Cozze gratinate

vai subito agli ingredienti

Sarò sempre grata a mia suocera per avermi regalato le sue ricette, ricette che parlano di famiglia, di tradizioni, ricche di gesti simbolici che racchiudono un valore immenso: l’amore verso le persone per le quali vengono preparate.
Devo dirvi la verità, io non amo le cozze, non ne sono una consumatrice abituale perché la loro consistenza mi infastidisce quando me le ritrovo in bocca ne apprezzo il sapore senza però volerle masticare, così le deglutisco intere e non ci penso più su ;).
Eh si anche io che mangio davvero di tutto ho qualche difficoltà con i cibi “viscidi” in purezza, ma basta arricchirli o cambiarne la loro consistenza ed ecco che sono subito pronta a gustarli .

Queste cozze gratinate ad esempio sono ricche di sapore, diventano croccanti in superficie, e molto invitanti nel loro aspetto, le ho amate da subito e preparate anch’io nelle grandi occasioni .
Mi suocera le apriva a mano, in questo modo il frutto all’interno si distribuisce metà su un guscio e metà sull’altro, era un modo per far rendere il doppio gli ingredienti che si avevano a disposizione l’impanatura viene posta su entrambe le conghiglie e la loro disposizione in teglia diventa molto bella, sembrano tante farfalle  una accanto all’altra.
Se non avete la voglia e il tempo di aprire le cozze una ad una, potete usare il classico modo a caldo in padella, ma vi consiglio comunque di adagiare un frutto su entrambe i gusci prelevandolo da un’altra cozza per poter riempire con l’impanatura tutta la conchiglia e disporla sulla teglia come le metteva lei, farete un gran figurone.
In realtà la ricetta è semplicissima, seguite le indicazioni riportate qui sotto o il video sul mio canale you tube e poi fatemi sapere, attendo i vostri commenti.

Cozze gratinate

4
Media
40 minuti
15 minuti

Ingredienti

  • 500 g cozze
  • 150 g di pane raffermo
  • 50 g di pecorino stagionato (io ho usato quello crotonese(Maiorano))
  • qb Paprika dolce
  • qb Peperoncino
  • qb Aglio
  • qb Olio
  • qb Prezzemolo

­Procedimento

  • Per prima cosa pulite le cozze e togliete loro il bisso, io vado sul lavandino e raschio l’esterno con una paglietta d’acciaio.
  • Una volta pulite bene è il momento di aprirle: lo potete fare a mano inserendo la lama di un coltellino al centro e forzare verso l’esterno le conchiglie cercando di raccogliere il liquido interno in una ciotolina, in questo modo avrete il frutto da entrambe le parti, oppure potete adagiare le cozze in padella senza niente, coprirle e fare andare la fiamma fino a quando in pochi minuti si saranno aperte tutte.
  • Mettetele da parte.
  • Preparate l’impanatura: grattugiate a mano o con l’aiuto di un robot da cucina il pane, il formaggio e uniteli in ciotola, aggiungete un cucchiaio raso di paprika dolce, servirà a dare colore, peperoncino a piacere, olio, qualche cucchiaio di liquido delle cozze ben filtrato e il prezzemolo tritato, dovrete ottenere una farcitura leggermente umida.
  • Prendete le cozze se le avete aperte a mano riempite le due parti pressando leggermente, se invece le avete aperte in padella prendete un frutto e adagiatelo nella parte del guscio privo in modo da avere in entrambi il mitile da farcire .
  • Disponete le cozze farcite sul fondo di una teglia leggermente unta o ricoperta da carta da forno dovranno essere una accanto all’altra leggermente sovrapposte.
  • Ultimate aggiungendo alla base parte del liquido rimasto, e un generoso filo d’olio ovunque.
  • Passatele nel forno a 190 gradi per circa 15/20 minuti dovranno solo prendere colore e diventare croccanti sopra.
  • Servite belle calde e comunque sono buone anche fredde.
Vuoi condividere questa ricetta?

Comments (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valuta la ricetta




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani

Sito fatto con gusto da Nagency