E non dite che schifezza!

Forse lo fate già, forse c’ero rimasta solo io a non sapere questa cosa, forse lo tenevate nascosto nella memoria, o più semplicemente chiuso nella dispensa.
Prima un bello strato sul pane o sul crostino di … peanut butter
Poi un altrettanto bello strato di … jelly (anche una dolcissima marmellata gelatinosa)
E il gioco è fatto, una meraviglia di dolce salato vellutato e liscio.


Queste sono le eredità indelebili formato USA (Intercultura GRAZIE)
Preparate tutto in tavola, doppio coltello please – contaminarsi è bene, ma sporcarsi è troppo!- poi mettere a balla questa canzone Why I Love You (Ft. Mr. Hudson) di Jay-Z & Kanye West da Watch The Throne.
Sappiatemi dire.

 

Scritto da Mannu

Vuoi condividere questa ricetta?

merenda

Comments (16)

  • Mannu ma il burro di noccioline esiste anche dalle nostre parti? Mai visto, mai annusato, mai assaggiato. Ne ho conoscenza solo dai films&telefilms d’oltre oceano. E ti dirò che da vera emiliana mi fa anche un po’ impressione… Però mi hai incuriosita. Se lo vedo mi faccio coraggio… e poi se mi viene a piacere?

  • @Robby – ci vuole sempre l’eccezione …e la mannu fa la differenza nel blog!
    e poi sai che il burro d”arachidi, che trovi sicuramente anche all’esselunga, qui anche nei discount, è usato nella cucina vegana al posto del burro è un grasso vegetale che fa ovviamente meno male !

  • @Robby prova! La mia Elena suggerisce anche Ritz, poi burro d’arachidi, marmellata dolcissima e ancora Ritz a chiudere.
    Se poi ti piace è un casino.

  • Ciao Mannuuuuuuu!!!
    Il peanut butter si trova anche nei nostri supermercati, ma non ho mai avuto il “coraggio” di comprarlo…per far cosa poi????
    Sinceramente l’azzardo burro di noccioline +marmellata non mi ispira….io sono per: tutto salato o tutto dolce. non riesco a mischiare i due gusti.
    Però ti prometto che al prossimo raid al supermecato lo compro.
    Poi con tutta calma, prima o poi, proverò l’abbinamento…..
    Bentornata!!!!
    P.P.: tu che sei mamma di “figli esterofili”, hai visto che erasmus sparirà per mancaza di fondi??? PAZZESCO!!!!! No Comment….

  • Manco dal sito per alcuni giorni ( causa guasto pc ) e chi ti ritrovo….Bentornataaaa!!!
    Il burro d’arachidi l’ho assaggiato un po’ di anni or sono e non ne ricordo precisamente il sapore, però questo accostamento di schifezze non mi ispira…sono golosa, però ho certi limiti..per esempio, e sò che verrò “criticata” da tante, la nutella non mi fa impazzire, se non ci fosse non ne sentirei la mancanza!!! 🙂
    Bye e Baci!!!

  • ciao Patrizia :))
    Lo so, sembra strano, ma qui da me è sparito un intero barattolo di peanut butter portatoci quest’estate dai genitori americani di Carlo in visita in Italia, e indovina chi lo ha fatto fuori?
    Sì, tutto io, in questo modo, pari pari come ho descritto.
    La nutella non ti piace?? Ma che fortunaaaaaa, pensa a tutte le calorie che ti schivi! un abbraccio, ciao

  • Ciao Natalia,
    E da tanto che ho scoperto il tuo sito e trovo deliziose e geniali le tue ricette e idee. Scoperta esilirante questa della marmellata e del peanut butter….a me l’ha fatto scoprire mio marito che è di origine statunitense ed assieme a questa altre 2 cosine altrettanto semplici e geniali che vedono come protagonista il burro di arachidi. Probabilmente lo saprai già, mai in caso non fosse cosi mi permetto di condividerle sperando che siano gradite:
    1. Lo sai che il burro di arachidi lo puoi fare a casa? Ti serve solo una bella confezione di arachidi e un frullatore. Frulli gli arachidi fino a raggiungere la consistenza desiderata, e nell’eventualità puoi lasciare dei pezzi più grandi per un effetto “crunchy” (buonissimo anche così). Il risulato: un peanut butter buonissimo e più salutare di quelli che trovi nei supermercati e ai quali viene aggiunto zucchero ed altri tipi di grassi.
    2. se ti piace sperimentare, devi provare anche l’abbinamento con le mele verdi. Devi semplicemente spalmare il burro su fettine di mele.

    Un abbraccione e ancora complimenti per il tuo blog e per la tua simpatia!

  • ahaha…scusate…ho appena notato che a scrivere l’articolo è stata Mannu e non Natalia!!! Che figuraccia!mi azzardo finalmente a lasciare un commento è voila i miei soliti pasticci, e beh questa sono io…piacere!

  • Rebecca grazie per la dritta, proverò sicuramente con la mela, gnam gnam.
    Ma le arachidi da frullare devono essere salate o al naturale? Perchè l’idea mi piace molto 🙂

  • Ciao Mannu!
    Mi sono informata bene, perché ad essere sincera sono i miei suoceri a fare il burro di arachidi in casa e noi ci limitiamo a mangiarlo solo quando c’è lo regalano, altrimenti la nostra linea….eeheheeh….(mio marito lo mangerebbe tutti i giorni e non solo abbinato alla marmellata, ma anche alla nutella O_o)
    Allora le arachidi che usano i miei suoceri sono quelle salati, quelle che compri per mangiarli come stuzzichino magari con la birra. Mi hanno detto che bisogna avere un po di pazienza a frullarle, prima che diventi un bel peanut butter cremoso. Ci metterai circa 10-15 min. e per un po’ avrai l’impressione che non succede niente, ma poi di colpo assumerà la consistenza desiderata. Per aiutare un pochino questo processo si può aggiungere un po’ di olio di arachidi. Se vuoi avere un burro di arachide “crunchy” aggiungi una mano di arachidi solo verso la fine.
    🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency