Alla Prova del cuoco: conchiglie con pesto di spinaci , anacardi e speck croccante

Alla Prova del cuoco: conchiglie con pesto di spinaci e anacardi con speck croccante

Adoro queste ricette, metti la pasta a cuocere e ti prepari il condimento senza perdere altro tempo e che condimento!!

Le verdure da crude offrono spunti per ricette meravigliose, è solo una questione di abitudine , se vogliamo cominciare ad introdurre quelle che abitualmente consumiamo cotte, possiamo iniziare a fare dei “ pesti “per condire carne o pasta.
Con l’aggiunta di erbe aromatiche , frutta secca, olio sale e pepe, si possono creare una miriade di creme o salse, basta osare un po’, oppure se non ci sentiamo sicuri abbastanza chiedere semplicemente qualche ricetta ai nostri amici vegetariani o meglio ancora crudisti.
Mantenendo crude le verdure avremmo la possibilità, soprattuto per alcune di loro , di sfruttare al meglio le sostanze nutritive e di proporle in un’altra versione magari conquistando chi ancora in famiglia non riesce ad apprezzarle.
La ricetta che ho fatto oggi a La Prova del cuoco  è veramente gustosa, al posto dello speck potete mettere la pancetta, oppure la salsiccia, o anche nulla , approfittate invece ad aggiungere gli anacardi ad altri vostri piatti quando volete creare una consistenza cremosa, ne sarete pienamente soddisfatti.

 

Alla Prova del cuoco: conchiglie con pesto di spinaci , anacardi e speck croccante

Conchiglie con pesto di spinaci e anacardi con speck croccante

7 porzioni
Facile

Ingredienti

  • 500 g di pasta formato conchiglie rigate
  • 200 g di speck
  • 1 spicchio di aglio
  • olio qb

per il pesto di spinaci

  • 50 g di foglie di spinaci tenere
  • 50 g di anacardi preferibilmente al naturale
  • 50 g di formaggio parmigiano
  • il succo di mezzo limone

­Procedimento

  • Mettete a cuocere la pasta in abbondante acqua bollente.
  • Distribuite sulla teglia del forno la metà delle fettine di speck e fatele diventare croccanti lasciandole per circa 5/6 minuti a 180 gradi.
  • Inserite nel robot con le lame gli spinaci, gli anacardi, sale e pepe, formaggio e succo di mezzo limone. Fate andare il robot fino a quando non avrete ottenuto un pesto.
  • Mettete in padella uno spicchio di aglio con un po’ di olio, fate insaporire, aggiungete il rimanente speck fatto a listarelle e spegnete.
  • Scolate le conchiglie, conditele con l’olio aromatizzato con l’aglio e lo speck, unite il pesto, accomodate sul piatto di portata e servite sbriciolando lo speck croccante e un po’ di formaggio grattugiato grosso.
Vuoi condividere questa ricetta?

Pasta, pesto, speck, spinaci, verdure


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (12)

  • caspita, nat!!!!! mi sembra una cosa stupenda!!!! la rifarò senz’altro, magari proverò a sostituire gli spinaci (che mi piacciono assai poco) con il radicchio rosso di treviso … non l’ho mai provato a crudo, ma il connubio con lo speck (o il bacon) l’ho già collaudato e mi piace molto … e questa ricetta mi entusiasma anche perchè posso farne anche una monoporzione (mio eterno problema di golosona solitaria non rassegnata al riso in bianco o alla solita fettina)!!!!

    grazie per l’ispirazione ed un abbraccio!!!

    giuliana

  • Ti ho vista oggi!
    Da amante dei pesti questo lo faccio di sicuro! 🙂
    Grazie per queste semplici dritte, ma che a noi non vengono in mente di provare!
    Bye e Baci!

    • @Patrizia – ahah, grazie patrizia, sono contenta di averti avuto tra il pubblico a casa, sapere che ti seguono gli amici ti fa stare più serena e tranquilla. provalo perché questo pesto è molto versatile, puoi anche aggiungere un po’ di aglio se ti piace gli darai una spinta in più!

    • @Stef- ci sta benissimo, fallo fallo, e poi gli anacardi fanno benissimo e noi non siamo abituati a consumarli in cucina. nelle ricette vegane invece se ne fa un grande uso proprio per la loro capacità a diventare cremosi , io ho mangiato anche dell’ottimo formaggio spalmabile fatto proprio con gli anacardi lasciati in ammollo mhmmm che buoni!!

  • @Nat: ciao Nat, mi collego alla tua risposta, di cui ti ringrazio, ciò che non riesco proprio a trovare sono ricette di “formaggi” vegetali…mi piacerebbe poter mangiare anche una falsissima copia di formaggio.
    Per il pesto ci provo…tanto per cambiare un pò menù ^_^

  • @Nat:
    Ciao Nat, oggi ho provato questo pesto ed è spettacolare!!
    Sinceramente, sono ligure e mi sconcertava l’idea di un pesto senza basilico, pinoli ecc.
    Invece mi sono dovuta ricredere, l’ho trovato buono e molto delicato.
    Purtroppo non avevo lo speck, ma la prossima volta non me lo farò mancare, sicuramente gli darà un tocco particolare.
    Grazie ancora Nat

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency