Rotolo dolce con ganache al cioccolato senza glutine e senza lievito

Rotolo dolce con ganache al cioccolato senza glutine e senza lievito

Questa meraviglia non la dovete a me, no no, la ricetta di questo dolce mi è stata regalata da Federico, o meglio dalla sua mamma Irene che ormai è diventata una cuoca abilissima nelle preparazioni senza glutine, il suo ragazzo non ci va molto d’accordo, anzi diciamo che non lo può proprio mangiare ;).

Irene è un amica , prima era una mia lettrice, ma ora ci conosciamo anche di persona perché ci siamo incontrate nei miei vari spostamenti nella zona di Sassoferrato e l’ultima volta che ci siamo viste da lei per la presentazione di Tuttiincucina, (se non l’avete ancora acquistato potete scaricare la versione digitale o cartacea anche qui, direttamente nel sito della casa Editrice Piano Piano book bekery)mi ha regalato dei foglietti pieni di ricette senza glutine da proporre qui nel blog per la vostra gioia e felicità, perché Irene oltre ad essere una brava mamma è anche un ottima cuoca!!

Poiché io sono golosa ho deciso di cominciare dal dolce, questo mi ha subito attratto per la sua velocità, semplicità (non si pesa nulla)e ovviamente bontà,.

L’ho preparato e farcito con una ganache al cioccolato, poi per rendere più facile il taglio l’ho messo un po’ nel congelatore di casa, risultato: un dolce dalle fette belle lisce perfetto con una gradevole sensazione di freschezza perché la ganache fredda  assomiglia tanto ad un semifreddo ed il dolce risulta decisamente meno stucchevole.

Naturalmente la farcitura potete deciderla voi e utilizzare quello che vi piace di più : panna, mousse di frutta, marmellata, crema di cioccolata. Il mio consiglio è solo quello di prepararlo e se volete metterlo in congelatore, al bisogno dovrete solo prenderlo e tagliare subito le fette che volete mangiare, si taglia ve lo assicuro e sarà anche per voi una bellissima sorpresa.

Buon fine settimana.

Rotolo dolce con ganache al cioccolato senza glutine e senza lievito

Rotolo dolce con ganache al cioccolato senza glutine e senza lievito

Media
30 minuti
15 minuti

Ingredienti

  • 4 uova intere
  • 4 cucchiai di zucchero
  • 4 cucchiai di maizena
  • 4 cucchiai di acqua calda

per la mia farcitura

  • 200 ml di panna per dolci
  • 300 g di cioccolata fondente

­Procedimento

  • Accendete il forno a 180 gradi.
  • Separate i tuorli dagli albumi e metteteli in due ciotole.
  • Montate prima gli albumi con un cucchiaio di zucchero.
  • Poi montate i tuorli con l’acqua calda e il restante zucchero fino a che non saranno belli spumosi.
  • Aggiungete la maizena poi unite delicatamente da ultimo il composto degli albumi montati a neve.
  • Foderate la placca del forno con la carta da forno, stendere il composto e livellarlo bene per tutta la teglia.
  • Inserite nel forno e cuocere per circa 10/15 minuti, fate la prova estraendo e pressando leggermente l’impasto cotto con le dita, se incontrerete resistenza allora è pronto.
  • Coprite con un foglio di carta da forno e arrotolate la base ancora calda.
  • Scaldate la panna e aggiungete fuori dal fuoco la cioccolata tritata a coltello.
  • Mescolate bene fino a quando non avrete ottenuto una crema omogenea.
  • Lasciatela raffreddare per farla addensare un po’, srotolate la base e farcire iniziando dai bordi stendendo bene, man mano arrotolate stringendo verso il centro.
  • Avvolgete il rotolo con una pellicola di plastica e riponetelo almeno per una mezz’oretta in frigo o in congelatore prima di tagliarlo.
Vuoi condividere questa ricetta?

cioccolato, merenda, senza glutine, torta


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (25)

  • La nuova grafica ti ha dato nuova carica….sforni una ricetta dietro l’altra! 🙂
    Allora diciamo grazie ad Irene per questa ricetta…naturalmente hai fatto bene ad iniziare dal dolce! 😉
    Buon fine settimana anche a te!
    Bye e Baci!

  • Che spettacolo!!!! Da provare subito.. ma non è che con l’acqua bollente i tuorli si cuociono e poi sanno di frittata?? La base poi non va imbibita con nessun liquido? Grazie sempre di tutto, un abbraccio..

  • @patrizia – ahaha,no. è solo che mi sto sfogando un po’ di più in cucina 🙂

    @deb -No deb, io ho messo semplicemente acqua calda e non bollente, e penso che questo sia un modo per stabilizzare meglio il montaggio dei tuorli. certo che puoi bagnare con quello che vuoi , infatti la ricetta di Irene prevedeva una bagna con alchermes e sciroppo e poi crema al cioccolato. io non ho bagnato perchè ho pensato che LA ganache fosse più umida della nutella e con questa non necessariamente occorreva bagnare la base. per me infatti così è andata bene e poi io non amo i liquori nei dolci 🙂

  • Grazie x questa ricetta! Apprezzo tantissimo il tuo blog in particolare tutte le ricette per piatti senza glutine e vegetariani, in modo da nutrire i cuccioli (e noi…) in modo sano ma senza rinunciare al gusto ! Proverò questa ricetta prestissimo !:-)

  • ciao natalia, ti seguo sempre ed ho provato a fare anche questa ricetta per ben due volte , solo che si è bruciato la base tutte e due le volte. io ho,il forno statico e quindi l’ho messo a 1750 gradi ma nonostante questo accorgimento si è bruciato. Puoi darmi qualche consiglio? Grazie

    • @anna rugi – cara anna mi spiace molto , l’unica cosa che ti posso dire è quella di abbassare ancora il calore del forno e di tenere la teglia nella posizione alta. io l’ho ripetuto anche oggi perchè le mie figlie lo volevano ancora ma come vedi anche dalla foto del precedente la cottura è perfetta. si forse hai il forno troppo caldo . portalo a 160 gradi e fammi sapere.

  • Per la miseria che roba goduriosa….
    Questa s’ha da fare!!!
    Unico problema: posso sostituire la maizena con la fecola di patate? Dimmi di sììììììì ^_^
    Non vedo l’oraaaaaa

    PS: il libro mi è arrivato questa mattina, spedizione ultra rapida.
    Mi piace un sacco “Tuttincucina”, ricette semplicie divertenti e la grafica è simpaticissima.
    Complimentissimi

  • Se non si congela, risultato molto diverso di consistenza e taglio? E comunque, eventualmente, andrebbe conservato in frigo?… grazie..

    • Deb – no no il risultato è lo stesso, il taglio invece viene meglio se il rotolo è freddo, anche non congelato, ma freddo per via della crema al cioccolato che tende a sciogliersi

  • Ciao Natalia! Qualche settimana in occasione del compleanno di mia nipote anch’io ho fatto il rotolo. Ma quanto prima voglio provare la tua ricetta, senza glutine mi attira molto!

  • Ciao Natalia ti seguo sempre in tv sei una cuoca perfetta ricette semplici e curiose grazie per i tuoi consigli con affetto ivana

  • Ciao e complimenti per questo bellissimo blog, fonte di grande ispirazione per me che ho un bimbo di 4 anni 🙂
    Vorrei chiederti un consiglio riguardo questo dolce che vorrei preparare per la festa di compleanno del mio cucciolo: potrei prepararlo una settimana prima circa e congelarlo per poi tagliare le fette poco prima della festa?

  • grazie per la bella ricetta ma avrei una domanda : io dovrei usare solo la ganache per abbinarla con una crostata , secondo te vabbene uguale anche come ” crema ” della crostata o dovrei modificare qualche ingrediente per la consistenza ? visto bene che la consistenza appunto dovrebbe essere non troppo solida ma nemmeno liquida !!
    grazie 🙂

  • Scusa nat, misure stampo da cottura?
    Quanto alto deve essere lo strato? Prima di arrotolare x raffreddamento, va tolta la carta forno di cottura??…
    Viene soffice anche con la maizena vero?
    Grazie mille sempre e scusa il rompimento.. ?

    • @deb- la teglia è quella del forno, la leccarda, devi distribuire il composto li dentro lo strato arriverà circa ad un centimetro di spessore. la carta da forno la devi lasciare. il risultato è molto soffice, baci

  • Ah ok grazie mille.. Dunque la carta si arrotola insieme alla pasta calda.. Spero non si rompa, ho l ansia da prestazione coi rotoli… ?
    Un abbraccio forte forte, a presto ?

    • @deb-devi coprire con la carta dai forno e lo strofinaccio umido la base appena la togli dal forno, lasci che si raffreddi e poi l’arrotoli con tutta la carta, se lo fai prima il dolce si schiaccia tutto.

  • Grazie mille per questa bella ricetta! Vorrei prepararla per la festa di compleanno di mia figlia. Posso anziché fare il rotolo lasciarlo steso, tagliarlo e usare i pezzi come basi per una torta farcita? Vorrei farlo con la farcitura di questa ricetta, ma ho paura che ceda tutto.. Grazie! Giorgia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency