Trentaquattro minuti…solo trentaquattro minuti!

Vi va l’idea di preparare circa 22 pizzette morbide, gustose, leggere, senza lievito, in soli trentaquattro minuti?
Abbiamo cronometrato il lavoro con le bambine, un pretesto anche per sottolineare a queste piccole aiutanti la cognizione del passare del tempo e del movimento delle lancette dell’orologio. Ormai è ora e mi sono accorta che fanno ancora fatica a realizzare il trascorrere delle ore e delle giornate, ma a scuola queste cose no? Oppure loro non stanno attente? Chissà, so solo che da questo esperimento in cucina , quando dico che fra poco è ora di andare in piscina e devono mettersi il costume, loro mi rispondono – fra poco come il tempo per fare le pizzette?. Quando si dice che l’esperienza vale più di tutto, e con una mamma come me, che passa parecchio tempo a spentolare, la cucina diventa la nostra aula e il momento di imparare non solo a cucinare ma a :contare, disegnare, scrivere, insomma la ricetta è praticamente solo un pretesto.

Ottimo direi in questo caso, si, queste pizzette le avevo viste fare da Natale Giunta in trasmissione, ma lui non ha dato gli ingredienti precisi,ha fatto tutto ad occhio e spiegato troppo velocemente. A me l’idea è piaciuta così me le sono preparate a casa, con calma, ho calibrato gli ingredienti e mi sembra di aver raggiunto un buon risultato, così ho deciso di rifarle in collaborazione con le bambine. Se teniamo pronti tutto ciò che ci serve,e le farciture , in trentaquattro minuti assembleremo, condiremo, cuoceremo e sforneremo dell’ottima “pasticceria salata” come l’ha chiamata Natale, sarà divertente e i nostri bambini potranno avere la soddisfazione di mangiare subito il loro lavoro senza dover attendere tempi troppo lunghi.

La pasticceria salata

22 Pizzette
Facile
12 minuti

Ingredienti

Per le pizzette:

  • 3 uova
  • 3 cucchiaini di zucchero
  • 50 g di farina
  • 30 g di olio extravergine
  • sale

Per farcire le pizzette:

  • pomodorini
  • origano
  • mozzarella
  • olive
  • alici
  • würstel
  • stampini in silicone

­Procedimento

  • Accendete il forno a 180°, preparate i vari condimenti, in due ciotole dividete i tuorli dagli albumi, montate prima quest’ultimi, poi passate a montare i tuorli con i tre cucchiaini di zucchero.
  • Aggiungete all’ultimo composto l’olio, il sale, la farina. Unite un cucchiaio abbondate di albume montato a neve ed alleggerite la massa, aggiungete il resto degli albumi muovendo delicatamente dall’alto al basso la frusta.
  • Distribuite un cucchiaio scarso di crema negli stampini di silicone (in mancanza potete versarlo nei pirottini di carta).
  • Vanno benissimo quelli per i muffin o anche a cuoricino, fiorellino insomma tutti quelli che avete a disposizione, non mettetene molto perché il composto si gonfierà con il rischio di diventare troppo alto di spessore.
  • Condite a vostro gusto usando gli ingredienti che avete scelto abbondando nel ripieno.
  • Cuocete per 10/12 min fino a quando non vedete che prenderanno colore.
  • Et voilà i salatini sono pronti per essere mangiati, avranno una consistenza soffice (mio marito ha detto un po’ gommosa ma buona).
  • A me sono sembrati solo buoni, potete anche sostituire metà della farina con metà fecola.
  • I miei preferiti sono stati quelli con pomodori, mozzarella, alici e peperoncino, si mantengono bene anche per il giorno successivo!
Vuoi condividere questa ricetta?

Carne, Feste, formaggio, pizzette, pomodoro, verdure


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (22)

  • @Federica – qui c’è voluto un attimo a frli ed anche un attimo a farli sparire!

    @alem – forte i due numeri- grazie allora siamo in due

    @Betty – facciamo una gara tra figli? super betty e la sua troupe contro mamma natty and company!

    @Mannu – non ti fidi? prooova!!!! che ridere ti ricordi i gatti di vicolo miracolo? dai che noi abbiamo l’età per farlo, prroooova!

  • …prova a dare un calcio alla moviola,
    crolla di colpo il mondo dello sport,
    prova a stare in piedi per un mese
    dentro una tendina canadese… 🙂 🙂 🙂

    Cerrrrto che provo!
    Mi sembrano un’ottima idea… le tueson bellissime e trasmettono morbidezza dallo schermo del computer: CHE FAME!!!

  • @alina – grazie sei molto gentile! buon fine settimana anche a te!

    @annarita – hai visto che tempaccio! se anche domani sarà così brutto li rifaccio anch’io! baci

    @monica:) – ma come fai a ricordartele tutte, non te ne sfugge una! mitica monica, quando ho letto la prima riga ho pensato e adesso che vuol dire, poi continuando a leggere ho riso e mi son detta che tu sei troppo forte!!! prrr(moscia)oova!!

  • proova a stare in piedi per un mese, deeentro una tendina canadeseee. che bello, che ricordi! ebbene si abbiamo ancora l’età per provare. intanto le pizzette senza lievito che mi sembra un’idea grandiosa (ma come fai con 50 gr di farina che non lievita a farne così tante???). Poi, possiamo ancora fare un respiro profondo e dare fuoco alle nostre micce. non siamo più bimbe ma la nostra é una generazione che ha fatto tante cose e si é anche divertita. a volte penso che ce la siamo goduta molto di più di quelli che sono ragazzi ora. Oddio che discorsi da nonna!

  • @nicoletta – parole sante, condivido in pieno le tue riflessioni. e mi fa piacere che ricordi anche tu questa canzone e quel periodo, pensa che la mannu non ne ha più la pallida idea!

    @maetta – davvero, no dico davvero per le pizzette. mi avevano incuriosito e come me gli spttatori della pdc, dal momento che questa è una delle ricette più cliccate nei video della trasmissione. ma purtroppo Natale Giunta non ha dato le dosi così ho voluto mettermi alla prova e in base ai miei ricordi sul campo (ho seguito alla lettera il suo procedimento in studio) ho cercato di riprodurle. il risultato gradevole,leggero…da rifare senz’altro anche quando ti arrivano ospiti all’improvviso! baci

  • il prossimo 13 marzo Ottavio compie 4 anni! naturalmente gli farò la festa con gli amichetti, ma per evitare di avere casa distrutta preferirei farla in giardino….quindi…..anche se questo vorrà dire aspettare un po’, credo proprio che la farò più avanti, con maggiori garanzie di bel tempo! Però…..sto già pensando a cosa preparare…..e siccome avevo in mente il babà rustico, al suo posto potrei provare queste pizzette, che non necessitano di lievitazione!!! Vedremo!! baci

  • ottima veramente questa idea di preparare pizzette con così poca farina ,ma soprattutto senza lievito che riesche ogni volta che lo mangio a gonfiarmi il viso
    brava!.

  • Ciao Natalia, quel giorno ho visto la pdc e mi sono scritta gli ingredienti, anche se la prima volta in cui ha spiegato la ricetta ha detto alcune dosi e poi ne ha dette altre, li ho scritti entrambi, ma quella giusta non so quale sia!
    Le dosi erano: 15 gr. di sale da aggiungere ai 3 albumi, poi a parte 3 tuorli+20 gr. di zucchero, si montano, poi si unisono o (50 gr. di farina +10 gr. di fecola) oppure (100 gr. di farina+ 50 gr. di fecola).
    Forse le avevi già provate con queste dosi e hai visto che le tue pizzette sono più buone, comunque, mi sa che conviene nel dubbio, andare sul sicuro e fare la tua ricetta.

    Grazie e buona giornata, Cecilia.

  • @Cecilia – si ho fatto diverse prove, i 100gr di farina più i 50 scordateli proprio perchè viene fuori un mattone, i 50 gr di farina e 10 di fecola invece vanno bene anche se a me la consistenza della fecola non piace molto. grazie comunque di aver condiviso la ricetta come l’ha descritta natale sei stata un aiuto prezioso!

  • Ciao Natalia, mi piace molto questa tua ricetta e vorrei rifarla per la festa di fine anno di mia figlia, come posso aumentare le dosi raddoppio tutti gli ingredienti?
    Grazie per i tuoi preziosi consigli.

  • @mary- mi ero persa il tuo commento scusa:) il sale, beh, io vado a occhio, mezzo cucchiaino può bastare!

    @Paola – io ti consiglio di ripeterla due volte, a meno chè tu non abbia tanti stampini al silicone e un forno da 90 per cuocere tutto insieme. ho paura che nell’attesa che venga il turno della seconda sfornata l’impasto un po’ si sgonfi. allora io farei prima una dose e mentre si cuoce metterei avanti la seconda così quando li sforno non devo fare altro che togliere i primi dagli stampini e distribuire la seconda tornata di composto! Mi raccomando metti poco impasto nello stampino perchè gonfierà parecchio e poi la pizzetta ti verrebbe troppo alta e il ripieno si perderebbe nella base. Insaporsci bene che sono più buone! ciao e buon lavoro se hai altri dubbi scrivi 😉

  • Ciao Natalia, venerdì scorso ho fatto queste pizzette, purtroppo non avevo gli stampini di silicone ed ho usato i pirottini di carta e l’impasto è rimasto un po’ attaccato alla carta, ma quello che si riusciva a staccare era buonissimo. Appena li trovo compro gli stampini al silicone e ci riprovo perchè è una ricetta veloce e gustosa. Grazie per tutte le tue idee. Paola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency