castagnole ricche al cacao

A La Prova del cuoco: castagnole ricche al cacao

Scritto da Natalia il .

Ci siamo, cominciamo ad entrare nelle settimane centrali del carnevale, a ricordarmelo non ci pensa solo la pasticceria che ho sotto casa, l’odore del suo fritto arriva fin da me al terzo piano, ma anche i progetti che le bambine piccole stanno cominciando a fare per i loro costumi.

Crescono e cambiano anche le loro esigenze: Laura ha deciso che non si vestirà più in maschera, è grande lei “alle medie non si fanno più certe cose” (io veramente andavo alle feste in maschera anche da più grande), Elisa invece quest’anno parteciperà a ben tre feste di carnevale, ma ha pensato bene di non affliggere e impegnare troppo la sua mamma, “sai mamma ho già tutto, mi vestirò da punk e utilizzerò le cose che aveva messo qualche anno fa laura!” ma dove la trovo un’altra figlia così!

Così a me non resta che pensare di cucinare qualcosa di divertente che rimanga un po’ il simbolo del carnevale di quest’anno!
Che sono golosa ormai lo sapete e che mi piace usare la fantasia anche, così con mia figlia Chiara che ha fatto da consulente cercando di ridimensionare le mie “ispirazioni” ho preparato queste castagnole al cacao, ma non le semplici castagnole al cacao, queste sono ricche!
Ho infatti pensato di preparare un ripieno a base di cioccolata al latte e nocciole da inserire al loro interno per avere una sensazione più piacevole e gustosa in bocca.
Sapete che vi dico? Ho pensato proprio bene, queste castagnole sono strepitose!
Ecco qualche indicazione sulla loro preparazione che ve le renderà ancora più gradite:
-L’impasto lo potete preparare al momento ma anche il giorno prima e questo sappiamo bene noi mamme quanto sia importante perché piccoli imprevisti con bambini o senza possono sempre capitare ed è un peccato dover sprecare il lavoro che stiamo facendo;
-Potrete sia friggerle per un gusto più goloso ma anche cuocerle al forno se volete che siano più leggere, non poco vero? (vedi foto);

-Se decidete per la frittura tenete un cronometro vicino (io ho preso  il cellulare) e fatelo andare una volta tuffate le castagnole nell’olio (massimo 5/6 per volta), quando avrà raggiunto 1,20min/30 toglietele, così avrete un risultato morbido e non secco, a volte per paura di lasciarle crude si prolunga troppo la cottura e le castagnole diventano delle biglie per il calcetto (questa indicazione di tempo è anche comoda perché essendo al cacao non si riesce a vedere la cottura dal cambio di colore);
-Il ripieno lo potrete legare con lo yogurt come faccio io ma anche con liquore dolce, anche cremoso va benissimo, per avere un gusto più da grandi;
-si mantengono perfette anche per il giorno seguente e direi che abbiamo raggiunto con questa notizia il massimo, prepararle in anticipo fa davvero molto comodo!

Io ve le consiglio perché a me hanno molto soddisfatto, se volete seguire la preparazione vi aspetto oggi in tv

castagnole ricche al cacao

Castagnole al cacao ricche

10 Persone
Facile
15 minuti
20 minuti

Ingredienti

  • 250 g di farina
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 30 g di cacao amaro
  • 80 g di zucchero
  • 100 g di yogurt intero bianco denso
  • 1 uovo
  • 50 g di olio di semi di girasole
  • 100 g di cioccolato al latte
  • 50 g di nocciole tostate
  • 25 g /1 cucchiaio di yogurt
  • zucchero semolato qb
  • olio di semi di arachide per friggere

­Procedimento

  • Versate in una ciotola lo yogurt, l’uovo, l’olio lo zucchero e mescolate bene.
  • Aggiungete la farina setacciata con il lievito e il cacao
  • Impastate velocemente e se occorre aggiungere ancora un po’ di farina (soprattutto se avete utilizzato uno yogurt liquido), bisogna ottenere un impasto morbido ma non appiccicoso.
  • Con l’aiuto di un tritatutto polverizzate la cioccolata al latte, aggiungete le nocciole e tritarle grossolanamente, aggiungete il cucchiaio di yogurt per ottenere un composto compatto.
  • Ricavate dall’impasto al cacao delle palline grandi come chicchi d’uva.
  • Appiattitele leggermente.
  • Inserite al centro un po’ di ripieno al cioccolato.
  • Richiudete bene.
  • Arrotondate.
  • Completate.
  • Riscaldate l’olio in un pentolino dai bordi alti, non appena avrà raggiunto la temperatura (170/175 gradi se avete un termometro) iniziate a cuocere le castagnole 4/5 alla volta a fiamma non troppo alta, tenetele nell’olio un minuto e mezzo e poi scolatele su carta assorbente. Ripassatele nello zucchero semolato e servite tiepide o fredde.
  • Nel caso di cottura al forno una volta riempite e arrotondate, passate la superficie nelle palline colorate o semplicemente nello zucchero semolato e mettete nel forno a 180 gradi per circa 12/13 minuti.
    castagnole al cacao ricche al forno

