Anche Monki può giocare (ogni tanto però) #liberidisporcarsi che poi laviamo tutto!

chanteclair #liberidisporcarsi

Post offerto da Chanteclair 

Negli ultimi dieci anni ho raddoppiato la mia famiglia, le mie figlie da due sono diventate 4, e con loro da 5 anni è arrivato anche un cane, lui, Monki, un “regalo” che Silvia , la figlia grande ha fatto a tutti, me compresa!

Eravamo al mare, e ce la siamo vista venire a casa con una bestiola nera, un cucciolo si, ma già grande dato la taglia, che senza preoccuparsi di fare bella figura davanti a persone che dovevano decidere in quel momento se tenerlo o no si è messo subito a fare il finimondo: spaventare le bambine piccole rincorrendole e rosicchiando loro  i piedini, strappare fiori, accogliere chiunque entrasse con piccoli morsetti, vagare come un matto appropriandosi di tutto quello che gli passava sotto “zampa”. Ecco non proprio il cucciolo che tutti si aspettavano di avere: da coccolare e trattare come tale.
Aspettate ho detto “tutti”, mi sono sbagliata, tutti meno una, la sottoscritta che mai nella vita avrebbe voluto occuparsi di un animale, si lo ammetto ci sono stati piccoli precedenti ( un pesciolino rosso, un pulcino, fino ad arrivare al criceto) ma al cane mi ero imposta di non arrivarci mai!
E invece, mi hanno fatto sentire in colpa, mi hanno giurato di occuparsene loro (mio marito e le mie figlie grandi) qualcuno mi ha fin detto che questa cosa avrebbe responsabilizzato la sua futura padrona allora adolescente e fatta crescere meglio, e così nonostante i miei propositi , il mio aspetto di donna forte e decisa ho capitolato e mi sono messa in casa una mina vagante.

Perdonatemi voi, veri amanti degli animali, che riuscite a condividere tutto con i vostri amici pelosi, per me non è lo stesso e non lo è stato, il cane ha distrutto la mia casa appena ristrutturata, (le bimbe piccole non hanno combinato i guai che ha fatto lui) ha condizionato la mia vita (e questo io lo sapevo) anche quella sociale: nessuno può entrare in casa se lui è libero e devo ricevere o fuori dalla porta o rinchiuderlo prima di aprire.
Abbiamo fatto corsi di addestramento,per noi e per lui, speso un sacco di soldi per avere un unica sentenza: cane iperattivo e indomabile (se qualcuno si offre di provarne il contrario si faccia pure avanti!).
Monki è così, ma ormai ci siamo abituati noi a lui e lui a noi, con le dovute attenzioni ce lo stiamo tenendo, stiamo cercando di capirlo di assecondarlo, di volergli bene, e lui non vorrebbe mai separarsi da noi: adora le bimbe e da loro si lascia fare di tutto, siamo la sua famiglia e ci protegge ad ogni costo, è un cane meticcio ma con forti segni di appartenenza a razze da cani da guardia e da difesa e abbiamo imparato a sfruttare queste sue “doti”, vi confesso che quando lascio da sole le ragazze a Roma la sua presenza mi fa stare tranquilla.

Una delle cose che più adora fare, è quella di impossessarsi degli oggetti delle piccole, soprattutto quando non sono in casa, forse perché vuole sentirsele vicine, fatto sta che abilmente apre la porta della loro stanza (se ci siamo dimenticate di chiuderla a chiave) e comincia a fare i suoi piccoli furti, adora i loro pupazzi di peluche, così si porta un pezzo alla volta nella sua stanza e ci dorme sopra.
Immaginate una che come me ancora non lo accarezza se poi non può lavarsi le mani subito, che mette le sedie sui divani per evitare che di soppiatto lui ci salga, che non lo fa entrare nelle camere da letto e che ha tolto tutti i tappeti di casa per evitare che lui ci metta sopra e lasci il suo incantevole odore, ecco una come me cosa può fare a quei pupazzi rapiti dall’animale!

Per lavare con cura tutti i peluche, cuscini e copertine dei miei bambini mi servo dell’aiuto dei detergenti della linea Chanteclair Bebè, appositamente studiati per rispettare le pelli più delicate. Metto tutto in lavatrice con un ciclo di lavaggio a medie temperature, un misurino del Detersivo Delicato e uno di Balsamo Ammorbidente per igienizzare e smacchiare e profumare le fibre dei tessuti.
Per i giochi in plastica dura e i piani di appoggio invece basta una semplice spruzzata di Bebè Superfici Sicure che garantisce la rimozione del 99,9% di germi e batteri per un pulito totale!
Cosa resta che dire?? Grazie ai prodotti della linea Chanteclair Bebè posso lasciare i miei figli e il mio Monki #liberidisporcare tutta la casa!

Vuoi condividere questa ricetta?

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (11)

  • Che forza Monki, un post anche per lui ci voleva! Secondo me è capitato nella famiglia giusta con una padrona iperattiva e che prepara buoni manicaretti!!! 🙂
    Bye e Baci!

  • ah ah ah …. Anche io ho in casa un “amico” a quattro zampe! whisky si chiama…. lo ha voluto mio fratello ed ora ad occuparsene è la sottoscritta! grrrrrrrrrrr …….
    Io sapevo sarebbe andata a finire così, per questo ero CONTRARIA! Nat ti capisco un sacco e mi ci ritrovo perfettamente!!

  • beh comunque dicevo che mi sembra un pò esagerata tutta questa mania di disinfettare..in fondo è un cane che vive in casa, vaccinato e sicuramente pulito..cosa saranno mai un pò di peli?

  • Io vago tra due case ad un’ora di macchina di distanza, ma da tempo mi sono ripromessa che non appena le case di dimezzano prenderò una cane, visto che ho tanto, anzi troppo, terreno.
    Mi piaccono i cani, ma non quelli piccoli piccoli che sembrano topi un pò grossi (non odiatemi vi prego), ma uno grosso, tipo un alano o uno della stessa stazza, che dia grandi soffisfazioni e grandi spalate di cacchina 😉
    W Monky!!!

  • stef- quanto orto farai nel tuo terreno? 🙂
    io ho avuto per molto tempo un pastore tedesco, che di rigido e freddo aveva solo la razza, perché era di un’innocua tenerezza e bontà…. un enorme cagnone da voler sempre abbracciare e quando è diventato vecchio e le sue zampe posteriori lo facevano piangere per alzarsi e correre,era così piacevole stargli accanto…..lui lo adoravo…..

  • Sei veramente coraggiosa, io non potrei tenere un cane in casa. E per quanto possano essere puliti, sono comunque cani….

    NB: io sono quella che al citofono diceva “Sono Antonietta, chiudete Monki, grazie” 😀

  • @Emanuela: purtroppo tanto terreno zero orto….per ora raccolgo da quello di mia mamma.
    Ti spiego perchè: lavoro nell’azienda di famiglia, io vivo in Liguria e mio marito in Piemonte, ho due figli di 12 e 9 anni. L’unico momento per me stessa e le mie passioni è dalle 23 alle 02…sveglia 6.15.
    Questo è un rapido sunto…in mezzo alla mia vita di “marasma” in questo momento un orto non ci sta.
    Ma ti assicuro che in futuro lo farò.
    L’unica cosa brutta nell’avere degli animali domestici è…che poi muoiono…avevo una gattina fantastica, dolcissima, ci capivamo con lo sguardo e le mancava solo la parola. Aveva quasi 16 anni quando, per una recidiva tumorale alle mammelle, ho dovuto farla sopprimere, ho pianto per una settimana….non dico altro.
    Comunque l’affetto che ti dona un animale domestico è unico!!!!!

  • @Stef- Cara amica mia capisco ….. quando deciderai coinvolgi anche i tuoi piccoli! 😉
    comunque il fatto che puoi far affidamento su prodotti buoni è già qualcosa!
    hai ragione sugli animali… sai che il mio pastore tedesco…. ho sempre pensato che ….. lo spirito di mio nonno abitasse in lui… avevano lo stessa sguardo…..dolce, caldo, ma un po’ spento… soprattutto dopo che mia nonna lo/ci aveva lasciato….
    ti abbraccio e TIENI DURO! 😉

  • @cris – sono Silvia, la padrona di Monki… un po’ di peli (che poi non sono solo un po’) non sono un problema…… ma a te piace uscire di casa puzzolente e appiccicosa? ti piace stringere un cuscino indurito dalla bava di cane? no perchè io Monki lo strapazzo e lo sbaciucchio, mi ci divido il gelato e mi ci sdraio a terra……..ma quando lo porto al parco e , dopo che si è bello rotolato nel fango e nei bisogni degli altri cani mi zompa sul letto, bè io metto tutto a lavare! infondo neanche noi andiamo a letto vestiti………. e quando giocando mi riempie i vestiti di saliva (santa a parer mio, ma sempre saliva!) , siccome l igiene orale non è il suo forte, non li indosso per uscire appiccicosi e puzzolenti! e lo stesso succede con i giochi delle bimbe, che vengono puliti se sporchi di saliva , di chiunque essa sia, e disinfettati se a contatto con terra e feci, di chiunque esse siano!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani

Sito fatto con gusto da Nagency