Spaghetti di “liso flitti” con zucchero a velo, panna e fragole. Non sono matta!!!

Ho i sensi di colpa!

Oggi sono rimasta a casa con le due più piccole. Sono tremende in questo periodo, forse soffrono il caldo, forse vogliono andare in vacanza o forse… sono solo bambine.

Mentre io sono sobbarcata da innumerevoli “impicci”:aspettare che escano a giorni i quadri delle più grandi (ne vogliamo parlare?…no è meglio di no!) spedire Chiara in America, vedere le ultime recite, partecipare ai saluti di fine anno, andare a 25esimi di matrimoni, cenare con gli amici prima delle vacanze, risolvere i guai del marito (multe, raccomandate,regali di battesimi…).
E a tutto questo daffare chi ci rimette?
Chi si sottopone al mio sfogo di mamma, come tante, un po’ stressata e stanca che non sopporta più niente?
Naturalmente la coppia Laura ed Elisa che gironzola sempre per casa, urlacchia, combina guai,ma che è sempre pronta a darmi un abbraccio, un bacio e a non pensare più ai miei gesti a volte un po’ sgarbati.


Io allora mi pento delle mie scortesie e cerco di riparare proponendo “cose mai viste”, cosa volete fare sono golosa e mi piace lavorare di fantasia. Così, oggi a merenda, in balcone ho portato questa coppa matta: panna e crema di fragole sormontata da spaghettini di riso fritti e croccanti ricoperti di zucchero a velo…un delirio!!!! All’inizio le bambine mi hanno chiesto – Mamma come facciamo a mangiarla? – – Con le mani- ho risposto. E allora via : mani e poi cucchiaino e poi dita e poi ancora cucchiaino, fino all’ultimo hanno mangio-sgranocchiato questa insolita merenda-premio. Io nel vederle così allegre mi sono rilassata, i miei sensi di colpa se ne sono andati, è stato un bel quarto d’ora, poi…..-Ma no Laura, ti ho detto di lavarti le mani prima di andare sul divanoooooo!!!! Ecco, si ricomincia.

Spaghetti di riso fritti con zucchero a velo, panna e fragole

2 Pezzi
Facile

Ingredienti

  • 300 gr di fragole o altra frutta a piacere
  • 100 ml di panna da montare
  • 3 cucchiai di zucchero
  • il succo di mezzo limone
  • spaghetti di riso (comprateli pure che il resto ve lo faccio usare per un altra ricetta una manciatina)
  • olio si semi di arachidi
  • zucchero a velo

­Procedimento

  • Tagliate 200gr di fragole a pezzetti e fatele andare in una pentola con il limone e due cucchiai di zucchero fino a quando non avranno perso un po’ della loro acqua (circa 10 min scarsi), passate la frutta e ottenete una marmellata leggermente liquida.
  • Montate la panna con lo zucchero rimanente, aggiungete le altre fragole a pezzetti, suddividete il composto in tre bicchieri o ciotoline aggiungendo la marmellata senza mescolare.
  • Fate raffreddare in frigo, o se volete passate tutto per una mezz’ora in freezer.
  • Prendete un pentolino dai bordi alti, versate l’olio, portate a temperatura e friggete gli spaghetti di riso pochi per volta e aprendoli bene dalla loro matassina.
  • Basterà un secondo (davvero, solo un secondo) per parte, loro raddoppiano di volume in un attimo e sono pronti.
  • Fateli scolare su un foglio di carta assorbente, potete anche usarli il giorno dopo, si mantengono croccanti ugualmente.
  • Prendete i vostri bicchieri con la panna, adagiate gli spaghetti spolverati con abbondante zucchero a velo e portate questa golosa merenda ai vostri bambini, sarà bellissimo per voi e per loro godere di questo momento di gioia e stupore.

Note

Questi spaghettini sono ottimi da servire anche con creme fredde salate, o altri dessert, mi è piaciuta molto come idea, penso che la farò diventare un tormentone di questa estate, frequentatori di casa mia? Preparatevi!!!!
Vuoi condividere questa ricetta?

fragole, fritti, frutta, merenda, panna, riso, spaghetti


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (19)

  • una merendina ,tolte le fragole, un pò pesantuccia!
    panna, fritto…
    ma sembra divina davvero!!!!!
    e poi quando ci vuole ci vuole!!!!^_^
    povero divano 😛

  • @ stefania – sono molto divertenti, li ho visti fare da una ragazza cinese (mamma di amichette di asilo…) e ho voluto subito provarli. siamo state tutte contente, eh, eh! grazie per aver lasciato un tuo commento, e grazie per i complimenti!!! (non nascondo che li gradisco!)
    @luby – no dai!!! sono solo due cucchiai di panna a persona e il fritto è leggerissimo, pensa che li butti giù e li tiri su subito, altrimenti diventano scuri!!!! prova e poi mi saprai dire!!!! ho osato anch’io con i miei calcoli biliari, se lo sa mio marito!
    @isabella – ciao isabella, che bello sentirti qui, grazie sono contenta che ti piacciano i miei lavori, sentiamoci ancora. un bacio anche a te!
    @lenny -si lenny, sono divertenti e leggerissimi, inventati qualcosa con loro anche tu, dai, sei sempre così originale!!!! a presto

  • Aspetta… aspetta… mi stai dicendo che gli spaghetti di riso li togli dalla busta e li friggi? Direttamente? Senza cuocerli prima in acqua?
    Allora è davvero veloce!
    E non ti nascondo che … si… appena letto il titolo ho pensato che ti fossi impazzita! 🙂
    Non avrei neanche sospettato questo utilizzo!
    Brava Natalia e… al mercato ho visto un bel telo, davvero delizioso, che ha salvato e salva il mio divano… ne vuoi anche uno tu? 🙂
    Un abbraccio!

  • Anche io ho i sensi di colpa! (tu-sai-bene-perchè)

    Per me “lavare” i sensi e le colpe sarà una questione più costosa che calorica…(basta immaginare una data di partenza, un biglietto aereo, moltiplicare tutto per sei per la data sbagliata. Rendo l’idea?)

    Per fortuna ci sei tu e il blog, che mi porterò dietro anche in vacanza, che mi ricordate che la vita è bella, imprevedibile, croccante, dolce e colorata. Con la tua fantasia lenisco le mie pene, sigh! Sei veramente grande! ciao

  • pensa un po’ se non ti venissero i sensi di colpa!!!sai purtroppo anche a me capita che quando sono nervosa o un po’ giu’ mi “sfogo” con loro che non c’entrano niente e fanno solo il loro dovere di bambini….pero’ fortunatamente loro non se la prendono e gli passa subito, e cosi’ tutti insieme ci si fa una risata. i spaghettini di riso proprio non li conoscevo….ciaociao sly

  • Natty, i tuoi non sono sensi di colpa comuni, ma evidentemente di una portata eccezionale! Infatti la tua creazione metterebbe a dura prova anche un santo ” a non cadere i n tentazione mangiandosi tutta quella coppa del peccato e “pulendo ben bene il bicchiere con un dito, senza alcun ritegno!”.
    E’ troppo irresistibile!

  • brava
    la gioia e l’allegria delle tue figlie davanti a questa delizia
    ha fatto svanire come neve al sole i tuoi sensi di colpa
    continua così .ciao

  • CHE FICOOOOOOOOOO! Ma e’ stupenda questa ricetta!!!! NN ti preoccupare, ad agosto ci rilassiamo, ce ne ho di cose da raccontarti ed un sacco di appunti da farti copiare!
    Un bacione

  • @ barbara -si, devono essere gli spaghetti cinesi, quelli a matassine sottili che si preparano anche reidratandoli solo nell’acqua. li trovi nei super, (io li prendo al todis). quarda che la frittura è velocissima, li butti giù e li tiri su subito, non assorbono unto, sono fantastici anche se li aggiungi ai curry di verdure o alle carni. ehm, grazie per il telo!!!
    @mannu – oltre al blog nelle tue vacanze porterai anche mia figlia, per questo non finirò mai di ringraziarti!!! per il resto la vita è troppo corta per pensare agli imprevisti e prendersela troppo godiamoci quello che abbiamo ora….
    @sly – il tuo pensiero mi conforta…non sono l’unica allora!!
    @lucy – grazie un bacio
    @anna – si, è vero!!! ciao
    @cristiana – sei una vera amica!!!! non vedo l’ora
    @salsadisapa – uso proprio quelli cinesi, ma li trovi al super lo stesso. io i miei li compro al todis, sono quelli che si preparano anche mettendoli semplicemente in acqua. dai, usali anche tu per preparare qualcosa, sono molto divertenti, e prendono il sapore che vuoi , inoltre è anche un alimento adatto alle persone celiache. tra i nostri amici capita sempre qualcuno con questo problema!

  • Grazie Natalia per avermelo specificato, qui ho trovato solo spaghetti di riso Scotti, assaggiati una volta tanti anni fa e bocciati all’istante…
    Quando capito a Roma magari faccio un salto da quancuno più fornito!
    Un bacio!

  • @annarita – le mie bambine si sono divertite molto, prova anche tu! ciao
    @Barbara – dai vieni a roma e fammelo sapere!!!
    @monica – questa storia si rivive in ogni famiglia, sigh!! bentornata!! tutto bene in Germania?

  • Natalia, veramente io ogni volta che passo di qua rimango a bocca aperta. Dovrei lasciare un commento di stupore su ogni ricetta perche’ sono cosi creative, cosi cariche di amore e dedizione. Oramai le meningi nella mia zucca non esistono da secoli quindi neanche spremendole a piu’ non posso riuscirei a ricavare un centesimo di quello che crei. Ma dove le pensi tutte ste belle creazioni? Sei veramente unica e la tua creativita’ non ha limite. Mi son gia’ segnata parecchie ricette per stupire ancora i miei tre pargoli, quindi non mi resta che ringraziarti per condividere tutte queste belle e buone ricette. Buona settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency