Questo piatto ci rappresenta nel mondo…ma voi lo fate?

Certamente le polpettine al sugo entrano in tutte le nostre cucine, per molti bambini è anche il piatto preferito, ma l’abbinamento con gli spaghetti? Come lo vedete?
Mah, io ci ho voluto provare, se non altro per sentirmi un po’ più patriottica, poi ho coinvolto le bambine a fare le polpettine, e dopo gridolini di disgusto (le loro manine non sono sprofondate molto volentieri nella carne macinata, hanno trovato la consistenza della carne con il pane l’uovo e il formaggio puzzolente e “schifiltosa” come ha detto Laura) siamo riuscite a preparare le polpettine per il sugo, usando la carne del nonno Enzo, biologica e magnifica, questo sì che è mangiare bene!!!

Allora la nostra impressione è stata quella di preferire il riso alla pasta , gli spaghetti scoraggiano i bambini che dopo la prima forchettata poi si stufano perché perdono troppo tempo ad arrotolare e assecondare lo spaghetto che se ne va di qua e di là dalla bocca toccando le guanciotte e lasciando il segno, da sconsigliare alle principessine o a chi si vuole sbrigare in fretta perché poi deve giocare. Questo piatto è dedicato ai bambini di “meditazione” cioè a quei bambini che si gustano lentamente il cibo , che non hanno fretta di portarselo in bocca, che pian piano lo finiscono tutto, che hanno genitori pazienti di aspettare che…oh ma ce ne sono bambini come questi? Fatemi sapere a casa vostra che battaglie dovete affrontare e che tipo di bambini avete sottomano. Tra le mie figlie: Silvia “odia” gli spaghetti, lei è quella della serie -trangugia più in fretta che puoi così poi puoi scappare!-, Chiara invece li apprezza- lei è più calma, le fa piacere stare a tavola con noi entro certi limiti è ovvio-, Laura si distrae troppo e non vuole sporcarsi quindi mettiamo un nì come gradimento mentre per la vorace Elisa, il bicchiere per tagliarli (metodo nonna Iole) deve essere pronto, dopo la prima forchettata si spazientisce e vuole metterli in bocca più velocemente con il cucchiaio, beh, signori, la fame è la fame!!!

Spaghetti con polpette

6 Persone
Facile

Ingredienti

Ingredienti per 4 adulti e 2 bambini:

  • 250 gr di carne macinata
  • 50 gr di parmigiano
  • 1 panino (bagnato e strizzato nel latte)
  • 1 uovo solito impasto dunque
  • 1 scatola di pomodori pelati
  • 1 cipollina fresca
  • 400 gr di spaghetti ai cereali
  • basilico
  • parmigiano

­Procedimento

  • Procedete con il solito metodo a fare le solite polpette che però farete piccoline.
  • Friggetele in olio extravergine di olive, si fa in un attimo!
  • Preparate il sugo di pomodoro, rosolando la cipollina poi aggiungete il pomodoro passato, sale, basilico.
  • Quando il sugo sarà quasi pronto tuffate le polpettine che si insaporiranno bene.
  • Cuocete gli spaghetti, scolateli al dente, conditeli in bianco con un po' di olio extravergine poi servite con al centro il sugo di polpettine alla maniera“internazionale” oppure alla moda di “casa nostra”.
  • Mescolate direttamente gli spaghetti nel sugo e portate in tavola con abbondante parmigiano.
Vuoi condividere questa ricetta?

Carne, integrale, Pasta, polpette, sugo


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (16)

  • Dunque, io in casa ho: una Elisa, l’impaziente Anna che se il cibo non è facile da ingurgitare perde la pazienza e si butta sul pane; una Chiara… Chiara appunto, che mangia con calma e si gusta il cibo e le chiachiere tra commensali; una Silvia… anch’io come lei odio gli spaghetti… alla sua età poi mangiavo più velocemente possibile e poi via come un razzo (sport, amici… e chi aveva tempo per mangiare!) e poi un vorace Comandante che, se c’è il sugo rosso, va bene tutto!
    Credo che ci proverò, per una volta posso sopravvivere agli spaghetti.
    Bella trovata!

  • Ti posso solo dire che da bambina, pur essendo di indole flemmatica e “meditativa” anche nei pasti, non amavo gli spaghetti nè tanto meno le polpettine, sebbene mi divertissi un mondo a modellarle insieme alla mamma …
    Spaghetti o non, i bambini adorano le polpettine 🙂

  • Uhmmmm…. mi sa che le polpettine da sole continuo a preferirle… Per Andrea gli spaghetti sono ancora un rompicapo insolubile e alla fine li preferiamo con un bel ragu.
    Però la foto del piatto è bellissima.

  • mai fatti, ma mia mamma si. Non con gli spaghetti, ma in sicilia il sugo con le polpettine si fa molto spesso.
    Me ne sono ricordata solo quando ho visto mia figlia mangiarlo a casa sua.
    In realtà è geniale se ci pensi, primo e secondo insieme!!!

    IO ODIO GLI SPAGHETTI!!!

  • Tutto come descrivi tu!
    Ai miei ragazzi, viva-l’-Italia-fino-al-midollo, piaceva un mondo mangiare gli spaghetti! Ero io che non avevo sempre l’umore giusto da assistere alla “festa in tavola”: schizzi, spaghetti in transito dal piatto alle boccuccie, forchette stra-cariche…

  • vediamo un po’…. Emilio che é 22 kili a 8 anni (non precisamente il buongustaio di famiglia) é molto molto garbato. Due, tre forchettate di spaghetti con stile impeccabile e poi : ” grazie mamma io sono sazio.” Immediata la collaborazione di Isabella (che di anni ne ha 12 e di kili 40) che vuoterebbe velocemente e senza nessuna pausa meditativa il piatto. Anche quello del fratello, se non lo togliessi in tempo. Le polpettine, beh quelle sono un mito, a patto di allungarne una al terzo fratellino peloso, il gatto achille, che senno’ si offende e graffia!

  • mi sono divertita un mondo a leggere tutti i commenti!!!
    Ottavio mangia sia spaghetti che tagliatelle…..anche se non con grande entusiasmo….diciamo che si rompe un po’ le scatole e fa morire dal ridere quando si ritrovacon qualche spaghetto penzoloni dalla bocca, e allora inizia a girare la testa a destra e sinistra per “accompagnare” l’operazione di taglio coi denti!!!

    @Nicoletta troppo forte il tuo reportage!!!

  • Certo, il rapporto bambini-spaghetti non è sempre facile. Ma quello bambini-polpette è di sicura riuscita! Perché le polpettine hanno un aspetto giocoso e piacciono davvero a tutti… me compresa. Che oggi ho scritto un post proprio sull’argomento “cibo in forma di palline”, o polpette che dir si voglia.
    Carino questo spazio, dedicato alla cucina per ragazzi: lodevolissimo intento, per un tema che mi sta molto, molto a cuore… Dunque brava! E a presto
    Sabrine

  • Che meraviglia, la foto e anche l’idea di fare un piatto unico.
    I piatti molto gettonati in famiglia sono: spaghetti al pomodoro e anche le polpette, quindi immagina che piacere

  • hehehe i miei due cuccioli amano gli spaghetti, ma il grande è lentissimo a mangiare e si stanca in fretta, la piccola non li sa ancora mangiare e si strozza se non sono della lunghezza giusta!insomma come capirai non li faccio quasi mai anche se io li adoro con le polpette!e vai con la pasta corta!baci(sto’ facendo i tuoi fantastici barattoli da regalare con dentro gli ingredienti per i biscotti, che idea geniale hai avuto!)

  • maetta: certo mi piacerebbe anche vedere ottavio che scuote la testa per tagliarsi lo spaghetto…. 10 e lode per l’impegno, cucciolo!

  • nico che ci fai alzata a quest’ora? Io assisto Carlo nella compilazione dei moduli per intercultura (mannaggia a lui, sempre all’ultimo…) ma vorrei tanto trasferirmi a letto!!
    Passare di qua e trovarti…che bello!
    Leggere di spaghetti…e no, non mi tornerà mica fame?!:-0
    😉

  • ciao manu. sono una nottambula felice. chi diceva ‘amo la notte perche’ il giorno e’ di tutti’?
    il marito in viaggio di lavoro, i miei due guerrieri finalmente vinti, c’e’ silenzio e il tempo si dilata. cosi’ faccio tutte le cose che mi piace fare e che mi sono sfuggite durante il giorno. baci per ora, e compila bene i moduli che poi mi spieghi quando mi tocca (eh perché mi tocca prima o poi…..)

  • @luby – sai che non ci avevo pensato!

    @monica:) -che ridere il fatto che il comandante dove vede rosso tira dritto e mangia. sarà mica, sotto, sotto un torello?
    qui a casa gli spaghetti li gusta solo mio marito, ed è per questo che non li faccio quasi mai….povero calabresotto , lui dice che è il tipo di pasta migliore che ci sia, ma noi tutte non siamo d’accordo!!

    @lenny – brava lenny, sei d’accodo con le donne della mia famiglia, le polpettine non si toccano!!!

    @Silvia gc – accipicchia, è vero anche con il ragù , all’estero ti propongono spessisimo gli spaghetti con il ragù, qui silvia,mi dispiace prorio ma da brava emiliana ti dico che con il ragù mangio solo le tagliatelle all’uovo, al massimo come pasta corta la gramigna, lo spaghetto …no, quello a casa mia passa solo alla carbonara!!!

    @alem – mi piace sentire che non siamo le uniche a non preferire gli spaghetti! cercavo di giustificare questi gusti delle ragazze con la presenza di qualche gene del nord ereditato da parte mia, ma come vedo nord o sud non centra niente. ma qui a chi piace lo spaghetto. sulle polpettine vedo che continuano a non esserci dubbi. buone per tutti!!!

    @mannu – mi ricordo , mi ricordo. facce rosse, magliette di più!

    @nicoletta – da te c’è di tutto, apprezzamento del gatto che però immagino non ami gli spaghetti, si sporcherebbe tutto il pelo, giusto?

    @susanna- e brava sara, con le maniere forti è sempre meglio…soprattutto quando si deve mangiare!grazie susanna e ben arrivata

    @maetta – l’avevo detto io che i bambini, anche quelli che partono con le buone intenzioni, poi si scocciano….però dobbiamo farglieli mangiare ogni tanto, qui lo dico e qui lo nego, ma mio cognato , per non sporcarsi mangia gli spaghetti aiutandosi con il cucchiaio…nun se po’ vede! per favore gli italiani che mangiano gli spaghetti con il cucchiaio proprio no!!

    @Sabrine d’Aubergine – grazie, molto divertente anche il tuo post, mi piace come scrivi. scrivo di cibo per bambini uno perchè mi piace molto, due perchè ci sono dentro fino al collo, con quattro figlie…l’allenamento continuo facilita il pensiero e la realizzazione delle idee.

    @mara – allora li da te un punto anche per gli spaghetti, mi sa che siete più grandi in famiglia vero?

    @sly- piccoli i tuoi bambini…immagino le loro fatiche e le loro difficoltà. grazie per i vasi, vedrai che saranno apprezzati, io ne ho già regalati un paio e mi pare che siano andati a buon fine!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency