Torta vortice di mele

vai subito agli ingredienti

Non sono amante dei festeggiamenti in generale, nella mia vita ho sempre dato più importanza ai fatti che alle parole, ma oggi lunedì, giorno di pubblicazione dei post qui sul blog, si festeggia la festa della donna e non posso proprio far finta di niente.
La ricetta della torta mimosa la trovate già nel blog qui , cosi oggi vi presento un’altra torta, elegante, veramente particolare in ogni dettaglio, che si prepara solo con un po’ di pazienza ma la sua esecuzione, come tutti i dolci di casa, è davvero semplice come semplici sono gli ingredienti che la compongono.

L’ho chiamata torta vortice di mele, per il motivo disegnato dalle fettine sottili di mele che si rincorrono una dopo l’altra, ma come fare in modo che non si scuriscano?
Ora vi spiego il trucchetto: bisogna spennellarle man mano che si affettano con uno sciroppo preparato in precedenza, questo liquido le preserverà dall’ossidazione anche durante e dopo la cottura e le mele rimarranno chiare fino all’ultimo pezzettino di torta, quindi per più giorni.

Vi consiglio di utilizzare mele rosse biologiche per sfruttare anche la buccia che andrà a colorare con le sue sfumature il bellissimo vortice che si formerà, per quanto riguarda la confettura chiara che costituisce la farcitura della torta anche qui vi potete sbizzarrire nella scelta e variare tra crema pasticcera, crema frangipane, o anche composta di mele, va bene tutto.
In questa torta vi insegno anche a preparare un bordino diverso dal solito, facilissimo ma molto elegante dall’effetto wow, che potrà essere applicato alle vostre torte crostate o torte di pasta frolla.
Questo il mio regalo di oggi, festa della donna, una condivisione di una passione che ancora mi stimola ad andare avanti, creare e divertirmi per i miei cari e per voi che mi leggete.
Buona giornata!

Torta vortice di mele

12
Media
1 ora
40 minuti

Ingredienti

Per la frolla

  • 200 g di farina 00
  • 120 g di burro freddo
  • 80 g di zucchero semolato
  • 2 tuorli
  • Pizzico di sale

Per la farcitura

  • 3/4 cucchiai di confettura di albicocche o pesche
  • 4/5 mele rosse bio (piccole)
  • Sciroppo:
  • 50 ml di acqua (30ml di succo di limone 30g di zucchero)

Per lucidare

  • 2 cucchiai di confettura chiara 1 cucchiaio di zucchero e 2 di acqua

­Procedimento

  • Preparate la frolla sabbiando il burro freddo con la farina, aggiungete lo zucchero che avrete precedentemente frullato per renderlo più fine, il pizzico di sale e i tuorli di uova, impastate velocemente e mettete il panetto a riposare per almeno 30 minuti.
  • Per lo sciroppo riunire gli ingredienti e metterli sul fuoco a bollire per alcuni minuti, trasferite in ciotola e fate raffreddare.
  • Prendete due terzi della pasta, tirate per ottenere il disco di copertura della base della vostra tortiera da 22 cm di diametro, adagiatela sul fondo che avrete precedentemente imburrato e rivestito di carta da forno, ritagliate la pasta in eccesso. Con gli avanzi di frolla preparate i bordi in questo modo: tirate gli avanti dello stesso spessore del fondo, con l’aiuto di uno stampino rotondo di circa 2/3 cm di diametro, dividete i cerchi a metà e appoggiate ogni mezzaluna sui bordi sovrapponendole tra di loro, in questo modo otterrete una smerlatura molto carina.
  • Farcite la base così ultimata con uno strato di confettura e mettete tutto in frigo in attesa di avere pronte le mele .
  • Togliete il torsolo centrale, tagliatele a fettine regolari e sottili, se avete la mandolina usatela facendo attenzione a non tagliarvi, man mano che ne affettate una adagiate le fettine aperte sul piano di lavoro o su un piatto e spennellatele con lo sciroppo ormai freddo.
  • Quando avrete tutte le fettine pronte prendete la torta e adagiatele al suo interno come vedete in foto .
  • Cuocete nella griglia più bassa del forno per 35/40 minuti a 180 gradi.
  • Sfonare la torta, aspettate che si raffreddi prima di toglierla dallo stampo.
  • Lucidate con il composto di confettura acqua e zucchero fatto bollire 1 minutio e passato al setaccio per tenere da parte i pezzi di frutta presenti .
  • La torta rimane bella e buona per più giorni.
Vuoi condividere questa ricetta?

Comments (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valuta la ricetta




logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani

Sito fatto con gusto da Nagency