Il “biscottuovo”?

Scritto da Natalia il .
Pubblicato in Dolci e Torte.

Uno dei mestieri che riesce meglio ai bambini è sicuramente quello del creativo!
Ce ne vorrebbero di agenzie pubblicitarie gestite dai nostri piccoli, sono sicura che spiazzerebbero in un attimo anche le più famose del mondo e questo lo sappiamo bene noi mamme

La mia carissima amica Angela ha persino pensato di tenere un quadernino e di scrivere tutte le frasi, le situazioni, le improvvisazioni delle sue tre figlie, per non dimenticarsene più, perché sono talmente belle e particolari che non riuscirle a ricordare nel tempo sarebbe un vero peccato.
Trovo che l’idea sia davvero fantastica, io non ce la faccio, sono disordinata e caotica di sicuro poi perderei quel “tesoro di famiglia” ma se c’è qualcuna di voi che se la sente, io l’idea ve l’ho data!

Continuano i semplici lavoretti di Pasqua con i nostri bambini, che ne dite di questo? Il Biscottuovo come l’ha chiamato Laura, la nuvoletta di casa!
Questa idea l’ho pensata per il giornale di A Tavola in uscita ad Aprile, mi sembrava semplice e di effetto, da poter preparare tranquillamente con i bambini anche più piccoli e per poter incoraggiare anche le mamme alle prime armi in cucina, in effetti sul giornale ho consigliato di procurarsi un panetto di pasta frolla surgelato, ma solo per incoraggiare!!!
La ricetta dei biscotti ormai a casa ce l’abbiamo tutti, se non ne avete una a portata di mano potete fare la mia. Io mi trovo benissimo con questa , non è molto dolce ed è resistente agli “smaneggiamenti dei bambini”, si sa, loro non sono sempre delicati e una vera frolla resisterebbe poco.

Allora l’idea è quella di far trovare davanti alla tazza della colazione nella mattina dei giorni di festa, sempre che non facciate come qui a Roma che la roba dolce lascia lo spazio a coratella di agnello con i carciofi, corallina (salame con i lardi grossi), pizza al formaggio ecc, un ovetto simbolo di queste giornate e un biscotto da intingere nel latte il tutto assemblato e posizionato su un vasetto di coccio (da Leroy Merlin li trovate a pochi cent) per raffigurare i prati in fiore primaverili: che romantica vero?
Facilissimo e di bell’effetto, anche da posizionare in tavola come segnaposto per i vostri ospiti, lo potete preparare in anticipo ed un altro lavoro è fatto!
Il biscotto è stato ritagliato con uno stampino a forma di fiore e bucato all’interno con un cerchio per collocare l’uovo, una volta cotto ho semplicemente preparato con un paio di cucchiai di acqua e un paio di zucchero uno sciroppo con il quale ho bagnato leggermente i bordi. Li ho passati così appiccicosi sui confettini colorati e lasciato che si seccasse ben bene e voilà il Biscottuovo è pronto! Buon we!

Vuoi condividere questa ricetta?

biscotti, centrotavola, decorazioni, Feste, Pasqua


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Commenti (11)

  • Questo biscottuovo mi sembra una grande pensata.
    Mette allegria, predispone alla pappata e imprziosisce la tavolata….meglio di così. Bel cervello che hai cara e mi piace molto l’uso che ne fai 😉

    Sereno week end a tutta la tua bella famiglia (te in primis)

  • Molto carino l’ovetto di cioccolato con la gonnellina! Ma che simpatico!
    E’ allegro e spiritoso, l’ideale per portare un’ondata di buon umore su un tavolo pronto per festeggiare la Pasqua.
    Pasta frolla e cioccolato sono un abbinamento vincente!

  • Troppo troppo carino..Mia figlia inpazzirá…sta iniziando a pasticciare quasi seriamente e quindi le stampo queste cose giocose la attirano come una calamita..

  • Vedi che bello avere bambini per casa?? Biscottini colorati, ovetti e delizie varie. E’ per questo che non scherzo quando dico che sono pronta a diventare nonna. E lo confesso, c’è stato un momento che a pensare ai bimbi piccoli mi veniva la febbre. Hai presente quei lunghi inverni passati in casa fra termometri e antibiotici, a cambiare lenzuola e a cullare tutta notte un bambino io e uno lui??? Ecco passato quel periodo pensavo di essere diventata allergica agli esseri al di sotto del metro. Posso tranquillamente riconoscere oggi che l’allergia mi è passata. SONO GUARITA. E questa foto mi riempie di vita quel che resta di un cuore avvizzito!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency