quadrotti di pasta fresca con ceci salsiccia e cavolo nero

Alla Prova del Cuoco: quadrotti di pasta fresca con ceci, salsiccia e cavolo nero!

E siamo ancora qui!
Lo sapete che non è per niente facile alcune volte trovare un argomento da scrivere, si certo nessuno mi obbliga a farlo, potrei parlare solo della ricetta, ingredienti, modalità di esecuzione e stop.
Ma no, così proprio non mi piace, questo è un blog personale e qualcosa di me deve venir fuori, altrimenti basterebbe andare su siti tematici (tipo Giallo Zafferano ad esempio) e potreste trovare molte più idee con belle foto passo passo che vi spiegano il procedimento e non vi fanno sprecare tempo a leggere di cose che con la ricetta non c’entrano proprio nulla.

Così oggi voglio riflettere con voi su una cosa che mi sta accadendo di recente.
Non ho più paura a dire quello che penso e di far valere quelli che ritengo i miei diritti e quelli ovviamente delle persone che mi stanno a cuore.
Se c’è qualcosa che non va con educazione e garbo mi faccio avanti, non me ne sto più zitta a testa bassa, magari evitando la discussione, con la scusa dell’età ho preso coraggio e consapevolezza che ce la posso fare (con un po’ di fatica ancora) e che non è giusto stare sempre zitti.
Ovviamente apro bocca dove capisco e penso che la mia osservazione possa essere costruttiva, non mi va di adoperarmi per le cose che non potranno mai cambiare, non mi va di perdere tempo inutile ma questo l’ho imparato a decidere io e ve lo confesso, mi sento molto soddisfatta di questo traguardo raggiunto anche e soprattutto con la maturità.
A volte non mi riconosco neppure e quando mi capita mi viene da sorridere compiaciuta, mi sembra di essere una sorta di “Giovanna D’Arco de noi altri”, come dicono a Roma, speriamo di non fare però la stessa fine?

Venendo invece alla ricetta vi ricordo anche la versione vegetariana senza salsiccia (condita solamente con cavolo e nocciole, un filo d’olio extravergine insaporito con uno spicchio di aglio ed un rametto di rosmarino) ecco questa non ha bisogno di urla di puntualizzazioni e di rivendicazione di diritti per farsi sentire e fare capire che merita, ve la consiglio davvero caldamente.

Quadrotti di pasta fresca con ceci salsiccia e cavolo nero!

6 Persone
Facile

Ingredienti

  • 250 g di patate lessate
  • 250 g di ceci cotti
  • 1 scalogno
  • 50 g di grana grattugiato
  • 2/3 salsicce
  • 100 ml di panna o latte
  • 3-4 foglie di cavolo nero
  • 50 g di nocciole (sgusciate e possibilmente spellate)
  • aglio
  • rosmarino

Per la pasta:

  • 3 uova
  • 300 g di farina

­Procedimento

  • Preparate l’impasto amalgamando le uova con la farina, lavorare e lasciate riposare prima di stenderla.
  • In una padella mettete lo scalogno tritato con un po’ di olio, lasciate appassire, aggiungete i ceci e le patate schiacciate, salate pepate.
  • Schiacciate con una forchetta ceci e patate per amalgamarli, fuori dal fuoco aggiungete il formaggio e la panna un po’ alla volta giusto per ammorbidire un po’ il ripieno.
  • Togliete il budello dalla salsiccia e cuocetela sgranandola bene in padella con uno spicchio di aglio e un po’ di rosmarino.
  • Stendete la pasta, adagiate il ripieno e ricavate tanti quadrotti chiudendo bene i bordi.
  • Cuoceteli in acqua bollente.
  • Tritate il cavolo nero lasciando da parte la costa, unitelo alla salsiccia.
  • Fate saltare la pasta in padella per un minuto aggiungendo nel caso un po’ di acqua di cottura.
  • Servite con il formaggio grattugiato e le nocciole tritate.
Vuoi condividere questa ricetta?

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (12)

  • Cara Amica mia,
    BRAVA BRAVA BRAVA! io ancora devo imparare…
    Hai ragione su tutta la linea … perché non è sempre giusto ingoiare il rospo ….
    questi quadrotti .. vabbè lasciamo stare, va…
    senti da me non si trova tanto il cavolo nero, con cosa posso sostituirlo?
    spinaci?
    un bacio ed un abbraccio fortissimo!!!!!

  • Ciao Natalia, ti seguo da tanto su la Prova del Cuoco e anche sul tuo bellissimo sito, che oltre a tante bellissime ricette fa sentire noi mamme un po’ più vicine. Da brava toscana trovo in questa ricetta delle assonanze con la ribollita, quindi ti chiedo se ai ceci si potrebbero sostituire i fagioli , visto che con il cavolo nero si sposano benissimo.
    Un salutone da Laura

    • @laura – grazie infinite per le tue bellissime parole. certo che puoi sostituire i ceci , metti pure quello che vuoi, fagioli borlotti, cannellini e anche lenticchie perchè no. mi raccomando quando aggiungi il cavolo nero tritalo bene e ripassalo almeno per un minuto o due in padella deve rimanere croccante ma insaporirsi un po’ .

  • Ciao Nat, ti seguo sempre e vorrei confessarti che la mia difficoltá nel tirare la pasta è dovuta al fatto che non so a quale tacchetta della nonna papera fermarmi per stenderla. In tv questa cosa non viene mai precisata. Grazie

    • @manuela – allora regolati così : per la pasta ripiena con ingredienti rustici come questi la pasta non va tirata sottilissima quindi fermati alla penultima tacca, se ti sembra ancora grossa tirala due volte su questo spessore. purtroppo non tutte le macchinette sono regolate allo stesso modo occorre un po’ di pratica ma in linea di massima se fai come ti ho detto non dovresti avere sorprese. l’ultima tacchetta in genere la riservo per i tortellini o per quelle paste che vanno tirate molto sottili (capelli d’angelo etc.) comunque vai sempre tranquilla perchè scegliere lo spessore della pasta corrisponde anche al nostro gusto personale, fai qualche prova poi decidi quello che ti piace di più . buon lavoro

  • Ciaooooo a tutteeeeeeeeeeee!!!!
    è troppo tempo che non passo da queste parti …..
    Nat intendi la catalogna normale oppure quella con all’interno le puntarelle?!
    🙂 🙂 a me il sapore deciso piace un sacco e la cicoria si trova più facilmente del cavolo nero .. non so se a casa apprezzerebbero … uffaaaaa …. è sempre difficile assecondare i gusti di tutti, soprattutto quando si è in taaaaaaaaaaaaaantiiiiiiiiiiiiiiii!
    ma quanto mi siete mancateeeeeeeeeeee!!!!
    avete visto che brava la nostra Nat! io sono super contenta che le hanno fatto fare la “giudichessa” eheheheeeeee!!!! voi?!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valuta la ricetta




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani

Sito fatto con gusto da Nagency