torta dolce allo stracchino

Torta allo stracchino dolce: una buona merenda per tutti!

Lo stracchino è un formaggio che non manca mai nel mio frigorifero, piace, mi risolve parecchie situazioni sia di merenda che di pasti.
A volte però avanza e prima che raggiunga la data di scadenza lo devo utilzzare , uno dei modi più “gettonato” perchè molto gradito in famiglia, è quello di trasformarlo in torta, si si avete capito bene.

Una profumata torta a base di frutta e stracchino senza ovviamente l’aggiunta di altri grassi, velocissima da preparare che piace a tutti!
Con le pere è fantastica, ma potete utilizzare la frutta che preferite, mele, pesche, prugne.
Anche qui riciclate e divertitevi, questa torta è come quelle che piacciono a noi, versatili e non troppo esigenti.

In questi giorni ho tante cose da sistemare prima della mia partenza, mi scuserete se vi trascurerò un po’ , la settimana appena passata l’ho dedicata alla troupe giapponese che ha voluto fare le riprese in casa mia per mostrare alle casalinghe giapponesi come si organizzano le mamme italiane nel momento di fare la spesa e a casa mettendo a posto tutto e programmando i pasti per i giorni seguenti.
Ho poi eseguito tre ricette e la mia famiglia è stata filmata durante la cena, non vi dico l’imbarazzo iniziale di tutti nel dover mangiare con 5 persone che ci osservavano e ci facevano domande.
Nel complesso è stato molto divertente e anche le ragazze si sono prestate volentieri a questo “gioco”.
Ora ci aspettano là, si andremo tutti, ci concederemo una vacanza di famiglia, da ricordare per tutta la vita!!!
Correggo, loro saranno in vacanza, io invece dovrò lavorare prima negli studi televisivi di Tokyo e poi in trasferta in una Ryokan Giapponese (pensioni tipiche ), non sarò sola perchè saranno con me la padrona di casa, una supercasalinga famosa giapponese, ed una mamma tedesca esperta in trucchi per la pulizia della casa. Sono così eccitata anche se un po’ preoccupata, un viaggio così lungo, in un pasese che per via della lingua ti mette un po’ in difficoltà con la comunicazione. Staremo a vedere!
Intanto ci vediamo domani alla prova del cuoco con un’altra ricetta divertente buona e golosa, seguitemi , la metterò qui nel blog al mio rientro dalla puntata.
A presto
nat

torta dolce allo stracchino

Torta allo stracchino dolce

10 Persone
Media
15 minuti
40 minuti

Ingredienti

  • 200 g di farina 0
  • 50 g di farina di mandorle (potete anche sostituirla con 50g di farina)
  • 200 g di zucchero
  • 200 g di stracchino
  • Cannella
  • 3 uova
  • 100 g di latte
  • 3 pere grandi kaiser o abate
  • 3 cucchiai di gocce di cioccolato (o tavoletta di cioccolato fondente)
  • 1 bustina di lievito
  • Buccia e succo di limone bio

Per la crema alla vaniglia:

  • 250 g di panna
  • 10 g di farina di riso (o amido di mais)
  • 30 g di zucchero di canna
  • 1 vaniglia (bacche o polvere)

­Procedimento

  • In una ciotola mescolate le uova con lo o zucchero, aggiungete lo stracchino e latte, aggiungete le due farine, il lievito e il cioccolato con la buccia di limone.
  • Lavate e tagliate le pere aromatizzatele con la cannella e un po’ di succo di limone.
  • Versate il composto in una tortiera di 22 cm di diametro, disponete le pere a raggIera infilandole nell’impasto, spolverate con zucchero semolato e cuocete a 180 gradi per circa 40 minuti. Fate la prova dello stecchino.

Per la crema alla vaniglia:

  • Versate in un pentolino la panna tenendone mezzo bicchiere da parte .
  • Aggiungete lo zucchero di canna, la vaniglia e fate bollire per due minuti circa.
  • Mescolate nella panna fredda tenuta da parte la farina di riso e mettete tutto a cuocere.
  • Spegnete la fiamma non appena avrete raggiunto la densità desiderata .
  • Servite calda sulla torta di pere.
Vuoi condividere questa ricetta?

bambini, cioccolato, formaggio, frutta, merenda, torta


Natalia

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (24)

  • Ho appena letto la tua email… Non posso esimermi dal farti un grosso in bocca al lupo per la.. nippo-avventura!!! E complimenti! Con orgoglio (?!), sì, con orgoglio, auguri a te, e a tutte le donne!
    In bocca al lupo per tutto e buon viaggio Natalia!

  • Non ti preoccupare per noi! Pensa solo a goderti al meglio quest’esperienza!
    La ricetta è da provare dato che ogni preparazione fatta con lo stracchino è stata un successo!
    Domani spero di seguirti con piacere! Forse mi sono persa qualche tua partecipazione, ma non ti hanno mai fatto preparare un dolce, eppure ne hai cucinati tanti interessanti!
    Bye e Baci!

  • Ciao Nat. ,buona festa della donna e in bocca al lupo per la prossima avventura.. Complimenti per questa nuova ricetta,nn avevo mai sentito l’utilizzo dello stracchino in un dolce..da provare assolutamente..:-*

  • Quando ho letto torta e stracchino ho pensato ad uno scherzo…invece si può veramente?!?!
    Mi incuriosisce e la proverò.
    Ma quante ne sai Nat!!!

    Goditi, anzi, godetevi questa fantastica avventura giapponese.
    Il fatto di avere la famiglia con te non può che tranquilizzarti e darti la giusta carica.
    Ci sarà la possibilità di vedere la/le puntate online??? Sono curiosa ^_^
    …E poi non preoccuparti per noi cara Nat, noi staremo qui ad attendere i tuoi meravigliosi racconti post Giappone.

    PS: mi sarebbe piaciuto vedervi tutti a tavola mentre consumate il pasto….che risate… ahahahah

  • carissima… che bello questo momento tuo e di tutta la tua famiglia …. che emozione … hai ragione… ma tornerai carica ne sono sicura…. buon viaggio e soprattutto buon lavoro…. ci farai fare un ottimo figurone come rappresentante delle donne italiane… non a caso oggi è la festa che ci rappresenta…. un abbraccio a domani alla prova del cuoco—

  • Ciao Nat oggi non sono riuscita a vederti 🙁 ma aspetto la ricettina qui. E Wow andate tutti in Giappone, sarà sicuramente una fantastica esperienza. Buona giornata bacioni Luisa

  • Che meravigliosa esperienza ti aspetta!!! Poterla condividere in parte con la tua famiglia la renderà sicuramente un ricordo meraviglioso per tutti voi! In bocca al lupo davvero! Con tutto il mio affetto! ?❤️

  • Ciao, volevo chiederti nella.torta alle pere lo stracchino lo posso sostituire magari con la Philadelphia? E va bene lo stesso se uso la farina 00? Grazie mille

  • Ciao ciao, come stai? Da un po’ non scrivo però ti penso e ti guardo alla pdc.. Bellissima questa torta proposta ieri!! Volevo chiedere se la consistenza finale è budinosa tipo la torta di pane vecchio, non ho capito bene dall immagine.. E poi meglio forno statico vero?
    Grazie mille, un abbraccio, a presto!!

    • @Deb – ciao cara, intanto è sempre un piacere sentirti! no la consistenza è come quella di una torta di mele normale, umida dov’è la frutta e morbida dov’è l’impasto. in questo caso consiglio il forno ad aria che aiuta ad asciugare un po’ di più l’umidità delle pere. un bacio grande e scusa il ritardo della risposta

      • Ciao!! Che piacere leggerti!! Non devi scusarti anzi, so quanto tu sia presa da tutti i tuoi impegni, dunque sempre un onore!! Proverò appena possibile questa torta, intanto quella di mela è presente in questo periodo ?
        Mille grazie e buon weekend, a presto allora, alla pdc e qui!! Un bacino…

  • Ps. Tu x caso fai una “Nutella” casalinga già collaudata senza ingredienti trash?? Grazie mille, ci sono varie ricette, ma mi fido di te.. ?

    • @deb- una volta avevo fatto una crema alla nocciola seguendo le indicazioni del bimby, non era venuta male, anche se a casa non era piaciuta tanto. puoi cercare la ricetta in rete, si sentiva molto il sapore delle nocciole ed era senz’altro naturale. l’unico inconveniente è che si doveva conservare in frigorifero.

  • Mi piace molto questa ricetta che ho visto in TV.
    Dalle mie parti, abito sul lago di Como, abbuamo la crescenza piu che lo stracchino, posso usare quello? Sono molto simili, anzi direi quasi uguali
    Grazie

  • Ciao ciao, sempre io, ancora una domanda.. Credo la farò x la befana però con le mele.. Il tutto va lavorato con le fruste elettriche vero???!?? Eterno dilemma…. Grazie mille e sempre più grazie di tutto ?

    • @deb- ciao, mi spiace la befana è passata, ho festeggiato anche io concedendomi alcuni giorni con la famiglia, niente blog solo ogni tanto il cellulare alla mano, quando non specifico “montare” puoi usare sia le fruste elettrice per non fare fatica oppure le fruste a mano perché occorre solo amalgamare bene il composto, come in questo in caso 😉 baci

      • Ciao!! Grazie mille per la gentile risposta, come sempre.. Sai, non sono riuscita a farla perché qui tra febbre tosse ecc mio marito mi ha tenuta impegnata.., ?
        Comunque la farò presto, spero, buon proseguimento di tutto e sempre tantissima salute a te e famiglia… Un bacio

  • Ciao ciao, finalmente fatta stamattina, con mele e qualche modifica (meno lievito, far 00 e frumina…) con frusta a mano.. Cottura circa 55′, ma il mio forno è cosa a sè…
    Ottima davvero, consistenza e sapore particolari.. Grazie mille sempre, e complimenti!! Un bacio grande e alla prossima ?

  • Finalmente ieri sono riuscita a farla, dopo averla vista alla prova del cuoco tempo fa. E’ ottima,anche senza cioccolato ( io devo eviarlo), avevo finito le mandorle e ho usato le nocciole tritate. Credo si possano sostituire anche con noci, no?
    Una curiosità, potrei usare la farina di farro? In caso tutta o solo una parte? Integrale o no? Ovviamente niente mandorle, immagino.

    • @Veronica-certo che puoi usare la farina di farro, la percentuale sceglila come preferisci, anche le mandorle . per l’integrale vedi tu se sei abituata al gusto va bene anche quella. buon lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency