • spezie a piacere (cannella, zenzero in polvere, chiodi di garofano)

­Procedimento

  • Versate in una ciotola la farina setacciata, aggiungete il burro a temperatura ambiente e fatelo assorbire sabbiandolo bene.
  • Aggiungete lo zucchero il lievito, le spezie mescolate e da ultimo unite le uova, impastate velocemente e mettete in frigorifero a riposare per una mezzoretta.
  • Riprendere l’impasto, prelevarne una parte e stenderla direttamente sulla carta da forno all’altezza di un centimetro, dovrete ricavare un cerchio da circa 24cm di diametro, ritagliare il centro con l’aiuto di un piattino o una ciotola del diametro di circa 12 cm per ottenere una “ciambella”, praticate un foro per potere appendere la ghirlanda.
  • Mettete a cuocere nel forno caldo a 170 gradi per 15/20 minuti.
  • Nel frattempo ricavate dal resto dell’impasto 20/30 biscotti di diversa forma e dimensioni sempre ad un cm di spessore.
  • Cuocete anche i biscotti per 15 minuti.
  • Lasciate che si raffreddino.
  • Preparate una ghiaccia con 200g di zucchero a velo, un cucchiaio di albume d’uovo, uno di succo di limone e acqua qb un po’ alla volta montate con una frusta fino ad ottenere un composto lucido e omogeneo.
  • Inserite la ghiaccia in una sacca da pasticcere e decorate a piacere i biscotti.
  • Lasciate asciugare bene poi con la stessa ghiaccia attaccate i biscotti alla base giocando con le dimensioni e gli spessori.

Note

Non muovetela fino a quando non si sarà ben saldata, inserite nel foro un bel fiocco e poi…

 

Vuoi condividere questa ricetta?

biscotti, colazione, decorazioni, Feste, merenda


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Commenti (9)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency