meringhe

Piccole meringhe: come si fanno?

Scritto da Natalia il .
Pubblicato in Dolci e Torte.

Anche le meringhe si possono vestire a festa ed arricchire con semplicità le nostre tavole.
Oggi le ho insegnate ad Elisa, la più curiosa ed interessata in questo periodo nei confronti della cucina.
Ho pensato così di scrivere qui i suggerimenti che le ho dato in modo che anche voi  se non ne siete al corrente,  potrete ottenere degli ottimi risultati, sono davvero molto semplici.

Naturalmente i consigli li ho ricevuti anch’io dal grande Massari e qui vi riporto i più semplici quelli che possiamo tranquillamente eseguire anche noi nelle nostre case per apprezzare poi alla fine un prodotto che darà se fatto bene le sue soddisfazioni.

meringhe

Piccole meringhe

1 Teglia
Media
2 ore

Ingredienti

  • zucchero e albume con un rapporto come dice lui "1 con 2" ovvero una parte di albume e due di zucchero

­Procedimento

  • La temperatura dell'albume per montare bene non deve essere "di frigorifero" ma deve raggiungere almeno i 12 gradi.
  • Iniziate a montare con un 5/10 per cento di zucchero per dare un po’ di struttura, dopo un paio di minuti aggiungetene un altro po’ (circa un terzo), dopo altri due minuti l’altro terzo e infine il resto dello zucchero. Se prendete un po’ di montata tra le dita e le avvicinate tra loro non dovreste più percepire i granelli di zucchero. Impiegherete come minimo 6 minuti
  • Deponete con l’aiuto di una sacca da pasticcere mucchietti di meringa sul foglio di carta da forno, spolverateli se lo volete con un po’ di zucchero a velo, poi procedete alla cottura.
  • Per la cottura anche qui Massari da un consiglio: mettete a cuocere le meringhe per i primi due minuti a 180 gradi. In questo modo si formerà una pellicola che tratterà il vapore e lo farà sviluppare in verticale e scioglierà lo zucchero, dopo questi due minuti aprite il forno e abbassate la temperatura a 140 gradi continuando la cottura per almeno 2 ore.
  • Non dimenticatevi di mettere una pallina di carta d’alluminio tra lo sportello e il forno per lasciare una fessura aperta, in questo modo uscirà l’umidità che notoriamente è nemica dei dolci.
  • Per variare le forme ed i sapori divertitevi come ho fatto io: ne ho preso una parte prima di cuocere e ho aggiunto un po’ di nocciole tritate, una volta cotte le ho accoppiate con un po’ di cioccolato sciolto, altre le ho cosparse prima di cuocerle di pistacchi tritati, in altre ho messo un po’ di gocce di cioccolata, altre ancora le ho deposte creando dei piccoli canestrelli e una volta cotte le ho farcite all’interno con crema di marroni e panna.
  • Et voilà le meringhe sono fatte!

Note

Ps 1 per una teglia da forno piena ho montato 100g di albumi con 200g di zucchero.
Ps 2 se volete seguire i consigli che ha dispensato Massari durante il suo intervento tenuto a Napoli per la manifestazione Cibo a Regola D’arte andate sulla pagina della manifestazione.
Vuoi condividere questa ricetta?

meringa, senza glutine, senza latte


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Commenti (8)

  • Ennesima prova meringhe, che sono il mio punto debole. Forse perché io uso un rapporto 1:1. Vediamo se aumentando lo zucchero riesco finalmente ad averne di decenti. Grazie Natalia!
    Olivia

  • Grazie mille per la gentile condivisione, i segreti di Voi Guru sono super preziosi!! Io credo di non farcela con 2 h di forno… Mannaggia mannaggia, eppure le meringhe sono così buone!! Buona serata cara Nat, alla prossima che spero sia presto.. ?

  • Avatar

    Fiammetta Cruciani

    Odiavo fare le merengue per via della cottura…ppi un’estate sulla spiaggia mi dettero questa dritta che ha funzionato…ma solo per le merengue piccole…Tutto perfettamente come spieghi tu…poi i ciuffetti su carta forno in teglia…Quando il forno ha raggiunto la temperatura di 150 gradi, si informano e si cuociono per 5 minuti esatti. A questo
    Punto si spegne il forno…e puoi pure uscire tranquiĺlamente di casa e quando tornii loro sono cotte a puntino…Di solito le facevo e uscivo prima di andare alla Messa…Provare per credere…Appunti datati 1989…Ciao ciao..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency