• Home
  • Dolci e Torte
  • Insalata estiva: giochiamo! Dov’è il tonno, dov’è il pomodoro?

Insalata estiva: giochiamo! Dov’è il tonno, dov’è il pomodoro?

Scritto da Natalia il .
Pubblicato in Dolci e Torte.

Intanto voglio dirvi subito che l’idea non è mia, ho conosciuto Erica  a Identità Golose a Milano, bella giovane e soprattutto bravissima cuoca e fotografa, una personalità travolgente, un sorriso e una luce negli occhi unica!

Quando ha proposto questa “matriosca” così l’ha chiamata ho subito pensato alle mia famiglia e a quanto sarebbe stato divertente portarla in tavola anche qui, magari con qualche variazione.


Ieri pomeriggio ho provato a fare un “prototipo” e a metterla sotto esame : mentre ero in cucina è entrata Silvia, ecco che dopo averla mostrata ho chiesto il suo parere. E’ partita subito una piacevole discussione, del perché manipolare gli ingredienti per ricavare un piatto il cui gusto si può avere semplicemente presentando i tre ingredienti distinti ! Per Silvia insomma significa lavorare inutilmente! Io da parte mia ho insistito sul far presente che a tavola anche l’elemento sorpresa ha il suo fascino ed è importante, quando si propone spesso la solita cosa presentarla magari in modo diverso può rendere più piacevole questo momento. Ma con lei non ha funzionato. Allora abbiamo chiamato in causa Chiara, per vedere da che parte sarebbe andato l’ago della discussione Niente da fare anche la seconda ha avuto delle perplessità, ma questa volta dal punto estetico beh devo ammettere che il prototipo non era particolarmente bello.
Allora decido di fare un ultimo tentativo: chiamo Laura. Eravamo tutte li presenti ad ascoltare e vedere la sua reazione – Fico mamma, certo che mi piace è pomodoro e mozzarella no?

Poi non dite che i miei esperimenti non sono testati, vi ho riportato i punti di vista di tre autorevoli consumatori con un range di età che va dai 46 ai 6 anni, più di così!
Divertenti anche da fare e semplici, si possono preparare in anticipo, conservare in frigo e tirarli fuori una mezz’oretta prima, accompagnati ad un piatto di verdure queste palline dal cuore a sorpresa sono ovviamente variabili a vostro gusto, mi piace l’idea di manipolare la mozzarella e cambiarne i “connotati” E per i vostri bambini sarà facile sorprenderli ancora una volta soprattutto se conoscete i loro gusti! Vi lascio augurandovi un buon we, ciao

Mozzarelline con sorpresa

8 Pezzi
Facile
30 minuti

Ingredienti

  • 2 mozzarelle (meno latte hanno meglio è)
  • 4 pomodorini
  • tonno qb.
  • insalata
  • dadini di pane tostato per accompagnare il piatto insalata
  • quadretti di pane tostato in padella con olio extravergine

­Procedimento

  • Tagliate la mozzarella in 4 fette
  • Mettete a scaldare a fuoco moderato una padella antiaderente, ungetela leggermente con un pennellino o un pezzo di carta (operazione facoltativa).
  • Intanto tagliate a metà dei piccoli pomodorini, togliete i semi e salate leggermente l'interno.
  • Prendete il tonno sminuzzatelo bene ed inseritelo nella metà del pomodorino.
  • Ci siamo, adagiate la fetta di mozzarella nella padella e aspettate che si ammorbidisca.
  • All'inizio fatene una alla volta, poi vedrete che dopo aver preso la mano potrete mettere a scaldare più fette e velocizzare il vostro lavoro.
  • Toccate con le dita la fetta, è morbida, rigiratela e fatela ammorbidire anche dall'altra parte ma non fatela sciogliere, fate attenzione!!!
  • Ci siamo, prendete la mozzarella se volete e non riuscite a tenerla in mano adagiatela nel piatto, appoggiate il pomodorino e chiudete i bordi verso il centro appiccicandola bene. Procedete fino a finire gli ingredienti.
  • Mettete le palline nel piatto e conservate coperto in frigo fino a una mezz'ora prima di servire.

Note

A proposito, vi svelo dove sono tonno e pomodori:

 

Vuoi condividere questa ricetta?

insalata, mozzarella, Pesce, tonno


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Commenti (18)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency