Rivestire una torta…per la festa del papà!

Nei primi appuntamenti su TDC avevo pensato di fare dei post introduttivi su come stendere, colorare e lavorare la pasta di zucchero, cioè di fare un pò di teoria prima di passare alla pratica, ma visto che siamo vicini alla festa del papá ho pensato di passarvi anche un’idea carina, per farvi prendere confidenza con la pdz…

Innanzitutto voglio darvi alcuni consigli preliminari. Per avere una bella torta decorata bisogna necessariamente avere una bella base da decorare. Una torta a punta o deforme non è proprio ciò di cui abbiamo bisogno, ma basta seguire alcuni piccoli accorgimenti per ovviare al problema. Innanzi tutto, se la torta nel forno avrà fatto “il vulcano” tagliatelo via e non fatelo vedere a nessuno!! Non mangiatevi tutto il cratere però, perchè potrebbe servirvene un po’ per riempire eventuali buchi… Non storcete la bocca, queste cose le fa anche Lindy Smith, me l’ha detto lei!! 😉
Quando la torta sarà farcita andrà ricoperta con qualcosa che permetta alla pdz di aderire: panna, ganache, crema al burro o frosting, scegliete voi, ma qualsiasi cosa dovrà essere ben livellata in modo da rendere la superficie piana. Aiutatevi con una spatola angolare per spalmarla e con una spatola-raschietto per pareggiare, eliminare quella in eccesso e rifinire. Dopo di che mettetela in frigo a rassodare per almeno mezz’ora, tutta la notte sarebbe l’ideale! Questa copertura oltre ad essere importante per la riuscita estetica, isola la torta dalla pasta di zucchero così non dobbiamo temere che le creme e le bagne sciolgano la nostra copertura e la facciano crollare.

vediamo insieme come prepararla.

La pasta di zucchero

Facile

Ingredienti

  • zucchero a velo
  • la pasta di zucchero
  • 1 matterello
  • 1 piano di lavoro liscio (o un tappetino in silicone)

­Procedimento

  • Una volta che la nostra torta è ben ricoperta dalla farcitura che abbiamo scelto possiamo iniziare.
  • Per ricoprire una torta iniziate lavorando la pdz con le mani per scaldarla e allargatela un po’ con le mani. Appoggiatela sul piano di lavoro cosparso di poco zucchero a velo e cominciate a stenderla con il matterello cercando di dargli una forma ed uno spessore regolare, alta circa 5 mm.
  • Quando il disco di pasta sará della grandezza giusta aiutatevi col matterello per tirarla su, avvicinatevi alla torta e appoggiatela da un lato e srotolatela sopra. La pasta deve essere usata appena stesa quindi se vi squilla il telefono lasciatelo squillare!
  • Appena appoggiata sulla torta lavoratela con le mani per appiattirla sulla superficie della torta, senza premere troppo. Con delicatezza accostate la pasta lungo il perimetro della torta e cercate di eliminare le pieghe che si creeranno, come quando rifate il letto e sistemate le lenzuola sotto il materasso!
  • Non tirate la pasta verso il basso altrimenti si potrebbe crepare sul bordo della torta. Con una rotella tagliapizza eliminate la pasta in eccesso.
  • Ora che la torta è rivestita, dopo aver tanto faticato per ottenerla così liscia, perfetta e candida lo volete sentire il mio folle suggerimento?? Comprate dei pennarelli alimentari e date tutto ai vostri bimbi, fategli fare un bel disegno da regalare al papà per la sua festa! Dove?? …ma sulla torta ovviamente!!! Ce l’avete il coraggio??

Note

Lo zucchero a velo servirà per non far attaccare la pdz al piano di lavoro ed al matterello e dovrà essere sempre quello acquistato, non fatto in casa.
Adesso non vi resta che provare, fatemi sapere come va e spediteci le foto dei vostri capolavori, li pubblicheremo sulla pagina FB tempodicottura.it!
Buona festa del papà!

 

Vuoi condividere questa ricetta?

decorazioni, Feste, torta

Comments (21)

  • Avatar

    Chiaramannaperamica

    E’ bellissima…
    Delicata e golosa! e proprio bella l’idea del disegno, per bimbi di tutte le età ( lo sguardo del nostro papà ci fa sentire sempre piccolissimi vero?!?!? ) !!!

  • Se Ida scopre i pennarelli alimentari sono definitivamente KO.
    Già vuole preparare lo spezzatino da sola…se scopre che pure le torte si possono “pennarellare” (perché pennellare pennella già con l’uovo sbattuto…è la regina del pennellamento) perdo la titolarità della cucina.

  • L’ho gia’ detto che cosi’ mi e’ impossibile seguire il blog perche’ non c’e’ una lista dove andare a vedere gli ultimi articoli in ordine cronologico? Boh, ricordo di aver pensato di scriverlo ma non so se l’ho fatto, ma soprattutto non ho idea di dove ho scritto, se l’ho fatto, per andare a leggere eventuali suggerimenti su come ovviare al problema… Sigh.. Sob…. :'(

  • @mariane: il post per colorare la pdz non é ancora online. Nella sezione “ospiti fissi” > “mi fai una torta” trovi invece il post per fare la pasta di zucchero in casa.
    Non temere per il blog, ci sono ancora migliorie in corso!

  • Ho sempre subito il fascino delle torte decorate con la pasta di zucchero.
    Il 19 marzo incombe e io ho piu’ di un motivo x festeggiarlo:
    1. la festa del papà (come tutti),
    2. la “Centenaria” Fiera di San Giuseppe, evento che qui a Scandiano si festeggia ormai da oltre 5 secoli con fiera, bancarelle, luna park…,
    3. il compleanno di mio figlio Matteo (7 anni)
    La tentazione e’ tanta, il tempo purtroppo poco pochissimo…

  • oooooooo e io che credevo di essere l’unica sfigata al mondo a cui le torte vengono sempre col cucuzzolo!
    ma… 5mm? non è troppo spessa? a me già anche più sottile rimane stomachevole… o c’è qualche trucco per farla meno dolce? che so, mescolare una parte di zucchero e una di amido?

  • Ma che meraviglia!!!
    Non sò come ma mi sento un po’ imbranata e ho un po’ di timore ad approcciarmi a questa tecnica!!
    Bye e Baci!

  • grazie a tutte!!!
    @Robby: se il tempo è poco allora questa è la soluzione migliore… fai la pasta una sera, la seconda sera ricopri la torta e poi la fai disegnare a Matteo, no?
    @Monica: vai Monica, facci sapere! ..ho visto che usiamo la stessa ricetta della pdz! 😉
    @Claudia-cipi: no, non vengono solo a te con il cucuzzolo… alcune ricette hanno il cucuzzolo istituzionale!! 🙂 Lo spessore ideale è da 3 a 5mm, ma se non si è pratici più è spessa e meno problemi si dovrebbero avere con le pieghe. L’amido nn si può mischiare allo zucchero, al limite si può usare per stenderla. Ehm, io non la mangio mai la pdz, la scarto… 😀
    @Patrizia: dai Patrizia, provaci.. tentar non nuoce!!

  • ah! avevo capito male… ok, l’articolo su come fare la pasta l’ho visto, solo che andando su ospiti fissi -> mi fai una torta nella colonna di destra… mi da’ la foto invece che rimandarmi alla sezione!
    ho visto dopo che c’è il link sopra, ma essendo questo l’ultimo articolo della sezione cliccando sul link sembra non succeda niente… solo quando ho letto l’indirizzo nella barra degli indirizzi ho capito di aver cambiato pagina…

  • Avatar

    carlottalittlekitchen

    I pennarelli alimentari sono veramente un jolly!! Io e la Dani li abbiamo scoperti e i cuochini di TLK non li mollano piu’…! grazie per le dritte sulla pasta di zucchero, xxx!

  • Bellissima la tua torta, io ho fatto la pdz con mashmallow ma non è buona; era come la plastica.
    Allora uso sempre la pasta di mandorle. Ho visto la tua ricetta la farro e ti faccio sapere. Ecco la torta del compleanno del mio bambino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency