Semifreddo meringato ai marron glacè

Scritto da Natalia il .
Pubblicato in Dolci e Torte.

Eccovi una ricetta dal mio libro I dolci di casa , edito da Rai Eri ,queste sono ricette furbe perché si possono preparare in anticipo ed avere sempre a disposizione nel freezer da offrire in ogni occasione mai come in questi giorni vi torneranno comode, fidatevi di me!

A proposito lo avete acquistato il mio libro? Si? Allora lo potreste far diventare un bel regalo per una persona a voi cara, che ne dite, mi piacerebbe entrare nelle vostre case anche con questi semplici consigli perché sono sicura che vi potrebbero aiutare in tante occasioni.
Se non vi va invece di comprarlo allora continuate a seguirmi anche qui sul blog, scambiamoci idee opinioni e confronti, facciamo vedere che la rete e il web sono ricche di belle persone che condividono passioni e interessi in modo intelligente!
Ecco la premessa alla ricetta dal mio libro:
“Ci sono tre persone in famiglia che mangerebbero da soli una scatola di marron glacè in un giorno!
Queste siamo io, Silvia e Chiara le mie figlie più grandi. Che tragedia!
In autunno così cedo sempre alla tentazione di comprarne un sacchettino, magari di quelli rotti che sono meno costosi e buoni ugualmente. Una volta aperta la confezione per non arrivare allo strazio di finirla all’istante ne utilizzo subito una buona dose per preparare questo semifreddo da tenere nel freezer e da offrire alla prima occasione: riunione famigliare, cena con amici o voglia di dolce!

Veloce facilissimo e golosissimo, basta montare la panna e poi assemblare gli ingredienti ve la sbrigherete in una mezzoretta e farete una gran figura, a patto di avere ospiti golosi come voi

Semifreddo meritato ai marron glacé

10 Persone
Facile
3 ore

Ingredienti

  • 500 ml di panna da montare
  • 100 g di marron glacè
  • 100/120 g di crema di marroni
  • 50 g di meringhe (abbondanti)

­Procedimento

  • Foderate con la carta da forno uno stampo da plumcake da 21/22cm di lunghezza.
  • Montate la panna non troppo ferma, prendetene circa 200g e mescolatela a 100/120g di crema di marroni.
  • Tritate grossolanamente i marron glacè, sbricolate a mano le meringhe.
  • Ora siete pronti per comporre il semifreddo.
  • Adagiate sulla base dello stampo un po’ di marron glacè e un po’ di meringhe giusto per ricoprire il fondo.
  • Versate la crema di panna e marroni, livellate bene.
  • Adagiate ancora i marron glacè e le meringhe ricoprendo bene la superficie e pressandoli leggermente .
  • Mescolate alla panna rimasta le meringhe avanzate sbriciolate, versate nello stampo livellando.

Note

Mettete nel freezer almeno 3 ore prima di servire. Potete accompagnare questo semifreddo con una salsa al cioccolato calda, ehm, ma forse questo è troppo!
Vuoi condividere questa ricetta?

estate, semifreddo, torta

Commenti (5)

  • Ciao!è la prima volta che leggo il tuo blog e credo che ne faró tesoro!!volevo chiederti ma dopo 3 pre questo semifreddo si può servire?ed è subito pronto al taglio oppure bisogna aspettare?grazie mille e buone feste!

  • Questo tuo dolce mi ha riportato alla mente un semifreddo che facevo molto spesso con grande successo, tratto da un libro di Elena Spagnol del 1979 “Cento piatti facili d’alta cucina”…Dato che son passati tanti anni
    potrebbe farti comodo…: Budino Gelato Nesselrode”. Per 5 persone: 2 tuorli – 100 gr. di zucchero – 200 gr. di marronata – 2 marron glacé sbriciolat -i vaniglia – 300 gr. di panna fresca – olio di semi insapore. Motare i tuorli con lo zucchero, unire la marronata e la vaniglia (se la marronata non è troppo dolce). Montare la panna…e un po’ alla volta unirla al precedente composto. Alla fine unire le briciole dei marroni. Ungere con l’olio uno stampo da budino a bordi lisci (io usavo sempre una forma da plum cake foderata con la pellicola della capacità di un litro per questa dose). Versare il composto e una notte in freezer. Sformare su un piatto da portata (con la pellicola si fa in un attimo) e servire contornato da ciuffetti di panna montata alternati a violette candite…oppure con lingue di gatto o come ti ispira la tua fantasia…Lo portavo sempre per le feste …quando venivano amici della RAI…e avevo sempre un grande successo…Ormai sto solo a casa e te lo regalo volentieri,,,Bello anche con gli stampi ondulati…con sopra qualche marrone tagliato a metà…ne sai più te di me…Un forte abbraccio e per non aspettare l’ultimo momento BUON NATALE a te e ai tuoi cari dall’amica vegliarda…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency