Involtini primavera non fritti

Leggerezza è la parola d’ordine in questi giorni, anche se passando per le strade ed entrando nei supermercati sono già comparsi i primi dolci di carnevale, noi però per il momento non dobbiamo cedere alla tentazione.
Ci sono tanti buoni pasti che possiamo preparare senza rinunciare al gusto e al divertimento.

Oggi ho proposto alla mia famiglia gli involtini primavera non fritti, li avete mai mangiati?

Sono pochi i ristoranti asiatici che ce li offrono, conoscendo la nostra predilezione per i cibi croccanti si sono adeguati anche loro a queste abitudini, in realtà durante il nostro viaggio in Giappone abbiamo scoperto come da quelle parti si usino mangiare soprattutto così, un foglio di riso ammorbidito in acqua fredda che viene utilizzato come contenitore per tutto: verdure e pesce, comodissimi perché leggeri e divertenti perché possono racchiudere contenuti diversi.

Oggi ve li propongo con una farcitura abbastanza classica e pratica, cavolo cappuccio carote zenzero cipollina e soia, ma mi sto preparando per assemblare altri ingredienti perché quando arriverà la bella stagione saranno il nostro prossimo mai più senza, vi ho avvisato!

Involtini primavera non fritti 

24 persone
Media
30 minuti
5 minuti

Ingredienti

  • 200 g di carote
  • 300 g di cavolo cappuccio
  • Una cipollina fresca
  • Zenzero (fresco o in polvere)
  • Salsa di soia
  • Sale
  • Olio di semi

Per accompagnare:

  • Salsa di soia
  • Salsa dolce piccante
  • Fogli di riso da idratare

­Procedimento

  • Grattugiate le carote con la grattugia a fori grossi.
  • Affettate sottilmente il cavolo cappuccio.
  • Mettete le verdure in ciotola e aggiungete un cucchiaino scarso di sale, mescolate bene e unite anche la cipollina fresca tritata.
  • Lasciate riposare 10 minuti.
  • Mettete in una padella antiaderente o in un wok un cucchiaio di olio di semi , strizzate le verdure e fatele saltare giusto 5 minuti , aggiungete un po’ di salsa di soia e zenzero a piacere e fate insaporire..
  • Togliete dal fuoco e lasciate intiepidire
  • Componete i rotolini.
  • Mettete tre fogli di riso alla volta ben staccati in acqua fredda (meglio non metterli tutti insieme per non lasciarli troppo tempo mentre si farciscono i precedenti e rischiare che si ammorbidiscano troppo).
  • Dopo circa 1 minuto saranno morbidi.
  • Prendete il primo disco e adagiatelo su uno strofinaccio leggermente inumidito.
  • Fate attenzione perché sono molto delicati.
  • Sistemate un cucchiaio di ripieno nella parte bassa del disco, piegate verso l’interno le due estremità per racchiudere il ripieno, e arrotolate facendo aderire bene e stringendo in modo che il rotolino sia ben compatto.
  • Procedete con gli altri due fogli.
  • Ammollate ora altri 3 dischi di riso e continuate fino ad esaurire gli ingredienti
  • Conservate i rotolini nello strofinaccio umido fino al momento di servirli.

Note

Potete anche decidere di friggerli in olio di semi, ma a questo punto vi consiglio di utilizzare due sfoglie di riso per ogni rotolino per ottenere una crosticina più soddisfacente.
Vuoi condividere questa ricetta?

secondi, senza glutine, Vegetariane

Comments (10)

Rispondi a Roberta Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency