Girandole verdi

Questa ricetta l’ho presa dal mio libro “Bambini in festa”, li sono raccolte tante idee per fare festa insieme a loro, non solo ricette ma anche piccoli giochi e suggerimenti su come organizzare questi preziosi momenti! Nel capitolo “feste al parco” trovate questa ricetta:
soffici e gustose girandole verdi preparate con gli spinaci che le rendono oltre che colorate anche ricche di fibre e di verdure.
Una base che si cuoce nel forno e che si arrotola racchiudendo al suo interno una crema semplice di formaggio, e infine fatta a fettine.
L’idea carina è quella di servire queste girandole come se fossero grandi lecca lecca infilzandole su uno stecchino, si presenteranno benissimo sul vostro tavolo e faranno subito festa.

Girandole verdi

8
15 minuti
20 minuti

Ingredienti

  • Ingredienti per ca. 20 pezzi

Per farcire

  • 150 g di spinaci (freschi)
  • 50 g di burro
  • 200 g di robiola

Per la base

  • 120 g di farina
  • 4 uova
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • 1 Cc di semi di sesamo

­Procedimento

  • * Cuocete gli spinaci in padella, a pentola coperta, con un cucchiaio di olio per pochi minuti, giusto il tempo per farli appassire. Frullateli ancora caldi con il burro, per giusto il tempo per farli appassire.
  • Aggiungete i tuorli sbattuti e gli albumi leggermente montate a neve, salate e infine unite la farina.
  • Versate il composto nella teglia rivestita da carta da forno leggermente imburrata e cosparsa di semi di sesamo. Cuocete a 170 °C per circa 15-20 minuti.
  • Togliete dal forno, coprite con un altro foglio di carta da forno e uno strofinaccio umido, arrotolate la base preparata e fatela raffreddare.
  • Srotolate e iniziate a farcire con la robiola precedentemente ridotta in crema, dividendo la base di spinaci e uova in 2 parti per ottenere dei piccoli rotoli, più semplici da mangiare.
Vuoi condividere questa ricetta?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valuta la ricetta




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani

Sito fatto con gusto da Nagency