Le ciambelline al vino vanno alle Olimpiadi!

Scusate il ritardo, questo post sarebbe dovuto stare qui ad agosto ma, diciamo che si è perso in mezzo ai bagagli da disfare, lavare e mettere in ordine. In vacanza ero solita trascrivere gli appunti in foglietti volanti sempre pronti ad essere trasferiti nel primo computer disponibile, questo bigliettino però aveva preso un’altra strada, così trovato il “fuggitivo” dentro ad una tasca di pantaloni torno indietro nel tempo e vi ripropongo un altro pezzo della mia estate . La ricetta è molto carina, ne vale la pena.

Sembrerà strano ma anch’io sono riuscita a vedere alcune gare di queste olimpiadi “cinesi” come le hanno chiamate le mie figlie. È stato divertente commentare le competizioni con Laura, durante le ore del silenzio pomeridiane, coinvolgerla con le osservazioni più curiose per attirare la sua attenzione e farla desistere da cambiare canale per vedere il cartone animato di turno. Così abbiamo notato le spalle grandi dei nuotatori, la velocità sorprendente dei corridori vestiti di giallo e di verde che venivano dalla Giamaica, terra già sentita nominare più volte nelle canzoni di musica reggae della sorella maggiore, il trucco perfetto delle ballerine del nuoto sincronizzato, trucco resistente , magico, che non veniva via con l’acqua come il suo e che dovevamo comprare anche noi.

È proprio in questi momenti del pomeriggio, tranquilli e calmi che in un oretta ho fatto le ciambelline. Le adorano tutti: i grandi le intingono nel vino la sera, dopo cena, per accompagnare le ultime chiacchere della giornata, le zie e le nonne le offrono ai loro amici al pomeriggio con il the durante le partite di burraco e i piccolini le sgranocchiano sempre, mattino, pomeriggio e sera infilandone una ad una nelle loro piccole dita facendo così a gara per chi ne riesce a tenere di più.

Le ciambelline al vino vanno alle Olimpiadi!

1 teglia
Facile
30 minuti
20 minuti

Ingredienti

  • 1 bicchiere di vino (bianco, rosso, dolce o secco )
  • 1 bicchiere di olio di semi
  • 1 bicchiere di zucchero
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 600g circa Farina
  • Zucchero (per spolverare i biscottini prima della cottura)

­Procedimento

  • Se poi volete arricchire il sapore delle vostre ciambelline potete aggiungere semini di anice, gocce di cioccolato o frutta secca tritata grossolanamente.
  • Prendete una ciotola capiente, versare il vino e lo zucchero sciogliere bene quest’ultimo mescolando con un cucchiaio di legno, operazione fondamentale per ottenere un impasto morbido e non elastico facile da tirare, aggiungere l’olio la farina e il lievito.
  • A questo punto per ottenere i vostri biscotti vi spiego come faccio io, metodo comodo e veloce che non sporca e da ottimi risultati: sedetevi e prelevate dalla ciotola una noce di pasta, arrotolatela fra le mani e attaccate le due estremità.
  • Avete così ottenuto la vostra prima ciambellina, intingete una parte nella ciotolina dello zucchero e adagiatela sulla teglia dalla parte senza zucchero.
  • Procedete fino ad esaurire l’impasto ed infornate a 180 gradi per circa 15/20 min.

Note

Vuoi condividere questa ricetta?

biscotti, colazione, merenda, vino

Commenti (34)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency