Frappe al forno

Mi avete chiesto spesso la ricetta delle frappe al forno, in tanti volete sapere se la ricetta delle tradizionali frappe fritte può essere utilizzata anche per questa cottura più leggera.
Il mio parere?
No!
Se volete delle frappe leggere, friabili, croccanti, non potete utilizzare la stessa ricetta perché manca della quantità di grassi che nella cottura al forno serve per evitare che le nostre frappe secchino troppo e rimangano dure come delle lastre di vetro 😉
Poi naturalmente i gusti sono gusti eh?
Nelle mie continue sperimentazioni però, come dico sempre non si finisce mai di imparare e ringraziando il cielo una delle cose positive del passare del tempo è che hai alle spalle più esperienza di chi ne ha accumulato meno di te ;), esperienza e lavoro mi hanno permesso di mettere a punto finalmente una ricetta che mi soddisfa.
Così oggi vi posso dire con fierezza che si, le frappe al forno si possono fare e il loro risultato è appagante, vale la pena di prepararle, e di gustarle e con piacere di condividerle!
Gli ingredienti per le frappe al forno sono quelli del mio “impasto magico” chi ha seguito la mia diretta su fb (se non lo avete fatto l’ho salvata nella mia pagina nella sezione video qui)  lo ha già conosciuto .
Con questo impasto si possono preparare ricette salate, ma anche ricette dolci basterà variare la quantità di sale e di zucchero.
Per le frappe, procedete ad inserire anche gli aromi di vostro gradimento come ad esempio buccia di limone, oppure un cucchiaio di liquore aromatico (rum, limoncello, liquore strega, anice) e seguite con attenzione le semplici indicazioni nel box della ricetta.
Fate ancora in tempo a prepararle per festeggiare il carnevale in questa ultima settimana.
Vi ringrazio come sempre e vi do appuntamento alla prossima ricetta!

Chi ci sarà domenica 3 alle 18 alla libreria mondadori sulla tuscolana?

 

Frappe al forno

1 Vassoio
Facile
10 minuti
20 minuti

Ingredienti

  • 300 g di farina 0
  • 200 g circa di panna fresca
  • Un cucchiaio di zucchero
  • Un pizzico di sale
  • 1/2 cucchiaino di lievito istantaneo per torte
  • Zucchero a velo

­Procedimento

  • Impastate velocemente gli ingredienti aggiungendo la panna un po’ alla volta, se dovesse essere necessario aggiungetene o lasciatene da parte fino ad ottenere un composto sostenuto, avvolgetelo nella pellicola e fate riposare in frigorifero almeno 1 oretta, dovrà raffreddare bene e ricompattarsi.
  • Riprendete a lavorare e come prima cosa scaldate il forno a 200 gradi in modalità ventilata oppure 220 gradi in modalità statica.
  • Prelevate una porzione di impasto, con l’aiuto della macchinetta o anche con il mattarello stendete la pasta molto sottile, badate bene a questa indicazione , sottile significa all’ultima tacca della macchina ripassata possibilmente due volte e per chi la stende al mattarello la pasta deve essere trasparente, se non raggiungete queste caratteristiche le vostre frappe al forno seccheranno e basta senza formare bolle e diventare friabili.
  • Scaldate se potete la teglia del forno, poi adagiate un foglio di carta da forno e sopra le frappe che avete steso, inserite la teglia nel forno e calcolate 3 minuti.
  • Se la temperatura sarà stata raggiunta e il vostro forno cuoce bene in quel lasso di tempo vedrete le frappe sollevarsi e prendere colore.
  • Se vedete che questo non accade -la temperatura non è ancora stata raggiunta- le frappe non sono abbastanza sottili-non avete fatto riposare l’impasto.
  • Proseguite stendendo un’altra porzione di impasto mentre le frappe precedenti sono in cottura così non appena saranno pronte ne sistemerete subito altre e via via finite gli ingredienti.
  • Appena togliete la frappe del forno spolveratele di zucchero a velo così il caldo tratterrà sulla superficie in parte lo zucchero.

Note

È tutto molto veloce grazie a questa cottura di pochi minuti ad alte temperature le vostre frappe rimarranno croccanti friabili e leggere proprio come vogliamo noi.
Le potete preparare tranquillamente anche un paio di gironi prima basterà conservarle in un luogo asciutto e non umido.
Se volete potete anche decorarle con la ghiaccia fatta con zucchero a velo e acqua o con cioccolata fusa.


Vuoi condividere questa ricetta?

Comments (12)

  • Ciao Natalia ti seguo da molto tempo sei proprio brava! Per le frappe al forno la panna da utilizzare è quella da montare? Grazie

  • Sempre grazie Natalia…queste sono da provare perché anche io ho sempre sostenuto che i dolci di carnevale DEVONO essere fritti…Ma non mi son mai voluta mettere in competizione con le frappe della mia mamma, che é mancata 3 anni fa a 101 anni…e fino ai 95 le ha sempre fatte persino per il portiere….Oltre quelle semmplici faceva quelle ripiene…come si usa a Roma, con ricotta zucchero e cannella, tipo ravioli…
    Ormai solo un ricordo…Un abbraccio…che poi abituata da ragazzina al Carnevale del Piemonte…stavo in un paese vicino ad Ivrea…a Roma il Carnevale non so che sia…Un abbraccio…

  • Grazie Natalia, le proverò senza dubbio. In casa mia, il fritto si cucina solo per carnevale, (non amiamo molto i fritti e non mi piace cucinarli)…Non mi sembra vero, poterlo evitare anche in questa occasione!
    Grazie e buona giornata!

  • Natalia sono supersquisite! Finalmente una ricetta di chiacchiere al forno (sono milanese, le chiamiamo chiacchiere…) che riesce bene, non mi sono venute bollose come le tue ma non male. Sai qual è il problema? Non si riesce a smettere di mangiarle!!! Da ragazza facevo le chiacchiere con la ricetta di Petronilla, mio padre aveva sistemato in giardino cucina del gas, lavandino e tavolo, friggevo per un pomeriggio intero, famiglia numerosa 6 figli, adesso detesto friggere in casa, così stamattina avevo in cucina un profumo inebriante mentre cuocevano le tue frappe nel forno invece dell’odore di fritto. Grazie!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valuta la ricetta




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani

Sito fatto con gusto da Nagency