Cra, Cra, Cra…spegnete quella sveglia!

Sabato sera ho trascorso una piacevolissima serata a casa di un’artista, Serafino Maiorano, in compagnia di persone molto interessanti. Abbiamo parlato di tutto, musica ,politica, arte, cucina, ci voleva proprio, sentirsi ogni tanto “grande” fa bene alla salute. Ci siamo dati appuntamento all’inaugurazione della mostra giovedì 7 ottobre, alle 19.00 in via Margutta 8 (Roma) vuole venire qualcuno? Sentite che bel titolo “IL RESPIRO DELLA LUCE” io ci sarò!

Ovviamente siamo rientrati tardi, le due di notte circa, ma non importava nulla perché eravamo ben intenzionati a recuperare durante la mattina seguente, la domenica si può dormire di più.
Cra, Cra, Cra, alle sette la sveglia giocattolo delle bambine si fa sentire, ma cosa ci fa qua, le due piccole pesti l’hanno dimenticata per gioco (?) . Mi alzo e spengo velocemente, almeno Roberto può continuare a recuperare il suo sonno.
Che faccio, la cervicale si fa sentire, non riesco a riaddormentarmi, decido di andare in cucina e farmi il caffè, penso alla settimana entrante agli impegni che avrò, al blog… a proposito non ho la ricetta da postare per domani! Il dovere mi chiama, non è facile stare al passo , ma mi piace, è una sfida a non mollare , a volte dico “chi me lo fa fare?” per oggi non metto nulla, poi però penso che se lascio perdere un giorno poi lo rifarò un’ altra volta e poi ancora fino a trascurare questo spazio e non voglio! Mi piace avere un impegno tutto mio, che mi tenga “viva” occupata, mentalmente e manualmente nonostante i mille impegni che la famiglia mi “affibbia”, ma sono per la famiglia e per me?

Dunque oggi i miei cari verranno premiati con una vera colazione della domenica mattina, solo oggi però, non si devono abituare male eh!
Latte, cous cous, frutta e cereali, un po’ di cioccolata fondente e la coppetta è fatta! Che dice il dottore? Quando mio marito è disponibile ci tengo molto ad avere il suo parere sulla qualità e sui contenuti nutrizionali della ricetta, anzi quasi quasi glielo chiederò sempre , per completare le nostre informazioni, visto che qui, il mio obiettivo non è solo il mangiare o proporre la cosa in modo divertente ma quello di pensare al cibo come un aiuto per mantenere lo stato di buona salute ed efficienza fisica nostra e dei nostri bambini, noi siamo quello che mangiamo!

Il bicchiere di frutta e cereali

1 porzione
Facile
10 minuti

Ingredienti

  • 1 cucchiaio abbondante di cous cous precotto
  • mezza banana (o altro frutto a scelta)
  • latte
  • zucchero
  • miele (se piace)
  • muesli o biscotti ai cereali
  • cioccolata fondente (sciolta)

­Procedimento

  • Facilissimo, scaldate il latte, lo potete anche aromatizzare (cannella, vaniglia, limone).
  • Versatelo sul cous cous, coprite e lasciatelo gonfiare.
  • Per avere una consistenza cremosa lasciate “ammollare” il composto e se volete, io lo preferisco, date al tutto una frullatina con il minipimer, otterrete una crema fantastica ancora più piacevole.
  • Poi il gioco è fatto, prendete le tazze o i bicchieri, riempite con strati di cremina, frutta, biscotti sbriciolati e cioccolato, e aspettate che i vostri famigliari si alzino per gustarlo.

Note

Il dottore dice che è perfetto per iniziare la giornata, se poi si riesce ad evitare la dose di zucchero ancora meglio, è una colazione gustosa, che non appesantisce e garantisce tutta l'energia necessaria per continuare la mattina.
Vuoi condividere questa ricetta?

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (21)

  • Fantastica questa colazione, dello zucchero faccio volentieri a meno e la userò quanto torno dalla mia corsa domenicale!!!! il cous cous a colazione? sei mitica!!!!!

  • Idea geniale del cous cous mattutino dolce, io lo uso spesso ma fino ad ora solo per ricette salate. Venire a curisosare nella tua “cucina” è sempre molto interessante.

    Buona settimana.

  • Svegliarsi la domenica mattina e trovare una deliziosa colazione come questa, significa iniziare la giornata alla grande…………complimenti Natty, non mi deludi mai.

  • davvero, non so come fai! io ho 18 anni e leggendo il tuo blog ho voglia di diventare grande, di diventare una mamma. Sembri così disponibile in tutto e per tutto per i tuoi figli, così attiva e con tanta voglia di fare nonostante i mille impegni di una donna adulta. Se ti conoscessi saresti sicuramente una di quelle persone che prenderei come modello! complimenti davvero.

  • ciao sono Maria ti avevo scritto qualche gg fa. Ho riprovato a fare il cake di mortadella (questa volta ho tagliato il tutto facendo dei quadratini piccini e non sono scesi nel fondo dello stampo come la prima volta!!!). Ascolta volevo chiederti una cosuccia. Ho trovato una ricetta sul giornale marieclaire francese di alcune polpette fatte con la quinoa. Sai che cos’é? LHai mai realizzato qualcosa con questo ingrediente? Il tuo lbog e il tuo libro sono splendidi

  • @Maria: la quinoa appartiene alla famiglia degli spinaci, sembra cous cous a vederla, ma non contiene glutine, anch’io ho visto una ricetta di polpette con zucchina e quinoa… la proverò presto… ho una zucchina solitaria che langue nel frigo… magari ti farò sapere:)

  • Me la tiro se dico che il MAXXI, museo nazionale delle arti del XXI secolo appena inaugurato a Roma ha aperto con una personale di De Dominicis e negli spazi troneggia una sua grande opera ” La mozzarella in carrozza” prestito della famiglia Cattelani Carlo (mio zio)? Sì me la tiro, anche se io non ho nessun merito. E sono così felice di essere quella che sono, libera di volare alto grazie a chi sta molto più in alto di me: artisti pensatori filosofi e scienziati. Pensate che mio zio, uomo di fede, chiamava gli artisti “i miei santi” e per De Dominicis in particolare provava gratitudine immensa per averlo aiutato a vincere la paura della morte. Questi sono discorsi tra artisti e pensatori, semi che hanno da sempre nutrito e in qualche modo sostenuto/protetto la mia mente peraltro fragile e bisognosa di spazi.
    Mio nonno era contadino mezzadro a Magreta, frazione di Formigine, provincia di Modena. Mezzadro dell’arciprete. Una famiglia povera ma non di idee e di valori.
    Nelle tue foto, nel tuo spirito creativo, nella semplicità con cui ci racconti di te, nella tua voglia di fare, in tutto questo ritrovo quei semi.

  • adesso capisco perchè siete così speciali voi sorelle Cattelani!!!! ho sempre fatto un sacco di complimenti alla sorella cuoca ma oggi voglio farli alla sorella artista nella vita!!
    i tuoi commenti, i tuoi racconti, i tuoi post arrichiscono questo blog in modo “frizzante”!

  • @mirtilla – carina ma fastidiosa!!!

    @loredana brianza – si il cous cous lo fanno in parecchi dolce, ed è anche molto buono! lo insaporiscono di solito con sciroppi a base di frutta spremuta e zucchero o mile, poi viene messo in stampi, pressato bene e servito con frutta o creme, insomma da leccarsi i baffi!!

    @letiziando -vedi risposta sopra, il cous cous dolce è mitico!

    @lucia – solo perchè c’è stato l’inconveniente della sveglia ed era domenica . potendo andare con calma è bello offrire il meglio di noi! ma le altre mattine si va a latte e biscotti!

    @ambra – anche se fino a quando non prendo una tazzina di caffè non connetto!

    @lety – provala:)

    @Glu-fri – ottima idea, anche in questo caso io gli darei una frullatina prima!!

    @stefania – aggiungi più frutta e togli il cioccolato pero 🙁

    @laura – è velocissima e si presta ad innumerevoli cambiamenti e variaziaoni

    @lucy – grazie lucy !

    @ Monica – eh, mia cara, io sono allenata!!!

    @Giulia – grazie giulia ma…fai una chiacchieratina con le mie figlie prima e ne sentirai delle belle!

    @Maria/monica/maria .- perfetto ragazze, siete una vera squadra!

    @Mannu – che dici allora posso “tirarmela” un po’ anch’io? in questi giorni dovrei dimostrare per quelli che ancora non l’hanno o non vogliono capire certe cosucce….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valuta la ricetta




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani

Sito fatto con gusto da Nagency