Biscotti rose del deserto e varianti

Scritto da Natalia il .

Mio marito adora questi biscotti e si può dire che ho imparato a farli per lui!
Sono passati almeno 20 anni, aveva assaggiato per la prima volta le rose del deserto dal fornaio e ogni volta che andava a fare la spesa ne prendeva un sacchettino.
Così decisi di preparargliele io, cercai la ricetta sui miei libri di cucina, eh si 20 anni fa non si andava per ricette qui sul web, e trovata su un libro vecchissimo del Bimby, la feci subito mia apportando solo una modifica sulla quantità dello zucchero.
Poi nel tempo ho scoperto che i cornflakes potevano essere sostituiti con altre “coperture” quindi bene per il trito di mandorle, di pistacchi, di noci, si anche alla farina di cocco, semi vari, di sesamo, insomma tante varianti per tutti i gusti.
All’interno dei biscotti potrete inserire la classica uvetta ammollata oppure anche le gocce di cioccolato, insomma a voi la scelta sono semplicissime da preparare e anche molto veloci, se vi ho convinto mettetevi al lavoro!

Clicca qui per vedere la video ricetta dalla diretta Facebook del 12 Marzo 2020!

Biscotti rose del deserto con varianti

20 pezzi
Facile
10 minuti
20 minuti

Ingredienti

  • 80 g di farina 0 o 00
  • 20 g abbondanti di amido di mais o fecola di patate
  • 1 uovo
  • 50 g di burro morbido
  • 40 g di zucchero semolato
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • Buccia di limone a piacere
  • Gocce di cioccolato qb
  • Uvetta ammollata qb
  • Cornflakes
  • Frutta secca tritata a piacere

­Procedimento

  • Mescolate in ciotola il burro morbido con lo zucchero.
  • Unite l’uovo, lavorate bene.
  • Aggiungere le farine setacciate con il lievito.
  • Versate le gocce di cioccolato o le uvette e mescolate.
  • Con l’aiuto di due cucchiaini depositate un po’ di composto direttamente nei cereali o nella granella scelta, ricoprite bene e mettete sulla teglia del forno.
  • Una volta finito gli ingredienti cuocete e a 180 gradi per circa 15/20 minuti.

Note

Vuoi condividere questa ricetta?
Nessun tag per questo post.

Commenti (9)

      • Grazie Natalia, ho fatto questa domanda prima di aver visto il tuo bellissimo video, dove già rispondevi in merito, scusa.
        E’ un video ben fatto, utile ed importante non solo culinariamente. Ci porta un’aria di “normalità” in questo periodo difficile, distraendoci da pensieri funesti ed incoraggiandoci, anche cucinando, a dare amore e serenità a chi da noi aspetta sempre soluzioni positive.
        Grazie Natalia e, se posso, condivido la proposta di tua figlia di regalarci qualche ricetta light perché i chili si accumulano vertiginosamente standosene in casa e consolandoci spesso con il cibo che abbiamo a portata di mano ;).
        Elide

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo footer Tempo di cottura di Natalia Cattelani
Sito fatto con gusto da Nagency