E se vi parlassi un po’ del libro, esce oggi !

Quale libro? Dai su, vi siete distratti?

Vi ho già accennato tra una ricetta e l’altra di questa mia seconda nuova ed emozionante avventura editoriale, “roba grossa” che non avrei nemmeno potuto immaginare. Dopo aver per anni “battuto cassa” e presentato progetti a destra e a manca , ( eh si, cosa credete ,”le cose belle” dobbiamo anche cercarle e… meritarle ) un giorno , non una non due ma ben tre bellissime case editrici si sono fatte avanti per sposare le mie idee, immaginate le mie emozioni e i miei pensieri?


La decisione è avvenuta immediatamente, nessun dubbio, veder realizzato un sogno non è cosa da tutti i giorni e non bisogna certo farsi scappare l’occasione così ho scelto di pubblicare questo lavoro con la casa Editrice Gribaudo ed essere accompagnata amorevolmente (questo l’ho saputo ovviamente in corso d’opera) dal gruppo della redazione,Sara, Laura, Meri, Silvia ,ragazze magnifiche davvero!
Per non parlare di Tatjana Pauli il Direttore Editoriale, con lei c’è stata subito sintonia di pensiero, è mamma, ha una bambina dell’età di Elisa , ci siamo capite al volo e abbiamo condiviso subito questo progetto con la sensibilità e l’ esperienza che accomuna tutte le mamme.
La realizzazione delle foto è stata affidata ad una persona che nel giro di un paio di giorni è diventato subito parte della famiglia: il bravissimo Umberto Agnello.  Uomo “siculo”silenzioso e affidabile  mi ha supportato e “sopportato” egregiamente ,la perdita di pazienza, la stanchezza, gli imprevisti erano all’ordine del giorno (ha pure riparato il rubinetto del lavandino che stava allagando tutta la cucina), cucinare e fotografare 100 ricette in 5 giorni non è stato semplice ve lo assicuro ma le sue foto faranno rimanere anche voi di stucco come è successo a me, vedrete imiei piatti non sono mai stati così belli!

Naturalmente questo impegno non l’ho mica affrontato da sola, che vi credete? Ho avuto intorno a me persone, amici, parenti fantastici che mi hanno aiutata ciascuno mettendo a disposizione competenze, mestieri, materiale e tutti l’hanno fatto con grande entusiasmo e trasporto, non finirò mai di ringraziarli, ma il risultato di questa impegno e sensibilità si vede, eccome!
Di cosa parla? Che ricette sono? A chi è dedicato?
Quante domande!
E’ un libro semplice, con ricette immediate, che porta allegria. Si parla di feste e di momenti di festa con i nostri bambini, la ricetta deve essere un pretesto per costruire e coltivare un rapporto speciale, quello con i nostri figli . Il risultato finale non è quindi solo la sua realizzazione ma soprattutto il raggiungimento di un intesa perfetta tra noi e loro attraverso pochi e semplici gesti d’amore e d’amicizia.
Ecco qui , praticamente vi ho detto tutto.
Ovviamente lo potete trovare già da oggi in tutte le librerie e anche sul sito  di vendita on line de la Feltrinelli

Siete stati i primi a saperlo 😉 così vi meritate un regalo: questo video girato da Jacopo Santambrogio per la Gribaudo è un piccolo riassunto di 6 giorni di intenso lavoro, così come eravamo, con il coinvolgimento di  figlie grandi piccole amici, parenti, insomma tutti all’opera appassionatamente , vi siete mai chiesti come si fanno le foto di un libro, quanto lavoro, i trucchi , gli attrezzi, la casa (la mia ovviamente irriconoscibile) ecco qui quello che abbiamo combinato, ma è evidente che ci siamo divertiti vero?

 

Vuoi condividere questa ricetta?

sponsored post


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (67)

  • Complimenti, il libro e’ davvero molto carino. L’ho comprato e l’ho apprezzato molto.
    Lo ha sfogliato volentieri anche la mia bambina di 2 anni e mezzo… e’ cosi’ pieno di immagini divertenti e colorate che non vuole staccarsene!!!
    Le ricette mi sembrano semplici e mi è piaciuta molto anche l’idea dei “cartamodelli” riportati alla fine del libro… non ne avevo mai visti in un libro di cucina.

  • Mi è arrivato ieri con Amazon. Davvero molto ben articolato, divertente e pratica l’idea dei menu’ a tema. L’ho sfogliato con mia figlia al posto della solita favola prima di andare a dormire. Ora non ci resta che cucinare.. Complimenti!

  • […] Lo possono testimoniare tutti, per primo i nostri famigliari vero Zia Mannu? Quante volte queste nipoti ti hanno sorpresa prendendo in mano rospi, roba organica poco piacevole, oppure parlando con disinvoltura di storie di lupi, bambini coraggiosi e sangue ? Ecco quando vedevo che non tutti i bambini avevano la reazione delle mie figlie mi facevo tante domande, e oggi vedendo che “il problema” si è raddoppiato anche con Laura ed Elisa, le due piccole non sono senz’altro da meno delle sorelle, alle domande rispondo nell’introduzione della Festa mostruosa tratta dal mio libro Bambini in Festa: […]

  • BRAVA NATALIA SEMPRE PIU’ BRAVA.
    IN BOCCA AL LUPO PER IL NUOVO LIBRO!
    I VIDEO CONFEZIONATI DAI RAGAZZI E CARLO CHE MAGNA MAGNA SONO FANTASTICI!

  • @Cristina S – mi fa piacere che ti sia piaciuto. Ho voluto realizzare un libro colorato e allegro che invitasse proprio a fare festa con i bambini e se alla tua bimba è piaciuto mi sa che ci sono riuscita!!! grazie

    @deborah – che bello sapervi all’opera! grazie

    @sandra – grazie sandra speriamo di vederci presto, magari in una presentazione del libro li da voi, se conosci qualcuno io vengo eh?

    @Samantha – che carina! grazie mille

  • @Nadia – grazie mille

    @Patrizia – La tua opinione ormai lo sai che mi sta molto a cuore e l’aspettavo davvero con molta curiosità! a maggior ragione da un “utente” che non ha ancora bambini… fondamentale direi!

    @Claudia – che bello sapere che festeggi di notte…grazie claudia sei davvero gentile! come sempre del resto…

    @Extramamma – grazie patrizia speriamo di vederci a milano, !

  • Ciao Naty!
    Ieri mi è arrivato il librooooo!!!!! E’ bellissimo davvero.. COMPLIMENTI e GRAZIE perchè già il primo è stato per me una vera e propria guida… mi sa che questo sulle feste lo sarà altrettanto.
    Ieri sera sono subito andata a guardare per la festa di Halloween e indovina??? Farò tutte le ricettine che ci sono perchè sono facili, veloci e bellissime.. ADORO le tue dita della strega, finalmente in versione nuova, velocissima e super GOLOSA…
    Grazie davvero Naty, mi faccio sentire poco perchè sono un pò presa in sto periodo ma sappi che ti seguo e ti seguirò sempre
    Un bacio
    Pat
    PS: alla mia piccola Ary è tornata la voglia di pasticciare con me in cucina dopo che ha visto il libro ieri sera.. era un periodo che non aveva più voglia e invece ieri quando l’ha sfogliato mi ha detto “Ecco mamma per fare queste ricette ti aiuto!” grazieeeeeeeeeeeee:)

  • Natalia! Ho comprato pochi giorni fa e già mi sto dando da fare per provarne alcune… sono partita dalla focaccia morbidissima: un vero successo! Il libro è davvero ben fatto e la mia piccoletta si diverte a “intrugliare” con me!!! Una domanda… quando nelle ricette parli di lievito di birra ti riferisci al cubetto o a quello in polvere?

    Grazie e ciao,
    Giulia

    • @Giulia – generalmente mi riferisco a quello fresco, quindi al cubetto, ma la bustina di lievito disidratato corrisponde alla stessa quantità quindi le due versioni si equivalgono anzi ti dirò che in casa quando cucino senza programmare e fare la spesa a posta ,uso quello disidratato perchè è quello che si conserva meglio e ho sempre a disposizione. grazie per aver acquistato il libro e sono molto contenta che ti diverta con la tua bambina, avrà dei ricordi bellissimi anche di queste vostre esperienze!

  • Grazie per la risposta sul lievito. Su quello che compro io “lievito di birra mastro fornatio” c’è scritto che la dose di 7 gr equivale ad un cubetto di lievito da 25 gr … e che questi 7gr sono la dose per 500 gr di farina … ecco il motivo della domanda sulle quantità e sul tipo di lievito… (???).
    Possibile?

    Grazie mille e … sai dirmi dove si può trovare il tuo primo libro?
    Ciao,
    Giulia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency