Questo è un dolce che “spacca”!!!

Direbbe mio nipote Vitti, qualcosa dai ragazzi imparo anch’io no?
Spacca per il semplice motivo che è …buono
Non mi dilungo con le descrizioni , le caratteristiche, il procedimento, si sa che dove c’è della buona frutta ghiacciata e tritata aggiunta ad una crema che sia panna, mascarpone, gelato o la classica con le uova il gusto ne riesce vincente.

Ecco dunque, sto per partire di nuovo e raggiungere  Piazza Grande a Modena per l’iniziativa culturale Libriamo, sapete che non me la ricordo più questa città?  Eppure sono stata  al liceo , ho frequentato l’università, ho anche lavoricchiato nell’ufficio di mio padre, ho fatto lunghe passeggiate con mio marito (e non solo con lui eh?)quando mi veniva a trovare, sono stata per la prima volta in discoteca, i corsi di teatro , gli amici del viale, i matrimoni da Fini, la gastronomia di Giusti, l’abbonamento agli spettacoli del teatro comunale …ma tutto ora è un ricordo un po’ confuso…
Ce ne sono di anni da recuperare , non lo farò tutto domani sarebbe impossibile ma intanto comincerò da Piazza Grande, ci vediamo lunedì!

La granita alla fragola con panna

5 porzioni
Facile
2 ore

Ingredienti

  • 250 g di fragole belle mature
  • 200 g di panna da montare
  • 2 cucchiai di zucchero ( )
  • Buccia di lime o limone
  • Foglioline di menta

­Procedimento

  • Lavate bene le fragole, frullatele con lo zucchero e mettetele in un sacchetto per freezer stendendo il composto il più possibile.
  • Lasciate ghiacciare per almeno due orette (potete farlo e dimenticarvene anche questo composto sarà li ad aspettarvi per quando lo vorrete usare!).
  • Montate la panna, distribuitela nelle coppette individuali o anche in un'unica coppa da portare in tavola.
  • Togliete dal freezer le fragole ed estraetele dal sacchetto.
  • Mettetele su un tagliere e con un coltello tagliate e tritate il ghiaccio(si fa benissimo, lo potete anche fare nel robot ma attente che il composto in questo modo tende a sciogliersi subito mentre “a coltello” rimarrà perfetto per essere portato in tavola).
  • Sistemate la granita di fragole con un po’ di buccia di limone e voilà il dessert è pronto e spaccherà eccome spaccherà!

Note

Vai Vitti sei stato troppo forte!
Vuoi condividere questa ricetta?

fragole, frutta, gelato, ghiaccioli, merenda


Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (13)

  • Ciao Nati. Scrivo qui il commento alla tua giornata sassolese perché voglio essere sicura che tu lo legga. Personalmente mi dispiace non esserci stata, qualche settimana tirata dopo un interventino che pero’ mi ha esso ko, ora mi ricollego al mondo. Non avendo girato sul blog con frequenza mi ero persa l’appuntamento, certo non voglio riaprire polemiche ma devo dire che non i stupisce piu’ di tanto l’atteggiamento del Comune. Un’iniziativa come la tua, un laboratorio creativo che tra l’altro avvicina i bimbi alla cucina dandoci piu’ opportunita’ di interessarli prima ai biscotti, poi alla verdura colorata, poi a tutto quello che li fara’ crescere sani e attivi, avrebbe dovuto essere pubblicizzato. Non si fa altro che ripetere che una delle ragioni dell’obesita’ infantile e del consumo smodato del fast food é proprio la disattenzione per come il cibo viene preparato, il disinteresse che parte da noi. Poi si corre ai ripari, e volendo essere cinici ci saranno anche tanti costi a carico del Servizio Sanitario. Sarebbe stato meglio investire qualche briciola nell’appoggio di iniziative come la tua. Poi, siccome oggi sono un po’ acida (saranno i farmaci, non li ho ancora smaltiti del tutto quindi non posso neanche essere criticata), se la prossima volta ti interessi di accessori fashion avrai il pienone. E se la racconti bene anche l’appoggio del Comune. Triste, ma della mia citta’ io posso parlarne male perché le voglio bene. E mi stupiscono la corsa sempre piu’ veloce ai consumi, le iniziative per aperture straordinarie dei negozi (comprate, comprate!), le baby sfilate. Il cibo? Non abbiamo anche noi il McDonald’s? Pensa che bello. Piccola nota personale e motivo di orgoglio: compleanno di compagna di classe al Mc, Isabella non sapeva dove fosse, l’ha chiesto a Emilio ma lui non c’é mai stato ha detto chiedi alla mamma. ”Ma va’, non lo sa neanche lei”. Io lo sapevo, pero’ bene così.
    Bello il video, soddisfatte le faccine dei mini cuochi e degli aiutanti. Baci

  • ma sei fantastica e per chi come me è a dieta invece della panna userò yogurt intero……e il risultato almeno visivo non cambierà!!!

  • Eccomi qua e dopo aver trascorso giornate (ce ne saranno ancora comunauq) piene di saggi e appuntamenti veri delle due piccole prime donne sono riuscita a ritagliare questi pochi minuti a fine serata per salutarvi e scambiare alcune parole con voi così care!
    @Monica:) – questo piacerebbe davvero anche a te, è diciamo …sul tuo stile!

    @Antonietta – ci siamo già viste 🙂

    @Letiziando – questo gerco mi piace sempre di più !

    @simo – non me ne parlare!!

    @Nicoletta – condivido in pieno e con un po’ di amarezza! baci e grazie infinite!

    @Loredana Brianza – perfetto!

    @jacopo – hai colto davvero nel segno! super goduriose, grazie jacopo ti seguo anch’io spessisimo , mi piacerebbe anche farlo …ehmm. dal vivo visto che siamo vicini di casa!!! ciao ps consorti non vi preoccupate siamo foodblogger…

    @Chiara – lui manco lo sapeva…vedi un po’ come vanno le cose comunque vergogna per non aver saputo eh, eh

    @Geniale – e ci vuole così poco!!!

    @Ambra – l’esigenza di tempo è fondamentale!!! ciaoo

    @Donatella – con le ciliegie , fantastico bisogna approfittarne davvero!

    @elena – lo yogurt sarà perfetto 🙂 fra un po’ ci sarà la prova costume ed in effetti la panna….

Rispondi a natalia Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valuta la ricetta




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency