Torta di mele senza zucchero

vai subito agli ingredienti

Da dove comincio? Allora, prima dalla ricetta: tempo fa mi trovo un messaggio di mia sorella nella posta , mi invita a provare questa torta – E’ una ricetta che mi arriva da un amico di una prof trentina che ho conosciuto in Irlanda due anni fa! Se vuoi provarla tu, io non mi fido, chissà come sarà, in fondo sei tu la cuoca di famiglia!- Mamma mia che giro, mia sorella, l’amico della prof trentina l’Irlanda e ora qui a Roma da me, beh, questa ricetta merita di essere realizzata. La leggo bene e mi incuriosisce, non c’è zucchero, non ci sono grassi, in compenso c’è tanta frutta. Praticamente un frullato di mele con l’aggiunta di uova e poca farina, decido e la preparo.

Il risultato ad occhio mi piace. Una torta dalla consistenza “budinosa” ma più compatta, come una crema , buona, fresca e piacevole che si mangia con le mani e che può essere arricchita nel piatto con crema inglese, gelato o marmellata fatta in casa. La faccio raffreddare e mi allontano dalla cucina. E’ ancora pomeriggio, vado a prendere le bimbe a scuola, ritorno a casa e….ne manca un pezzettino! Uffa dovevo ancora fotografarla, ma chi è stato? Ragazzeeee!! Loro no,conoscono bene le regole di casa, chiedere sempre prima! Ecco che si avvicina mio marito tutto beato e tranquillo, ma che ci fa a quest’ora? E mi dice – Natti ma è buonissima questa torta!- mentre finisce di leccarsi le dita, tutto contento di aver trovato questo premio al suo rientro . Potevo sgridarlo? Così dispongo la torta sul tavolo e mentre vado a prendere la macchina fotografica pensando al tipo di foto con la torta “aperta” ritorno e vedo le due pupe gironzolare intorno , con una mela in mano Laura mi dice: Mamma la mela la possiamo mettere qui nel buco! – e l’altra – E io la tocco con le dita per aggiustarla (e appena mi giro se le lecca!). Ma si, facciamola così la foto , la vita è bella e la torta è buona cosa voglio di più!!!

Mi piace perché: si mangia tantissima frutta, non c’è zucchero aggiunto e non ci sono grassi, l’hanno mangiata in casa tutte, e mi sono presa un sacco di complimenti da mio marito che per tutta la sera mi ha gironzolato intorno con sorrisini e ammiccamenti vari…. io vi ho avvisato,fate voi!!!!

Torta di mele senza zucchero e senza grassi aggiunti

1 Torta di mele
Facile
40 minuti

Ingredienti

  • 1 kg di mele
  • 2 mele (per la guarnizione)
  • 2 yogurt alla frutta
  • 2 uova intere
  • 2 misurini di farina (usare come misurino il barattolo dello yogurt)
  • 1 bustina di lievito (anche 1/2)

­Procedimento

  • Il kg di mele si può sbucciare o meno, ma vanno frullate assieme.
  • Insieme anche alla farina, alle uova, allo yogurt, aggiungendo per ultimo il lievito. Ungete una teglia rettangolare possibilmente antiaderente oppure ricopritela di carta da forno e versate il liquido cremoso ottenuto dalla frullatura.
  • Tagliate a spicchi sottili le due mele e disponetele in fila sulla torta sormontandole leggermente.
  • Mettete a forno caldo 180° per 40 minuti.
  • Nel frattempo preparate in un pentolino il succo di mezzo limone, un cucchiaio di acqua, mezzo vasetto di confettura di albicocche (bastano anche due cucchiai abbondanti).
  • Il tutto va riscaldato fino alla prima ebollizione tenendolo ben mescolato.
  • Questo preparato una volta cotta la torta va steso sopra le mele per guarnizione. Se le avete potete cospargere la torta con mandorle a lamelle o tritate. Si rimette la torta guarnita della marmellata in forno per 10 minuti per la tostatura superiore.
  • A questo punto fatta raffreddare la torta la si taglia a quadretti e si gusta come desiderate, con altra frutta, crema o gelato o anche semplicemente da sola.

Note

Nella lettera c’era scritto questo: premessa importante si mangia il giorno successivo a quello della preparazione, ma dal mio racconto si evince che è buonissima anche appena fatta! NIENTE ZUCCHERO e NIENTE GRASSI per cui è anche dietetica.
Vuoi condividere questa ricetta?

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (83)

  • @Mammafelice – io ti ho messa in guardia eh! questa torta diciamo che…risveglia i mariti!!!! forse perchè non si sentono in colpa visto che mangiandola non accumolano calorie in più…quindi in questo caso vale il detto (mio)che dice una torta di mele al giorno ti mette il marito intorno!!!! ah, ah, ah, con la manniu ci siamo fatte un sacco di risate, ciaooo

  • Bella questa torta “leggera”…belle le manine e l’idea delle bimbe (che a quanto ho capito sono la tua bambine) per la fotografia…bella l’idea di prepararla per il marito che torna stanco dal lavoro…

    Bello tutto insomma!

    Grazie,
    Barbara

  • estate 2006, (giusto Cristina??), io, i miei 3 più Chiara, la campagna, la pioggia, la pioggia il vento e un freddo boia. Il secondo giorno mi rompo un piede, telefono a casa piango e mio marito mi incoraggia a portare aventi la “missione”. Se ce l’ho fatta è solo grazie all’aiuto di Cristina e Simonetta, le fantastiche prof. trentine che accompagnavano un gruppone di ragazzini simpatici e spontanei. Quasi quasi mi sono divertita e poi, lo dico, ero in classe con il più bello della scuola, Martin (com’è che mi ricordo ancora come si chiamava??;-) Con lui mi sono fatta una guinness un sabato sera alla festa della scuola…ahhh, i vantaggi di essere studenti maggiorenni!!

  • ohh natalia!!!è stupenda!!!che bella l’immagine di te mentre vorresti sgridare tuo marito ma il cuore ti dice di no^_^
    e le tue bimbe^_^deliziose come questa torta!!!che bella famiglia!!!!

  • @Antonietta – mogliiii alla riscossa!!!

    @Monica:) – con tutto quello che hai da fare in questi giorni? voglio rimanere aggiornata, fammi sapere tutto ok? baci

    @Barbara – troppo buona, però hai ragione è stato tutto bello, e sereno, il giorno dopo in compenso ne ho combinate di tutti i colori….mamma mia le giornate sono imprevedibili… ciao

    @Mannu – me lo ricordo il famoso Martin, anche Chiara me lo aveva descritto come il belloccio di turno a perte il suo ragazzino anche lui di trento se non sbaglio!!! la zia e la nipote avevano fatto colpo non è vero? corri subito a fare questa torta per tuo marito!!!!

    @soribel – si, sono stata molto fortunata, me ne rendo conto, è per questo che cerco di essere serena, consapevole di avere avuto dei bellissimi doni dalla vita. poi a me non piace lamentarmi per niente: c’è sempre una soluzione (e se non c’è si inventa!!!)

    @alem – furbetta!!! 🙂

  • @quasimamma – ciao, io ho usato una teglia quadrata di 24X24cm, mi sono trovata bene perchè la torta è venuta alta circa 3cm. adesso lo aggiungo anche nel post perchè in effetti può essere di aiuto come indicazione visto la particolarità della torta. quando frulli tutto ti sembra un frappè denso!!!! ma tranquilla poi si rassoda il giusto , la meraviglia di questa torta è che soddisfa la voglia di dolce con un numero di calorie veramente esigue!!! che bellezza

  • piano piano, Chiara sì, aveva fatto colpo su un ragazzino che a quanto mi risulta le scrive ancora -in questa sede diremmo “cotto”- io, sigh, noooo! Io contavo solo i passi che dovevo fare dal refettorio, alle classi alla mia camera con le stampelle, la pioggia e una fasciatura di garza. Solo una volta rientrati a casa, in Italia, dopo 3 settimane ho avuto il piacere di avere un gesso bello duro, come si conviene, e altre 2 settimane di divano. ahi, ahi, ahi
    Il cuoco della scuola era il padre della direttrice, un argentino (e qui la dico tutta sulle credenziali del posto) e sai che c’è? in mezzo a tutto quell’umido ventoso e nubi nere proponeva una cucina calda e solare, molto molto latina, insomma, una vera coccola.

  • allora bisogna imparare dalle mogli irlandesi, mica la solita torta di mele questa è anche risvegliamariti! …sto cercando di capire quale sia l’ingrediente magico

  • Si è rotto il frullatore, era un quasi frullatore, un magikbullet mignon. Dovrò aspettare per farla.
    Giovedì, mentre montavo le chiare per la glassa di zucchero… è morto il mio sbattitore elettrico (dopo 15anni di onorato servizio). Sono a terra con gli elettrodomestici perchè prima erano morti anche l’accessorio trita tutto e il frullatore ad immersione… il mio braun tris è finito in discarica 🙁
    Sarà giunto il momento di prendere un robot da cucina serio?
    Hai suggerimenti?

  • Questa la provo di sicuro, sto allattando e ho una fame tremenda, solo che mi riempio troppo di schifezze… una torta meravigliosa.. senza zucchero e grassi non me la faccio di certo scappare!! Baci, Stefy

  • @annarita – a volte c’è da impazzire ma …è anche bello così!!! grazie annarita i tuoi commenti mi fanno sempre molto piacere, riceverli poi da una mamma giovane e in gamba come te è molto gratificante.

    @lalla – che ridere lalla, il segreto non lo so, qui da me ha funzionato così!!! si potrebbe davvero chiamare torta svegliamariti, enercizzante e corroborante….

    @Chiara – falla al commercialista di casa…lavora troppo ha bisogno di sostegno!!! e poi in questa torta ci sono anche poche calorie e va benissimo per chi è un po’ vanesio e ci tiene al fisico!!!

    @monica:) – prima di tutto la visita con benedizione in un santuario!! qui a roma c’è il Divino amore , se ti interessa…..
    poi uno vale l’altro, dipende da quanto vuoi spendere, fai attenzione principalmente alla potenza del motore e a scartare quelli con duemila accessori che tanto poi non userai mai! baci. ho letto il messaggio della torta con il cioccolato plastico solo oggi, non sò perchè ogni tanto co trafficano le bimbe. secondo me puoi metterla in frigo però…non ti garantisco niente perchè non me lo ricordo più. Se la torta può stare fuori dal frigo il cioccolato plastico resiste benissimo . questo è quanto magari chiediamo aiuto qui nel blog . Ehi ragazze sapete se una torta decorata con il cioccolato plastico si può conservare in frigo?

    @Marzia – Evvai, allora vedi che funziona anche fuori da casa mia!!! mogli risvegliate i vostri mariti con la torta di mele irlandese!!! che forti che siamo noi mogli eh?

    @stefania – dai, che bello, sei impagnata in un lavoro duro , bello , e importantissimo, questa secondo me è fa proprio al caso tuo poi è buonissima anche fredda!!! in bocca al lupo e un bacio al o alla piccola!!!

    @aulike – sono contenta, è particolare e nonostante tutto ho visto che piace! grazie e buon fine settimana

  • … volevo aggiungere che, dopo la torta al cioccolato plastico, anche il mio stampo a cerniera da 26cm è andato… 🙁
    Prenoterò una visita al Divino Amore!!!

  • provata,approvata,confermata marito entusiasta
    si riprova anche con altri frutti di stagione (proposte estive x ora albicocche e poi anche pesche… ti saprò dire i commenti)

  • Dunque dunque… l’ho fatta e mangiata tutta quanta!!! Buona, mi è piaciuta, ma dimmi una cosa.. ha una consistenza simil budino (ma più densa) o sono io che ho sbagliato qualcosa? Ottima la proposta di utilizzare pesche o albicocche!! Baci

  • @lalla – grande lalla, ottima idea, pesche e albicocche devono essere fantastiche 🙂 evvai con i mariti più buoni!!!

    @stefania – si, è quella, si regge apena con le mani. ciao

  • Ciao.
    Complimenti per la ricetta: torta buonissima.
    Sto seguendo una dieta a basso contenuto di glutine e latticini pertanto ho sostituito la farina 00 con farina di Kamut e non ho inserito gli yogurt: direi che il risultato è stato comunque ottimo.
    Come ulteriore variante oserei inserire una manciata di uvetta passa e una spruzzata di cannella. Che ne dici?

  • Finalmente domenica sono riuscita a fare questo dolce!
    Che telepatia io e la Laura (mia sorella).. anche lei giorni fa aveva stampato la stessa ricetta 🙂 per prepararla.
    Siamo sorelle e spesso ci capitano coincidenze pazzesche! E’ vero Laura?
    Il dolce era buonissimo ma forse ho scelto la teglia sbagliata, e venuta troppo sottile (con mezza dose di lievito) e alla fine mia sorella mi ha detto “arrotoliamola e poi la tagliamo a fette!” e così è andata bene!
    baci!

  • @marzia – perfetto e grazie della dritta!!

    @sandra -meno male che ci sono le sorelle, vero sandra? sono contenta perchè questa ricetta me l’ha passata la mannu, tua amica, che coincidenze vero?

  • Salve. SOno capitata nel tuo blog per caso, ci sono praticamente caduta dentro. Ti ho già rubato la ricetta di questa torta e ho intenzione di provarla prestissimo!
    Complimenti per lo spirito che si respira qui, per le ricette che proponi e per le foto bellissime che fai.
    Loredana

  • Natalia complimenti davvero per queste ottime ricette!!! sbircio sempre qua dentro e ne ho provate molte!
    Questa la ho regalata ad un’amica per il compleanno ed è rimasta soddisfatta. mi hanno detto che cmq il giorno dopo è davvero ancora piu buona perche piu compatta…ma non ci sono problemi!
    ora è mattino e provo a farla per il tardo pomeriggio provando a mettere dentro anche i kiwi e forse anche l’uvetta. vediamo come viene!
    🙂

    buona domenica!

  • Volevo aggiungere che ho provato a fare questo dolce anche con le mele e i kiwi aggiungendo lo yogurt mela-kiwi della muller e poi ho unito nell’impasto anche dell’uvetta fatta gonfiare in del te alla mela. è venuto molto buono anche se ho dovuto quocerlo molto di piu perche molto bagnato…in frigo si conserva meglio e difatti sembrava un semifreddo! pero per l’estate fresco fruttoso è piaciuto!
    grazie ancora per questa ricetta!!!

  • AIUTO………..Ragazze p.f mi dite come mai la mia torta di mele e rimasta troppo liquida …non lo so perche io ho fatto misure giuste di tutto… grazie.

  • @loredana – ops scusate ragazze ma non avevo notato i commenti nuovi in questo post, grazie a Lumi che è in difficoltà, adesso cercherò di capire il perchè, vi posso rispondere. grazie loredana sei sempre molto gentile

    @Maracuja- grazie per aver condiviso i tuoi esperimenti… un bacio

    @Lumi – la torta si presenta prima di cuocere in forno un frappè, molto liquida vero? poi continua ad essere liquida anche dopo la cottura? prova a tenerla ancora un po’ di più in forno , e comunque ricordati che la sua consistenza è budinosa. i pezzi piccoli si riescono a tenere in mano ma quelli un po’ più grandi sono troppo molli. lumi non so come aiutarti, sei la prima che mi avvisa di questo inconveniente. Forse hai usato le mele nuove, molto succose…ma, non voglio dirti delle stupidaggini, andare per tentativi no serve a niente. se hai seguito tutto alla lettera (e non ho dubbi) forse ti è capitato qualcosa di strano! se puoi rimettila un po’ in forno, ecco l’unica cosa che mi sento di dirti!!! Questa ricetta l’ho anche pubblicata nel libro perchè tante ragazze lì’hanno apprezzata e fatta. Una mia amica l’ha preparata anche per il battesimo del nipote! baci

  • Graie mille della tua risposta ho pensato anche io di lasciarla nel forno ancora e ho lasciato ancora 15 minuti ma niente… si vede che le mele erano troppo succose, ho usato qmc le mele golden prossima volta usero un altro tipo, anzi se magari mi dici qualle usi tu cosi provo anche io, grazie ancora… mi piace tantissimo tuo blog sei veramente bravissima COMPILIMENTI…

  • Mi ha commosso l idea della bimba di mettere la mela nello spazio vuoto.
    Voglio tenerla in mente x sempre e tirarla fuori nei momenti di sconforto… Siete tutte molto in gamba… La ricetta della torta la farò oggi stesso non appena il mio piccolo guerriero Gabriele si sveglierà…. Baci a “tutte quante” (direbbe Gaghi)…

  • La torta l ho fatta davvero e a me ke i dolci nn piacciono, (ma mi piace moltissimo prepararli….), è piaciuta tanto: morbida al punto giusto, gustosissima e molto gradevole come consistenza e poi… ke bello: mi è riuscita al primo colpo, o meglio: alla prima infornata! Sono proprio contenta e voglio farti anke i complimenti x il tuo blog: è davvero carino e lo visito spesso (Gaghi permettendo….) Brava brava brava!!!

  • Questa è la prima ricetta tratta dal tuo libro….
    L’ho proposta sabato sera a marito e amici golosissimi senza dire nulla sugli ingredienti o meglio, sugli ingredinenti mancanti 🙂
    “Che buona…ma che buona!”
    Quindi? Approvata a pieni voti dal marito che “…se un dolce non è dolce e burroso che dolce è?”….che grande soddisfazione!
    Grazie Natalia!

  • sono già due volte che la faccio ….e a malapena riesco a mangiarla!!!!! confermo che il marito in questione abbia avuto un particolare slancio nel descriverla strepitosa: mi ha anche chiamata al lavoro per dirmelo!!!!!!!
    grazie Natalia!! 😉
    ps. ho provato con due cucchiai di miele anzichè di marmellata, ottima!

  • Ho scoperto questa ricetta alla ricerca di qualcosa senza zucchero per la mia collega che si è scoperta diabetica da poco ed è molto giù di corda…. visto che gli unici dolci che le sono permessi sono le fette biscottate.
    Ho leggermente modificato la ricetta sostituendo lo yogurt alla frutta con quello magro e la farina normale con quella integrale che ha un contenuto glicemico + basso.
    Adesso è in forno. Domani vi saprò dire come è venuta.

  • Bellissima questa ricetta! L’ho fatta e mi è piaciuta un sacco, soprattutto per la base di yogurt, che rimane bella morbida! Effettivamente non c’è alcun bisogno di aggiungere lo zucchero, perchè la dolcezza della frutta lo sostuituisce egregiamente! E poi, da non sottovalutare il fatto che non c’è il burro! Insomma: buona e leggera, perfetta per l’estate che si avvicina!

  • Eccomi di nuovo a commentare i vecchi classici! Beh, questa torta ci è piaciuta così tanto che non ho resistito alla modifica. Devi sapere che, quand’ero piccola, la mamma mi preparava spesso la centrifuga di mele e carote ed era un momento magico perché né io né mio fratello mangiavamo frutta e verdura. Ma quel bicchierone non vedevamo l’ora di afferrarlo e berlo tutto! E così è nato il crumble in monoporzioni di mele e carote: metà mele e metà carote lessate e yogurt all’albicocca. Per il crumble qualche cucchiaino di cereali (corn flakes, avena, soia) un cucchiaino di muscovado, uno di burro e due amaretti. Se hai tempo ti consiglio di provarlo! Rimane croccante anche da freddo ed è una vera squisitezza 🙂 peccato che durino giusto il tempo di guardarli!

  • Vecchio post, lo so, ma io l’ho provata solo ora. Come sai Andrea è in piena fase passione per la cucina e ha deciso di cucinarsi da solo tutte le merende.
    Predilige dolci freschi: ha amato in cheese cake e fosse per lui vivrebbe di panna cotta e tiramisù. Ma quella è tutta roba che io non posso guardare neanche da lontano, perchè trasuda calorie anche per osmosi! Allora stamattina abbiamo provato questa.
    Ma è davvero magica! La tengo in frigo, così resta budinosa e fresca… però dopo pranzo ne era sparita quasi mezza!! Altro che il giorno dopo

  • Incuriosita da Silvia (qui sopra) l’ho provata oggi, ma ho fatto metà dose perchè non mi sono fidata del forno vecchio nella cucina di casa nuova. Mia figlia (2 anni e quasi mezzo) l’ha divorata. Non l’ho glassata, e ho usato due mele rosse rosse e una renetta, ma penso vada bene qualunque tipo di mela.
    Non sono sicura al 100% che il forno si sia comportato bene e che la consistenza sia venuta come doveva, ma è davvero ottima.
    Grazie!

  • Ciao

    è da paio di mesi che sono “ufficialmente ” a dieta e sto cercando in rete qualche ricetta “dietetica”…..
    Ho trovato questa e l’ho trovata molto interessante, ora la mia torta è in forno solo che al momento della guarnizione con il preparato è scesa di cira 2 cm……
    Mi piaceva tanto così alta…. vabbè mi accontenterò…..
    Grazie ancora

  • Questa torta é FANTASTICA!! Nulla da invidiare a quelle supercaloriche, anzi, le batte alla grande! Quando l’ho tolta dal forno ero sconsolata perché aveva una consistenza molliccia…ma il giorno dopo era fantastica!! Grazie per la ricetta!

  • Volevo sperimentare un nuovo dolce, ma che non fosse troppo calorico, così sono andata a prendere il tuo libro ( ne esce un altro, ma io ancora devo finire di sperimentare il vecchio….fai troppe ricette buone…non si riesce a starti al passo 🙂 ) e la scelta è caduta su questo!!! Tutti i commenti positivi sono ben riposti!!! Buonissimooo!! Credo che replicherò a breve, prima che la stagione delle mele finisca!!!
    Bye Bye e Baci!!

  • Provo solo ora la tua ricetta…. complimenti è a dir poco straordianria!!! E’ diventato il mio dolce preferito, indicatissima anche per la colazione.
    Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valuta la ricetta




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani

Sito fatto con gusto da Nagency