Le perle nel piatto

Scritto da Natalia il .
Pubblicato in Secondi.

Non assomigliano a perle queste polpettine di pollo al limone?
L’osservazione l’hanno fatta le bambine piccole quando si sono trovate davanti il piatto, mi sono distratta un attimo e già si stavano organizzando confabulando piano piano per fare una collana di perle di pollo, meno male sono intervenuta in tempo spiegando loro che forse non era il caso!

I bambini hanno un’immaginazione che lavora alla velocità della luce, a volte dovremmo prendere l’esempio da loro, anche per risolvere qualche momento d’empasse.
Ieri è stata una giornata di prove tecniche in cucina, ovvero dovevo preparare ed “inventare” una serie di ricette che mi avevano richiesto sia per lavoro che per amicizia, chiusa (si fa per dire) in cucina, tra ingredienti dolci e salati, pentole, robot e cane sempre all’erta! Qualche preparazione mi ha un po’ delusa e dovrò aggiustare un po’ il tiro, queste polpettine invece hanno conquistato prima me (la loro preparazione è semplicissima) poi la tavola della mia famiglia. Senza glutine, saporite al punto giusto, si possono mangiare calde o anche fredde, la salsina al limone semplicissima dona a loro una freschezza gradevole e l’accompagnamento del riso profumato basmati le arricchisce e ne fa un piatto quasi completo.
Adatta anche da mettere nel cestino dei bambini per pranzo o da portarsi con se per una scampagnata all’aria aperta.

Le polpettine di pollo

50 Polpettine
Facile

Ingredienti

  • 400 g di petto di pollo
  • 1 patata lessata (250 g circa )
  • 50 g o più di parmigiano grattugiato
  • sale alle erbe
  • 2 limoni piccoli bio
  • scorza di limone grattugiata
  • 1 cucchiaino abbondante di maizena
  • 300 g di acqua o brodo vegetale
  • olio extravergine di oliva qb
  • riso basmati (per accompagnare)

­Procedimento

  • Tritate la carne di pollo ( anche nel robot va bene), schiacciate la patata lessata e amalgamate bene il composto unendo il parmigiano il sale alle erbe e un po’ di scorza di limone grattugiata.
  • Formate delle piccole polpettine delle dimensioni che desiderate, io le ho fatte un po’ più grosse di una ciliegia.
  • Versate in una padella un po’ di olio, quel tanto che basta per fare in modo che le polpettine si possano rosolare alcuni minuti.
  • Versate in un recipiente il succo dei limoni, un cucchiaino abbondante di maizena, il brodo vegetale o acqua insaporita con sale, tutto a freddo per non fare grumi. 
  • Mescolate bene ed aggiungete il tutto nella padella con le polpettine facendo così ultimare la cottura della carne e addensare leggermente la salsa.

Note

Mi piacciono perché: sono un alternativa fresca alla solita fettina di pollo; sono senza glutine e senza uova; sono facili e veloci; si possono preparare in anticipo ed essere consumate fredde o riscaldate.
Vuoi condividere questa ricetta?

Carne, pollo, polpette, riso


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Commenti (18)

  • bellissima idea!! ti seguo sempre e ti ammiro davvero tanto!! io faccio dei bocconcini di pollo molto simili … proverò a fare le modifiche e sono sicura che saranno un successone!! come tutte le tue ricette ovviamente!! un caro saluto!

  • Sono deliziose queste polpettine!!! Sicuramente mio figlio gradirà.. primo perchè tutto ciò che è polpetta a lui piace.. e poi, perchè fin da piccolo adora il limone (non so come fa… ma si mangia le fettone intere…). Un abbraccio, Stefy

  • Naturalmente Vittorio non si è messo l’apparecchio, glielo hanno messo!:-) E’ che in questo periodo sono a corto di parole, s-lessico. Sono messa come il tuo cane, spompa (tradotto sgonfia, non al massimo). Spompa ma felice, insomma primaverile.
    L’Eli sente l’amore e mangia pochissimo (l’unica dieta che funzioni), Carlo sta risalendo la china e guadagna posizioni verso la promozione – al chè prende la chitarrina (così la chiamo io, in realtà è una fender telecaster che ci esaspera) e suona e suona e suona, Vittorio fa il suo sport preferito, guarda la tv mentre tira su la saliva, colpa del metallo pesante appiccicato ai denti (è bellino anche così, sì, Vittorio è il mio piccolino, ovvero il rovinato dalla madre!!)
    Ah, la vita! Quest’anno compio 45 anni e se oso lamentarmi mio marito mi apre la finestra della camera (siamo al sesto piano) e mi dice BUTTATI!
    X i laziali: domenica vado allo stadio Bologna-Lazio, ma tifo solo per mio marito, soffre tanto per la sua squadra rosso- blu!!!

    Natalia, le tue foto colorate sono sempre energizzanti naturali! Bacioni

  • per Natalia: ti ho postato il resoconto del gossip davanti alla scuola. Vedi commenti in ricetta precedente spaghettini infilati. ciao

  • ciao cara natalia, so cosa pensi dei premi e so che non hai mai tempo, però io sono ben felice di premiarti tutte le volte che ne ricevo uno!!adoro troppo il tuo blog^_^
    buona serata!!soribel

  • Ok, la prossima settimana le faccio (per domani ho già in programma il moussaka con zucchine e la sera: pizza)… saranno in grado di battere le polpette di pollo con i cornflackes???

    Ho in congelatore un bel po’ di uova al cioccolato al latte, è ora di rispolverare la ricettina veloce-veloce dell’anno scorso per i tortini golosissimi.
    Non ve la ricordate?
    Basta digitare “uova di pasqua di cioccolato al latte ” un successo assicurato, come sempre!

  • Ma che idea!Pensa stasera ho preparato straccetti di pollo con riso basmati alla curcuma…se avessi aperto prima il pc avrei trovato questa splendida ricettina,molto più invitante!!!!Le faccio di sicuro!Anche i miei piccoli adorano tutto quello che ha una forma “polpettosa” e sono entrambi amanti del limone(sarà merito del sangue siculo che scorre nelle loro vene…;-).
    Mannu,ti capisco,anch’io ho un debole per il piccolo di casa…mi guarda con una faccia da playboy in erba e mi dice “cocche cocche” cioè “mamma mi fai le coccole”?Ho già paura di quello che mi dirà la mia futura nuora…:-(

  • @mannu – quando torna a trovarmi gliene preparo un vagone!!!! povero vitti

    @Katia – ma che carina!!! grazie, davvero, anche la tua variante sarà di sicura appetitosa, se ti va, mandamela… ciao

    @stefania – anche mio nipote Carlo mangia il limone al naturale, io non posso nemmeno pensarci, già mi vengono i brividi, brrrr

    @mannu – che bel ritratto di famiglia! lo sai che ho un debole per i tuoi ragazzi! e in questo momento mi sembra di vedere vitti con il tormento in bocca!!! Povero, e quel bullo di Carlo con il suo ciuffo e il fisicaccio “da acchiappo” (fai bene Carlo a mostrarlo adesso …) si può sapere cos’hai contro i 45, pensi che 46 siano meglio!!!!! ha ragione tuo marito buttati!

    @annarita – provale sono buonissime ugualmente, magari un po’ più compatte ma ottime!!

    @Glu-fri – Boonee col tonno saranno buonissime, le proverò di sicuro! complimenti, ho letto che sarai con il cavoletto!! poi ci racconterai vero? a noi poveri mortali non ci fara perdere un momento, magari ce la saluti pure madame Sigrid! baci e buona giornata

    @nicoletta – letto tutto, perfetto, ce l’abbiamo fatta !!

    @soribel – grazie sei molto gentile e comprensiva . a me piace riceverli, e ti ringrazio tanto !!!

    @monica – la vedo dura, quelle polpettine sono un must troopo buono!!! e pensa che alla prova del cuoco non ne hanno nemmeno voluto sapere di farle! mah! la manuela le fa sempre con la carne macinata di manzo, insomma come si fanno le classiche polpette, poi le impana con i cornflakes e le mette in forno e…una vera libidine! le ha fatte per così tanto tempo che il marito Renzo non ne voleva più sentire sapere e nemmeno vedere!!! mentre i ragazzi ancora gliele chiedono-
    Dai non sapevo che la ricetta avesse riscosso un tale successo, mi ricordo quelle tortine, buone davvero!

    @chiara – che bello Francesco, un vero ometto, mamma mia, autonomo e sereno alla festa di Giulia era proprio a suo agio!! beate voi !

    @taced – quando posso lo evito anch’io tanto pen non appesantire le preparazioni! baci

    @elga – tu ridi ma se non intervenivo in tempo….

    @

  • Ciao Natalia, queste polpettine sembrano buonissime e vorrei provarle, giusto ieri ho comprato per la prima volta il tritato di petto di pollo ed ho fatto delle polpettine in brodo, quindi dopo aver finito quelle proverò la tua ricetta.
    Desidero chiederti una cosa, quando dici sale alle erbe, che erbe vanno messe?
    Grazie per la tua eventuale risposta e buona giornata, Cecilia.

  • Fatte ieri sera. Natalia sono buonissime, ci siamo leccati i baffi tutti e 3. Le rifaro’ sicuramente, sono veloci, belle e buone.

    Ormai non cucino piu’ senza aver prima guardato il blog. grazie infinite di tutte queste belle idee

  • ottime queste polpettine! e ti diro’ di piu’…considerato che pupa ha deciso di diventare vegtariana stasera gliele rifilo sotto forma di perle ;)). Ti faro’ sapere il risultato!!!

Rispondi a Monica:) Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency