torta allegra

Una torta “allegra”

L’11 febbraio abbiamo festeggiato il compleanno della figlia diciasettenne, Silvia.
Quante torte le ho preparato sino ad ora!

Alcune fatte su richiesta particolare, altre invece sono state una sorpresa per quella bella bambina dai capelli scuri (eredità calabrese, noi siamo tutti biondi!) e dallo sguardo intelligente.

Una delle torte di compleanno che ha avuto maggior successo è stata sicuramente questa, la preparazione me l’ha insegnata una signora di Napoli, Mimì, conosciuta in montagna (che storia!).


Ricordo perfettamente la faccia sbalordita di tutti gli amichetti quando ho tagliato il dolce e sono “saltate fuori” le fette dai colori sgargianti! E’ una torta allegra e colorata proprio adatta per il periodo di carnevale.
Considerato poi questo clima festoso, potete usarla anche come gioco da fare con i piccoli invitati: nascondete nell’impasto una nocciola o una mandorla ed il bambino che avrà la fortuna di averlo fra i denti vincerà un regalo o diventerà“il re della festa” e deciderà le cose che più gli faranno piacere. Inoltre è una preparazione molto semplice (per noi mamme che abbiamo sempre tante cose da fare, non è poco!) che si presta ad essere preparata con qualunque tipo di ricetta per torte morbide, ad esempio se avete la ricetta di un ciambellone della vostra nonna al quale non sapete proprio rinunciare o la classica ricetta dei sette vasetti (1 di yogurt, 2 di zucchero, 3 di farina, 3 uova, una bustina di lievito)…insomma decidete voi.
Io ve ne propongo una molto leggera, che non utilizza latte e i suoi derivati, per accontentare così le persone intolleranti. Otterrete una torta morbida e delicata, che ai bambini piacerà sicuramente, parola di mamma di 4 figlie…

Torta allegra

Media
40 minuti

Ingredienti

  • 3 uova
  • 150 gr di zucchero
  • 200 gr di farina
  • 100 ml di olio
  • 80 ml di acqua
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci
  • coloranti alimentari (o ricavati da succo di barbabietole, rape rosse, fragole, bietole)
  • 1 cucchiaio di cacao amaro sciolto in un dito di acqua

­Procedimento

  • Accendete il forno in modalità “statico” a 180° (se avete questa opportunità per evitare rigonfiamenti o gobbe indesiderate che si formano durante la cottura).
  • Montate gli albumi con 60gr di zucchero, poi passate a montare i tuorli con il restante zucchero fino a che non diventeranno una crema spumosa chiara.
  • Aggiungete a questo composto l’olio, mescolate bene, poi versate l’acqua ed infine la farina setacciata con il lievito.
  • Per ultimo, incorporate lentamente con movimenti che vanno dall’alto verso il basso gli albumi montati a neve.
  • A questo punto dividete l’impasto in 4 parti e colorate con i coloranti alimentari.
  • La parte scura la otterrete con il cacao amaro sciolto in poche gocce d’acqua.
  • Per distribuire l’impasto nella tortiera ed ottenere l’effetto del colore a strisce, procedete versando un cucchiaio di una crema colorata al centro della tortiera ben imburrata, a questo aggiungete sempre al centro dell'impasto appena versato un altro cucchiaio di impasto del colore diverso, al quale aggiungerete un altro cucchiaio al centro del precedente di un altro colore e così via, fino ad esaurire le preparazioni.
  • La crema della torta si distribuirà piano piano formando in superficie tanti cerchi colorati, che in cottura rimarranno ben distinti e formeranno un disegno a onde.
  • Mettete nel forno caldo per circa 30 minuti e lasciate la torta nel forno per altri 10.

Note

Non oltrepassate questi tempi per non seccarla troppo.
Vuoi condividere questa ricetta?

Natalia

Mi chiamo Natalia Cattelani, sono nata a Sassuolo (Mo), vivo a Roma dal 1990, da quando mi sono sposata. La passione per la cucina ce l’ho da sempre. Cucino con garbo, sperimento, metto insieme, do da mangiare alle figlie (Silvia, Chiara, Laura ed Elisa), al marito cresciuto con l’ottima cucina calabrese della madre, ai parenti di Sassuolo, agli amici di Roma, alle feste che ho organizzato per altri, conoscenti e figli di conoscenti, per battesimi, compleanni, campi scout, i bambini della casa famiglia San Giuseppe, amici di San Nicola, allieve della scuola Cuciniamo.ci di Roma.

Comments (64)

  • Bellissima e buonissima! io l’ho fatta ben due volte ma mi viene sempre bassa bassa….ma la tortiera che hai usato da quanti cm è? Io l’ho semplicemnte decorata con lo stencil di hello kittty ed ho comunque fatto un figurone! Grazie di cuore!

  • Abbiamo deciso di festeggiare il compleanno di mia figlia invitando tre amiche e facendo preparare loro la torta di compleanno. Hanno preparato la torta colorata e la fase finale in cui ognuna di loro aveva un colore da utilizzare è stata davvero molto molto divertente! Grazie! Patrizia

  • Ciao, complimenti per le ricette! Una domanda? È possibile una volta sfornata è fatta freddare (parlo della torta allegra) tenerla in frezer per 3 o 4 gg ? Non ho tempo per il compleanno di mio figlio e molte cose le dovrò preparare in anticipo. Grazie

  • il mio non è un commento, ma una richiesta di informazioni.
    Ho seguito la ricetta della RUOTA DELLA NONNA alla Prova del cuoco di lunedì 6 novembre e la trovo meravigliosa. La vorrei fare, ma non ho ben capito se la dose data è per una o due ruote grandi quanto un piattino da frutta, perché Nat ha detto che con lo stesso impasto se ne può fare una con la confettura di amarene e una con la cioccolata. Oppure se con le dosi date se ne può fare anche una unica, magari usando per la circonferenza un piatto normale e non un piattino da frutta?
    E poi come si prepara e si conserva lo “staccante”? Grazie.
    Paolo Silvestri

  • Ciao Natalia io ho letto questa ricetta un pó di tempo fa ma adesso che ho ricevuto il tuo libro mi sono accorta che le dosi sono un pó diverse. È solo un aumento delle dosi oppure ci sono accorgimenti nella ricetta pubblicata nel libro. Quale mi consigli seguire? Grazie mille

    • Ciao Simona, la ricetta è la stessa ho solo aumentato la dose nel libro per farla venire più alta e utilizzare uno stampo più grande.

  • Ciao Natalia,con questo impasto posso fare dei piccoli muffin,che poi dovrò colorare separatamente,per la festa di compleanno del mio nipotino a tema “Gormiti”? Altra cosa che devo chiederti, siccome in cottura sopra si scuriranno,secondo te posso mettere della glassa sopra o l’impasto me la potrebbe assorbire? Spero tu mi possa rispondere perchè questi tuoi preziosi consigli mi servirebbero per sabato.
    Ti chiedo scusa per essere così “esigente”ma in passato i tuoi consigli mi hanno aiutato moltissimo, un abbraccio e un grande grazie in anticipo.

    • Ciao Cristina, scusami ma leggo solo ora il tuo commento, ho avuto un po’ di problemi con il blog. Guarda puoi farli negli stampini dei muffin. Per la glassa certo che puoi, basta aspettare che si raffreddino. Ma che tipo di glassa vuoi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valuta la ricetta




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani

Sito fatto con gusto da Nagency