Note

Vuoi condividere questa ricetta?

bambini, buffet, Carnevale, cioccolato, Feste, fritti, inverno


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Commenti (20)

  • Belle le castagnole, 16 anni che seguo la prova del cuoco portando allegria dando consigli e buone ricette da fare a casa. Natalia anche oggi ti seguo in Tv per la preparazione.

  • Che spettacolo! Facili e veloci. E tu sei bravissima a spiegare. È un vero piacere seguirti. Le metto nel mio ricettario. Grazie Natalia! Un abbraccio!

  • Buonasera Natalia…nn sono bravissima(forse xké ho il marito eccessivamente goloso pertanto evito) nel fare i dolci ma proverò la tua ricetta…

  • Belle Natalia complimenti come sempre..
    Però volevo chiederti una cosa ,sono morbide sia dentro che fuori..Perché io per andare sul sicuro per quanto riguarda la morbidezza le avevo sempre fatte con la ricotta..e poi, quanto si tengono morbide? Grazie mille e buona serata

    • @Nunzia polichetti- sono come muffin, hai presente quella morbidezza? con la crosticina saporita e dentro più morbide, non come i bomboloni però, è un altro impasto, tanto per capirci. si mantengono morbide anche per il giorno dopo ma cuocile poco, non superare il minuto e mezzo per volta mi raccomando altrimenti addio, diventeranno anche queste dure come biglie 🙁

  • Ciao Nat oggi ti ho seguita passo passo finalmente. Io non amo molto il Carnevale ma i nanetti si ovviamente e cercano il vestito giusto per la festa…a Milano poi per quello ambrosiano stanno pure casa ben quattro giorni da scuola (weekend compreso). Opterò per le castagnole al forno…solo a sentire che devo friggere mio marito si mette a ridere :). Prima o poi imparerò anche bene la frittura :). Buona serata baci Luisa

  • Strepitose e golosissime queste castagnole ripiene…slurpissssimo!!!
    Io sabato pomeriggio ho fritto bugie cone se non ci fosse un domani…con marmellata, con nutella, lisce in varie forme…Come fare felice gli uomini di casa…
    I miei figli non hanno mai considerato troppo il carnevale, quando erano piccoli subivano ciò che gli facevo indossare…poverini ^_^

    Buon divertimento e buon fritto a tutte!!

  • Ciao Natalia…le tue ricette le adoro….semplici e grande effetto!!! Ma le palline colorate, prima della cottura in forno? Ma non si sciolgono in forno?
    Grazie mille

  • Ti seguo sempre alla prova del cuoco e sei molto brava nella spiegazione delle tue ricette che anche le più difficile ce le fai capire facilmente.grazie.???

  • Eccomi di nuovo. Se non le facevo non mi davo pace. Detto fatto ieri me le sono fatte a merenda. Una golosità unica davvero e super facili, niente spianatoia, dieci minuti in tutto. Moooolto buone. E domani si replica per le compagne del laboratorio. Grazie Natalia, sei un mito. Un abbraccio a te e alle bimbe. Anche io continuo a chiamarle così, nonostante abbiano 25 e 30 anni …?

    • @Olivia- che bello!! sono piaciute tanto anche a me e sono propio felice del tuo successo, domenica le rifaccio anche io perchè Chiara Lunedì le porta in ospedale. tanto sono buonissime anche il giorno dopo

  • Buon pomeriggio…io ho provato a farle seguente con precisione le dosi ma mi è venuto un impasto appiccicoso tanto che le fruste del frullatore non riuscivano più a girare..come posso recuperare?

    • @Valentina- mi spiace leggere solo adesso , l’impasto è morbido e forse avresti dovuto farlo a mano. poi basta un uovo più grande o una farina che assorbe meno e la consistenza varia. potevi semplicemente aggiungere un po’ più di farina e provare ad addensare tutto.

Rispondi a Luisa-mamilu Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency