spirale con albicocca e uvetta

Spirale con albicocca e uvetta

vai subito agli ingredienti

Oggi in trasmissione a E’ sempre mezzogiorno con Antonella Clerici, ho presentato una ricetta tratta dal mio libro I dolci di casa (che al momento sembra introvabile, sarà il suo destino, mah?) questa spirale con albicocca e uvetta.
Io starei sempre ad impastare e a preparare brioche e torte lievitate, quando studio qualche ricetta cerco però di raggiungere alcuni compromessi: il primo fra tutti è quello di alleggerirle dal burro, metterne quindi quel tanto che basta a profumarle e cercare di ottenere la morbidezza con altri ingredienti.
In questo caso lo yogurt aiuta molto, lo zucchero di canna poi trattenendo un po’ più di umidità collabora egregiamente e il risultato è meraviglioso. La farcitura per questo intreccio è molto delicata, ho messo confettura di albicocca che non aggredisce l’impasto ma lo esalta. Voi potete anche sostituirla con il cioccolato se volete un dolce più aggressivo e deciso o diventa perfetto anche con un velo di crema a voi la scelta.
Per quanto riguarda il lievito ormai lo sapete meno ne mettete più i tempi di lievitazione aumenteranno ma il prodotto rimarrà più digeribile e anche più morbido nel tempo, se invece fate come me e vi piace preparare e mangiare subito il vostro “lavoro” seguite le mie dosi e vi garantisco che non ve ne pentirete!

Spirale con albicocca e uvetta

8
Media
35 minuti

Ingredienti

  • 500 g di farina 0
  • 120 g di yogurt bianco denso
  • 50 g di burro
  • 1 uovo intero
  • 15 g di lievito di birra
  • 1 cucchiaio di rhum
  • 80 g di zucchero di canna
  • pizzico di sale
  • 80 g di acqua
  • buccia di limone bio

farcitura

  • 3 cucchiai abbondanti di confettura di albicocche
  • 3 cucchiai abbondanti di uvetta
  • 3 cucchiai di mandorle a lamelle
  • 2 cucchiai di granella di zucchero
  • 30 g di burro (morbido)

­Procedimento

  • Usate la ciotola o l’impastatrice, versate la farina, lo yogurt, il lievito sbriciolato, lo zucchero di canna la buccia del limone, l’uovo e iniziate ad impastare.
  • Aggiungete pian piano l’acqua, dovrete ottenere un composto abbastanza morbido, compatto ed elastico .
  • A questo punto unite il burro morbido, lavorate fino a quando non avrete ottenuto una pasta bella lucida elastica e morbida (nel caso in cui i vostri ingredienti lo richiedano aggiungete altre acqua).
  • Mettete a lievitare coprendo la ciotola con la pellicola trasparente fino a quando non avrà raddoppiato il suo volume vi occorreranno 2/3 ore (potete aggiungere altro lievito fino a 25g se volete velocizzare la lievitazione).
  • Infarinate il piano di lavoro, prendete l’impasto e stendetelo prima con le mani poi continuate con il mattarello fino ad ottenere un rettangolo lungo circa 70 cm e largo 40.
  • Spennellate con il burro morbido, distribuite la confettura di albicocche, l’uvetta precedentemente ammollata nell’acqua e asciugata e due cucchiai di mandorle a lamelle. Arrotolate ed ottenete un cordone che andrete a tagliare a meta per la lunghezza. Intrecciate le due parti facendo in modo che la parte tagliata aperta rimanga in alto .
  • A questo punto delicatamente arrotolate la pasta partendo da una cima formando una spirale. Ungete uno stampo da torta da 24 cm di diametro e adagiate la pasta spolverate con le restanti mandorle e lo zucchero a granella, lasciate riposare per almeno 30 minuti.
  • Accendete il forno a 180 gradi.
  • Cuocete la torta per circa 30/35 minuti.
  • Una volta cotta spennellatela se lo desiderate con un po’ di confettura di albicocca per renderla bella lucida!

 

 

Vuoi condividere questa ricetta?

Comments (12)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valuta la ricetta




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani

Sito fatto con gusto da Nagency