panini farciti al vapore

Panini farciti cotti a vapore e…anche no!

Avevo una voglia matta di provare la cottura al vapore degli impasti, ne ha parlato Alajmo ad Identità Golose mostrando la sua pizza (info qui ), mia sorella mi aveva raccontato la sua esperienza dopo aver mangiato da Momofuku a New York questo “panino” , aveva fatto una ricerca on line e mi aveva mandato questo link  e quello che rimanda al sito di una simpatica blogger Maangchi  che spiega le sue ricette con video molto chiari e soprattutto con un inglese molto comprensibile non mi rimaneva altro di trovare un po’ di tempo e l’occasione giusta per fare questa “prova”.

Allora ho scelto di fare un mix di ricette, preparando un ripieno che assomiglia molto a quello di Maangchi  cercando di seguire alcune  sue indicazioni.
Carne insaporita da tante verdure che rimangono croccanti se salate prima per agevolare la perdita dell’acqua di vegetazione e che cuociono, per questo, in modo veloce in padella senza lessare (sistema che ora utilizzo sempre per questo tipo di ricette).
La pasta l’ho  preparata seguendo i miei ingredienti (cercando di rimanere fedeli alla ricetta) e ho chiesto a Chiara di aiutarmi a riprodurre un piccolo video per formare questi panini.

Prima di lasciarvi alla ricetta vi dico subito che: la cottura a vapore non mi ha entusiasmato, l’impasto rimane troppo umido per i miei gusti, l’effetto morbido assomiglia troppo ad una consistenza “cruda” e dopo averne mangiati due per capire se mi piacevano oppure no, ho trasferito la cottura nel forno alla maniera tradizionale… a questo punto abbiamo capito tutti in famiglia che il nostro gusto sulla cottura del pane rimane per il momento quello al forno tradizionale, ma naturalmente aspetto di essere smentita e magari conquistata mangiando questi panini altrove, per esempio un pensierino per assaggiare quelli di New York lo farei volentieri ahahah! Nella foto sopra vedete le due versioni ovviamente la pallida e grande è quella a vapore!

 

panini farciti al vapore

Panini farciti cotti a vapore

25 Panini
Media
20 minuti
20 minuti

Ingredienti

Per circa 25 panini piccoli al forno o circa una dozzina più grandi a vapore:

  • 500 g di farina 0
  • 300 g di acqua
  • 40 g di olio di semi
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cubetto di lievito di birra (o una bustina di quello disidratato,)
  • 1 cucchiaino di zucchero

Per la farcia:

  • 1 zucchina (circa 200g)
  • 200 g di carote
  • 1 cipolla media
  • 150 g di funghi champignon
  • 350 g di salsiccia
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 uovo per lucidare.

­Procedimento

  • Preparare l'impasto mescolando alla farina il lievito sciolto nell'acqua, l'olio, il sale e lo zucchero, formare un panetto e fate lievitare in una ciotola al coperto fino a quando non avrà raddoppiato il suo volume
  • Preparate la farcia: tagliate le verdure a dadini, salate e lasciatele ferme per circa 15 minuti.
    Trascorso questo tempo eliminate l'acqua di vegetazione strizzandole bene e procedete alla loro cottura veloce in padella con un po' di olio.
    Devono rimanere belle croccanti
  • A parte cuocete la salsiccia senza pelle e ben sgranata con uno spicchio di aglio.
  • Mescolate i due ripieni.
  • Dividente l'impasto in tante palline, schiacciatele a mano o con il mattarello assotigliate i bordi e inserite un bel cucchiaio di ripieno al centro, chiudete bene, lasciate riposare per 10 minuti.
  • Cuocere a vapore appoggiando i panini su un pezzettino di carta da forno o pirottino almeno per una ventina di minuti oppure spennellate con un uovo sbattuto e cuocete per 20 minuti a 180° in forno tradizionale.

Video

Note

Da questo mini video potete vedere le pieghe per ottenere il panino.

 

Se invece volete qualcosa di rassicurante, questa minestra primaverile farà al caso vostro, per seguire la ricetta andate sul sito dei Piccolini troverete tutte le indicazioni per farla insieme ai vostri bambini

minestra primaverile

Vuoi condividere questa ricetta?

pane, panini, Ricette veloci, videoricette


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (12)

  • credo che non piacerebbero moltissimo nemmeno a me… ho provato a cuocere al vapore i muffin qualche mese fa e… bocciati! la consistenza non mi piace proprio!
    E poi io amo il forno, anche se il mio non funziona, non cedo e continuo a usarlo sempre, anche in piena estate!

  • ho assaggiato i panini cotti al vapore in alcuni ristoranti, e trovo che abbiano un senso solo se di piccolissime dimensioni (tipo noce o poco più, per intenderci), altrimento l’effetto è proprio quello che dici tu: spugnosetto e crudino che non piace neanche a me 😛 esperimento interessante comunque!

  • Anche io preferisco la cottura del pane nel forno tradizionale, il vapore lo rende troppo molliccio (sembra quasi crudo) e poco digeribile.

    L’abbinamento pane/verdure funziona sempre qui. Faccio spesso una specie di erbazzone con il quale ho sdoganato tantissime verdure verdi cotte, proverò presto anche questi panini.

  • @Paola – io però fatti da qualcuno che li sa veramente fare li vorrei assaggiare, tanto per fare il confronto e decidere!!!

    @Cinzia T Mammarum – dai altre priorità, ma tieni in considerazione la farcitura che è buonissima!

    @sara b – grazie per aver portato la tua esperienza!

    @Monica 🙂 – ah, l’erbazzone, manca qui su tempodicottura e mi hai fatto venire voglia di farlo per casa, mi sa che stasera massimo domani, dipende se trovo le erbette lo faccio!!! baci

  • Hai fatto bene a torglierti la curiosità, però come puoi vedere siamo tutte dell’idea ( io compresa) che sia meglio la classica cottura al forno.
    Anche a me sembrano crudini e mollicci.
    Sicuramente non ti abbatterai per questo, sei troppo tosta!!!

  • Io la penso come te, tanto carina l’idea quanto non mi piace la consistenza delle pietanze. Ma si sa, ognuno ha i propri gusti!!! W il forno ma w anche questi panini che volendo, si possono cuocere anche con il metodo tradizionale, no? 😉

  • E’ vero che conosci bene i tuoi polli…il video è utilissimo!!! 🙂 Ho rivisto anche con piacere la presentazione di Ricette per Gioco!!
    Anche a me la cottura che ispira di più è quella al forno, forse per quella a vapore i panini devono essere davvero piccoli! Sicuramente da fare!!!
    Bye e Baci!!

  • Ciao , ho una curiosità sul tuo metodo di preparazione delle verdure, che mi ricorda un po’ quello che si fa con le melanzane. Ma strizzando le verdure per eliminare l’acqua di vegetazione non si eliminano delle vitamine o altre proprietà interessanti?
    Grazie e buona pasquaaa!!!!!!

  • Ma che bellooooo il nuovo vestito!!! Ho già sbirciato un po’ in giro e mi sembra davvero pratico e semplice!!! Quindi credo che questa volta non ti romperò con le mie osservazioni!! 🙂 La cosa che mi è piaciuta di più a prima vista?! Il ritorno delle ricette random!!!
    Bye e Baci!

  • Complimenti Natalia….finalmente trovo un po’ di tempo per passare a trovarti! Bella la nuova grafica del sito, davvero. Anche io non amo molto la cottura al vapore, ma magari ci ricrederemo, e mi sa che mi conviene soprattutto ora che sono a dieta:) Bacioni e se non ci sentiamo (non ti fai mai sentire donna di mondo:)))) Buona Pasqua!!!

  • Bella la nuova veste del blog e la tua foto di benvenuto! Il ripieno di qst panini e’ molto interessante ma la cottura la preferisco nel modo tradizionale x la croccantezza che si ottiene! Baci luisa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency