totem festa compleanno

Una festa di compleanno in famiglia…un po’ allargata però!

Come ogni anno i primi di settembre in casa c’è da festeggiare (veramente anche alla fine di agosto 🙂 ma questa data passa spesso in “sordina” vero cara famiglia?) .
Festeggiamo Laura, al mare in compagnia e che compagnia!
Basta dirvi che la mia produzione in due giorni è stata quella di preparare 13 torte (tra crostate, torte al cioccolato e torta di compleanno) 2 kg di pasta da pizza per fare rotolini ai vari gusti, 6 torte rustiche di pasta sfoglia ma soprattutto, questo si trattava solo dell’antipasto, ho fritto in diretta festa, 10kg di gnocco da accompagnare ovviamente a prosciutto, salame e mortadella.

Per una volta tanto, so che lo posso fare e che sarete comprensivi, non vi darò ricette,  vi voglio parlare dell’organizzazione e dell’intrattenimento dei bambini presenti, vi va?

I precedenti: appena arrivati al mare siamo stati coinvolti in bellissimi festeggiamenti di altre amichette, giochi gonfiabili, fuochi d’artificio, io ho guardato Laura, lei ha guardato me e ci siamo chieste: – e noi?

A tutte e due è venuto subito in mente lei: Silvia, la sorella maggiore che già a casa aveva organizzato per le bimbe le festa di carnevale con grandissimo successo. Da ex scout sa bene come vanno organizzate certe cose, come si intrattengono i bambini e soprattutto come si fanno divertire.
Mettere alla prova le loro abilità, farli sentire importanti, lasciare che ognuno si possa esprimere a secondo della loro personalità e soprattutto lasciarli liberi di scegliere quello che preferiscono fare.

Questo era anche il mio obiettivo e posso dire che Silvia l’ha raggiunto , a detta anche dei partecipanti , in pieno.
Tanto è stato il suo impegno, bravissima anche a coinvolgere i ragazzi suoi amici coetanei che per una settimana hanno letteralmente “presidiato” casa e collaborato e ritagliare, dipingere, creare insieme ad ascoltare musica, mangiare, bere…beh il minimo no?

Tutto è stato preparato curando il minimo particolare, il tema della festa : Gli indiani.
I giochi erano suddivisi in “stand” , i bambini si recavano liberamente davanti alla postazione del gioco di abilità e trovavano li una persona che con pazienza spiegava a loro le prove, seguendo anche l’esito: più prove superate maggiori erano i bollini applicati sul braccio e con più soddisfazione il guerriero o la guerriera avrebbe conquistato il suo premio finale: che fatica vero?

Il momento iniziale ha visto i bambini impegnati nella decorazione del totem:

Silvia introduce il gioco

bello potersi sporcare anche con le mani e trasformare scatole in una colorata composizione indiana.

Ecco i giochi:
Trucco e parrucco in “indian style” con tanto di cartellone e modelli di trucco: vogliamo o no diventare indiani? Le ragazze capitanate da Chiara hanno trasformato l’angolo di giardino in Boutique di bellezza con tanto di specchio , qui, inutile dirlo, le femminucce hanno preteso il massimo!

Gara delle freccette:  se no che indiani sono! Un banale tiro a freccette comprato a un euro si è trasformato in un tiro al bersaglio con piume in  tono con la festa!

Continua la gara, ve lo ricordate il “Tiro al barattolo?” Riuscire a far centro si sa è molto importante : quanti ceci , fagioli e scatole di tonno sono state fatte fuori in una settimana? Basta contare!

Caccia all’animale ? Tranquilli i nostri indiani sono dei pacifisti, Salgono sul cavallo , seguono un percorso ad ostacoli e conquistano gli animali nascosti sul prato identificandone il più possibile, arrivati alla fine, che memoria ricordarli tutti !

Ma dopo le battaglie il bravo indiano con i suoi amici fuma il calumet della pace , da lunghe cannucce esce l’aria che porta le palline alla fine del percoso, evvai anche questa è fatta!

Ed io? Cosa facevo in quel pomeriggio umido e afoso mentre gli indiani combattevano e conquistavano bollini e gli accompagnatori seguivano compiaciuti facendo merenda? Solo per voi perchè ormai non ci sono più segreti ecco una Natalia in versione “da lavoro e anche un po’ distrutta” che friggeva, friggeva, friggeva…

Spero di avervi dato qualche idea di festa impegnativa si ,ma normale, di quelle che facevamo una volta con giochi organizzati in famiglia , anche allargata, per coinvolgere grandi e piccoli e stare insieme . Alla sera tutti distrutti ovviamente ma , banale dirlo, felici!
Ringrazio tutte le persone che mi hanno aiutato, non si possono fare da soli queste cose, lo so ,sono fortunata , sono circondata da tanti amici cari pronti ad essere coinvolti con allegria in queste mie pazzie!

A presto

Vuoi condividere questa ricetta?
Nessun tag per questo post.

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (28)

  • Spettacolare!!! Ma quante idee possiedi?! Vedo che la tua prole non si discosta molto dalla tua capacità inventiva e manuale!!! Anche se sono un po’ cresciutella ti prenoterei per il mio prossimo compleanno!! Ottimo l’intrattenimento ma anche il buffet!!! 🙂

  • ma siete fantastiche..la mamma cuoca e le figlie organizzatrici dei giochi… perfette insomma…quasi quasi vi affitto..peccato che i miei twins non possono festeggiare all’aria aperta…di fine gennaio non è consigliabile…xò uao che bei giochi complimenti.

  • ma che meraviglia Natalia!!!!!!!!!!!
    la prossima volta fammi un fischio, che vengo anche io…….
    io queste feste organizzate in tanta compragnia non le ho mai vissute…..è un’esperienza che mi manca!!!
    un bacione MARA

  • sarà stata sicuramente una bellissima festa, bravi tutti! E tu che voglia di friggere…cmq io il gnocco fritto la mangio volentieri d’estate alle feste di paese dai nonni nella provincia reggiana (abito a MI xò !!!).
    Baci
    Luisa

  • Gli indiani quest’anno la fanno da padroni! Ti avranno mica ispirato le letture del diario di Marcello ??;)
    Che dire, oltre ad essere stata geneticamente modificata (o tu, o io, ma a questo punto penso più tu, io sono decisamente di più nella norma !!), hai geneticamente compromesso anche le tue figlie.
    Che dire, ma quanto è stata brava Silvia????
    Questo è un assaggio della sua “vecchia” passione per il disegno. ore e ore a colorare, rifinire, dipingere porte e muri. Io adoro questa ragazza che ha cominciato a 12/13 anni a farsi vestiti o a stagliuzzare quelli dell’armadio per meglio adattarli alla sua complessa personalità.
    E vai di buchi, di tulle e di accostamenti azzardati.
    Una persona che cerca, per me, ha già vinto.
    Per me, in questo istante puntino dietro la tastiera, chiunque si interroghi, aiuta la terra a girare sull’asse!!
    Quindi viva Silvia, viva la festa colorata per amore della sua sorellina Laura e viva anche quella fessacchiotta di mia sorella, che si è piantata lì davanti a due pentoloni pieni d’olio bollente a dispetto del mio consiglio, of course, “don’t do it!!”.

  • bellissima festa Nati! ricordi felici che le tue figlie porteranno sempre nel loro cuore. veramente una Grande mamma! e ovviamente brava Silvia per il suo grande aiuto! un abbraccio 🙂

  • Nati, che bella festa! veramente bravissima!
    ma quante donne dotate in quella famiglia lì!
    ti faccio un sacco di complimenti
    e che dire della sorella filosofa… si sta preparando per il festival filosofia mi sa …. la frase una persona che cerca ha già vinto mi è rimasta impressa. l’ho ricopiata e attaccata al muro …. grande Mannu.

  • La più bella, colorata, divertente festa che un piccolo indiano ed una piccola squaw possano desiderare.
    Altro che fuochi d’artificio,lanterne volanti ,prestigiatori e giocolieri….
    I bimbi hanno bisogno di travestirsi,sporcarsi,bagnarsi,rotolarsi sull’erba…fare i bambini insomma!!!!
    Il buffet era semplicemente meraviglioso…. fragranti e profumati rustici e tante torte, una più buona dell’altra ( certo meriterebbero una seconda degustazione per decretare la PIU’ buona in assoluto!!! 😉 ehehehe).

    E poi lasciatemi dire….l’idea geniale ( che solo una pazzerella come Natalia poteva avere con 40° C e 90% di umidità) dello gnocco fritto… ha veramente spiazzato tutti…grandi e piccini TOTALMENTE CONQUISTATI da questa magnifica mamma e dalle sue piccole donne.
    Un bacione Natalia!!!!
    Chiara

  • Che festa meravigliosa, che nostalgia dei campi scout!!! Inutile dirlo: chi ha vissuto un’esperienza come lo scoutismo lo si riconosce a miglia di distanza!
    Quest’anno Elena inizia anche lei la sua avventura coi lupetti, spero la attendano esperienze indimenticabili e meravigliose con vecchie e nuovi amici come abbiamo vissuto io e il suo papà.

  • A te donnachefrigge, soprannominata anche friggitrice pazza, va assolutamente tutta la mia stima di mamma preparatrice di torte e pizze e coccoli (pasta di pane fritta da queste parti). Accomuniamoci sotto il grande totem del mestolo tuonante!

  • @barbara – sono molto orgogliosa delle mie figlie, oh, finalmente l’ho detto e per quanto mi riguarda si, sono stata una pazza, basta vedere in che stato mi ero ridotta!

    @chiara – guarda che ti prendo sul serio eh? comunque mia figlia è disponibile per ricoprire a tempo perso questo ruolo !

    @Patrizia – in effetti anche il buffet è andato bene, in due giorni di più non potevo fare!

    @twins(bi)mamma- vedere il loro impegno mi ha riempito di gioia e a Silvia si sono aperte un sacco di offerte “di lavoro”!!!

    @maetta- allora ritieniti invitata per la prossima volta! baci

    @mamilu – allora sei una fortunata!!! grazie

    @Mannu – ma questa “ode a Silvia” gliela devo proprio fare leggere… dai che sei anche un po’ di parte in fondo i suoi geni sono anche un po’ i tuoi! pazza io sono pazza ma me ne rendo sempre conto dopo Oh UNA PERSONA CHE CERCA PER ME HA GIA’ VINTO… ma da dove ti è uscita fuori? ah certo dimenticavo, tu sei l’intellettuale, dotta e alternativa della famiglia, ah, ah,ah. I missed sicily…..

    @Cri – grazie a te ma quanto salume hai affettato, forse ho esagerato un po’ eh? baci

    @claudia – grazie mille ce l’abbiamo messa tutta, hai visto la mannu cosa tira fuori?!

    @Chiarona – hai ragione, bella e brava tutta sua madre uahahaha

    @Chiara – amica mia, grazie, sei stata una dei testimoni di questa avventura, ci siamo ritrovate dopo le vacanze, è stato bello, francesco un mito mi hanno detto i ragazzi che non so quante volte ha voluto fare la gara della caccia con il cavallo. per la seconda degustazione quando vuoi…

    @Robby – sono così felice per te che non sto nella pelle e dimentico le parole! dunque si, evviva l’esperienza scout, anche se è per poco qualcosa ti lascia sempre…come la mettiamo con i nostri spettacoli??? che bei ricordi

    @Elga – fra un po’ anche i tuoi piccoli passeranno dall’altra parte con una mamma come te sai quante idee ed esperienze avranno da raccontare ed organizzare!

    @Valeria .- mi consolo e mi accomuno volentieri si sta sempre meglio in compagnia, eh, eh evviva i coccoli evviva il gnocco evviva le pazze!

    @supermamma – parole che risuonano anche da parte di mio marito. consoliamoci un po’ a vicenda, baci!

  • Ehhhohhhh quando si sta fermi si ha più tempo per “pensare”!!!
    Dai Claudia, vediamoci, almeno per il festival, qua e là. Per fortuna che c’è chi mi capisce…;)
    E tu Natalia prendi poco in giro!! Solo perchè ti ho dato della “fessacchiotta”…

  • Ciao Natalia…. che bella idea questa festa fai-da-te a tema indiani! Se non ti spiace ti linko nel mio secondo blog http://milleideeperunafesta.blogspot.com (lo sapevi che ne ho un’altro?) tutto dedicato ai tutorial trovati nella rete in fatto di feste a tema.
    Credo proprio che alla sera sarai stata distrutta (e pure Silvia!) ma sicuramente ne è valsa la pena: se una festa è organizzata da cima a fondo homemade e handmade la fatica è maggiore ma anche la soddisfazione nel vedere il bel risultato!
    Ciao, Taced

  • Ciao! Tanti Auguri a Laura!!! sinceramente……non ho parole,un applauso a tutte,che dire Silvia è proprio in gamba! Natalia stai
    benissimo in foto,il raccolto ti dona.
    Anche io ti dico evviva il gnocco,il gnocco unisce..continua a friggere! Ciao

  • @handmadecreativity- certo che puoi, non sapevo di questo tuo blog, ci verrò a fare un salto soprattutto quando avrò bisogno di idee. distrutta è dir poco 🙂

    @annalisa- sei sempre un tesoro 🙂 anche per il complimento personale…baci

  • Natalia che meraviglia! Complimenti a Silvia, a tutte le bimbe e gli amici cari di cui non si può fare a meno e naturalmente complimenti a te cara,per aver creato una famiglia allargata così semplicemente meravigliosa! Siete un esempio da seguire!

  • E’ stata una festa riuscitissima!!!! tanti cari amici, grandi, medi e piccoli. Di tutte le età, ma tanti ragazzi carini e tutti insieme impegnati a fare qualcosa di divertente. non le solite feste noiose… Che bello vedere queste foto, sembra passato chissà quanto tempo!
    Ci mancate tanto!!!
    un bacio e a presto

  • Grazie, grazie, grazie! Presto farò una festa, come tema ho scelto: indiani,. Credo proprio che copierò
    Molto!!!!. Lo so che insegniamo ai nostri figli a non copiare, ma nel mio caso come si fa a non farlo???? Ora devo sfruttare la mia fantasia per gli inviti……..mica hai qualche suggerimento in proposito?????( ho preso il vizio). Grazie ancora.
    Ps. Approfitto….qualche suggerimento per qualcosa di salato da portare ad una festa di fine anno per il corso di Basket di mio figlio? ( avevo detto che ho preso il vizio!)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani

Sito fatto con gusto da Nagency